Per quanti giorni il cane può restare solo?

· 30 ottobre 2018
Il tempo in cui un cane può rimanere solo dipende da molte variabili. Come la sua età, il suo stato di salute e la sua educazione.

Sapete per quanti giorni il cane può restare solo? Purtroppo, ancora non è possibile che i vostri cani possano accompagnarvi ovunque. Pertanto, è essenziale preservare il loro benessere quando uscite di casa per molto tempo.

In questo articolo, vedremo per quanti giorni il cane può restare solo senza che la sua salute e il suo comportamento ne risentano.

Per quanti giorni il cane può restare solo?

Prima di tutto, va ricordato che non esiste una risposta unica riguardo a quanto tempo il cane può restare solo, dal momento che ogni cane è un individuo unico con proprie esigenze.

In generale, i veterinari e gli addestratori di cani stabiliscono un “massimo salutare” da sei a otto ore al giorno.

Tuttavia, il tempo in cui un cane può rimanere solo dipende da molte variabili. Come la sua età, il suo stato di salute e la sua educazione. I cuccioli e i cani anziani, ad esempio, sono più delicati e necessitano di un’attenzione costante.

Bisogna ricordare che ogni cane deve imparare a gestire la sua solitudine in modo positivo, per evitare problemi comportamentali. Una corretta educazione lo aiuterà a farlo.

È fondamentale che il periodo in cui cane viene lasciato solo non incida negativamente sulla sua salute generale.

Biologicamente, un animale può sopravvivere giorni senza la presenza dei suoi proprietari, ma questo non significa che ciò sia un bene per la sua salute fisica o mentale.

Con l’adozione di un animale domestico, vi assumete la responsabilità di offrirgli una qualità di vita ottimale. Pertanto, è importante considerare se il vostro stile di vita è realmente compatibile con le esigenze di un cane. Ci sono altri animali domestici che richiedono meno tempo e cure più semplici, come i criceti.

Spinone sullo zerbino

Un cane adulto può stare tutto il giorno da solo?

Come abbiamo visto, l’ideale è non lasciare i cani da soli per più di otto ore. L’assenza del proprietario durante l’intera giornata non è raccomandata per una sana educazione dei vostri migliori amici.

Oltre a ricevere determinate cure di base, questi esseri viventi hanno bisogno di sentirsi sicuri, felici e a proprio agio nella loro casa.

I cani sono animali socievoli che hanno bisogno di interazione costante per sviluppare appieno le proprie capacità emotive e cognitive. La solitudine eccessiva, pertanto, non è raccomandata.

Se il vostro cane rimane a casa da solo tutto il giorno, non avrà la possibilità di conoscere altri individui ed esercitare la sua socievolezza. Di conseguenza, possono apparire alcuni sintomi di tristezza e anche alterazioni nel suo comportamento abituale.

D’altra parte, i cani che rimangono molte ore da soli spesso sperimentano una vita più sedentaria. Una routine inattiva è molto dannosa per la salute fisica e mentale dei vostri amici a quattro zampe.

In linea di principio, un’attività fisica carente favorisce sovrappeso e malattie associate, come diabete, problemi cardiaci e articolari, o anche altre patologie.

Se i cani non hanno un ambiente “arricchito”, nemmeno la loro mente riceverà una stimolazione adeguata.

Ciò favorisce lo sviluppo di numerosi problemi comportamentali associati a stress e noia. E nei casi più gravi, i cani possono anche soffrire della ben nota ansia da separazione.

Cane gioca a spezzettare la carta

Pertanto, in molti cani possono iniziare a comparire comportamenti distruttivi quando non siete a casa. Per alleviare lo stress o la frustrazione, inizieranno a rompere oggetti, mordere i mobili, mangiare la spazzatura o distruggere scarpe e oggetti personali dei proprietari.

Questi sono i sintomi più evidenti del fatto che il vostro cane non sa gestire la propria solitudine.

Consigli per lasciare un cane da solo e non avere problemi

Logicamente, i tempi attuali costringono le persone a trascorrere molte ore fuori casa. Certo, bisogna lavorare e occuparsi di mille faccende domestiche, ma ciò non è sufficiente per lasciare in secondo piano i vostri animali domestici.

Nell’elenco che troverete qui sotto, vedremo alcune linee guida essenziali per consentire al vostro cane di rimanere da solo e imparare a gestire con calma questi periodi:

  • Aumentate la sua attività fisica quotidiana: i cani devono allenarsi quotidianamente per liberare energie, mantenere un peso sano e un comportamento stabile. Se il vostro cane sarà lasciato solo per poche ore, fategli fare una bella camminata prima di uscire e quando tornate.
  • Arricchite il suo ambiente: l’arricchimento ambientale è essenziale per consentire al cane di rimanere attivo e divertirsi durante la vostra assenza.
  • Nei negozi di animali è possibile trovare vari giocattoli interattivi che permettono di stimolare il corpo e la mente del vostro migliore amico. Il Kong, ad esempio, è un’opzione eccellente per lavorare sull’intelligenza dell’animale e combattere i sintomi dello stress.
  • Dedicategli più tempo: anche se siete obbligati a lasciare l’animale solo per alcune ore al giorno, è fondamentale che poi troviate del tempo da dedicargli, con passeggiate, coccole e giochi.
  • Quando rincasate, portatelo subito a spasso, fategli fare esercizio fisico e favorite l’interazione con persone e altri cani. È anche importante dargli affetto e condividere momenti di qualità per rafforzare il vostro specialissimo legame.

Ora che sapete quanto tempo il cane può restare da solo, agite di conseguenza.