Ecco perché non bisogna tagliare i baffi al cane

· 23 Dicembre 2015

Una visita dal parrucchiere per cani assomiglia in tutto e per tutto a una visita dal parrucchiere per noi umani. Tuttavia, ogni salone è diverso, e in entrambi i casi avremo una vasta gamma di stili tra cui scegliere. Così come per i capelli o la pelle, anche i baffi del vostro cane ricresceranno. In altre parole, tagliarli non comporta una condizione permanente.

I baffi dei cani si trovano sul naso sopra al labbro superiore, sul mento e sulla fronte, e tagliarli non farà loro del male. Ciò nonostante, nei cani i baffi fungono come una specie di sesto senso: tagliandoli potreste andare ad incidere sull’abilità del vostro animale di cacciare o giocare.

I baffi dei cani hanno radici tre volte più profonde rispetto al resto dei loro peli, oltre a essere due volte più grossi. Essi sono indispensabili ai cani per percepire l’ambiente che li circonda.

Per esempio, i baffi aiutano i cani ad individuare le correnti d’aria, utilizzando quest’informazione per determinare la dimensione e la forma degli oggetti circostanti. Inoltre, possono servire da sonda se inseriti in un buco qualsiasi, per piccolo e stretto che sia.

I baffi servono inoltre a proteggere i loro occhi, proprio come nel caso delle ciglia per gli uomini. Se li toccate, probabilmente il vostro cane sbatterà le palpebre.

Se avete dei dubbi sulla necessità o meno di tagliare i baffi del vostro piccolo amico, leggete il resto dell’articolo per scoprire alcuni dati utili per prendere la giusta decisione.

Qual è la funzione dei baffi nei cani?

cane-che-mangia-con-baffi

Autore: Natalia Lobato

I baffi fanno parte di quelli che sono considerati gli organi di senso dei cani. I cani li utilizzano per captare informazioni riguardo l’ambiente circostante, e gli permettono persino di misurare determinate distanze.

La radice dei baffi si trova ad una profondità molto maggiore rispetto ai peli normali, e ciò consente ai cani di inviare messaggi al cervello riguardo la posizione degli oggetti con cui entrano in contatto.

In un certo senso, funzionano come le antenne di un insetto. Rispondono al tatto e talvolta possono persino fremere, come potrete constatare voi stessi giocando con il vostro piccolo amico.

Attenzione! Tagliare i baffi al cane non significa che l’animale comincerà a girare su se stesso, ma che lo starete privando di qualcosa a lui utile.

In generale, la pratica di tagliare i baffi è accettata nelle razze di cani dal pelo lungo; al contrario, nella maggior parte delle razze a pelo corto, si tende a non accorciarli. Se avete dubbi, rivolgetevi ad un esperto in toelettatura canina.

Alcuni proprietari affermano che la pratica di tagliare i baffi ai cani debba essere stabilita in base agli standard di ogni razza; eppure, le norme a riguardo non sono sempre chiare. La scelta dipenderà dunque dal gusto del padrone.

D’altro canto, ricordate che con i baffi tagliati un cane potrebbe soffrire di perdita dell’orientamento. Potendo usufruire di informazioni sensoriali ridotte, il vostro cane potrebbe diventare timido, mansueto o dimostrare insicurezza all’interno del suo ambiente, muovendosi in modo strano. Potrebbe addirittura provare paura, modificare il suo comportamento diventando aggressivo o peggiorando il suo carattere.

Tagliare i baffi al cane: pro e contro

cane-vestito

Tagliando i baffi si possono anche ottenere dei benefici: non tutti i cani subiscono una diminuzione del loro sesto senso.

Alcuni padroni tagliano i baffi al proprio cane con lo scopo di conferirgli un aspetto più pulito rispetto alla concorrenza. Altri invece, preferiscono semplicemente avere un animale dal muso più rifinito.

In ogni caso, il procedimento che si attua per tagliare i baffi è piuttosto scomodo. Nella maggior parte dei casi, se il parrucchiere strappa il pelo anziché tagliarlo, il cane potrebbe provare molto dolore.

Se avete intenzione di tagliare i baffi al vostro cane, parlatene prima con il veterinario e decidete insieme. Se optate per eseguire quest’operazione, tenete d’occhio il parrucchiere durante il taglio.

Ricordate che la decisione di tagliare i baffi al vostro cane è una questione puramente estetica. Non lasciatevi dunque ingannare dalla falsa convinzione che stabilisce che un cane, ogni volta che entra dal parrucchiere, ne debba uscire senza baffi, come se si trattasse di una pratica comunemente accettata.

Immagine per gentile cortesia di Theodore Scott.