Tra persone e cani non c’è bisogno di parole

· 15 gennaio 2016

Tra persone e cani non c’è bisogno di parole. E’ sufficiente il loro calore, gli sguardi dell’anima. Un cane e il proprio compagno umano possono raggiungere un livello di simbiosi e connessione tali da non aver bisogno di nient’altro da aggiungere al legame che si crea.

Quante volte capita di provare la sensazione che il nostro cane, soltanto con la sua presenza, ci dia abbastanza? Tra uomini e cani esiste un patto non scritto, attraverso il quale tutto acquista senso. Non abbiamo bisogno di parlare per sapere che ci amiamo e ci capiamo.

Forse è questa la connessione che sta alla base della magia del vincolo affettivo che lega in amicizia due specie così distinte, ma che non potrebbero essere più unite.

L’eccezionale comunicazione con i cani

Come già sappiamo, i cani sono degli eccellenti comunicatori. Tuttavia, è importante fare attenzione al loro corpo e ai loro gesti, poiché i loro movimenti possono avere su di noi l’effetto di un incantesimo.

cane-donna-sdraiati

Infatti, il cane cercherà sempre la maniera di farsi capire attraverso lo sguardo, i gesti e i comportamenti. Quante volte ci sorge spontaneo pensare, “gli manca soltanto la parola”?

Ciò accade poiché la comunicazione con i nostri adorabili amici supera qualsiasi frontiera. Si tratta di uno scambio per il quale ci basta ascoltare il cuore: quando c’è complicità, le parole sono di troppo.

Il meccanismo che entra in gioco è uguale a quello che si instaura in una coppia di innamorati: un cane e il suo fratello umano sviluppano un linguaggio proprio, fatto di carezze, abbracci, abitudini. Si tratta di un’unione che durerà tutta la vita, immutabile.

Non c’è sguardo più puro di quello di un cane

Lo sguardo dei cane è puro, aperto, sincero. Essi non hanno nulla da nascondere e non pretenderanno nulla, a loro basta amare la propria famiglia e al tempo stesso proteggerla da ogni male, garantendo il suo benessere.

I loro sguardi provengono dalla loro anima, gli occhi del loro cuore si nutrono dell’amore e dell’affetto più incondizionato e nitido che esista. Potremmo decifrare un universo intero solo grazie ai loro gesti, perché per loro l’universo siamo solo noi.

La vita di un cane dipenderà dunque in tutto e per tutto da quella del suo padrone, dal suo stato d’animo, dai suoi rientri a casa, del tempo che passerà con lui, dai giochi, dal cibo, dai suoi sogni, dai suoi sguardi. Da tutto questo.

I cani sono eccellenti comunicatori

I cani comunicano attraverso il corpo e la loro voce, e in questo modo riescono a trasmettere, su scala universale, i loro svariati stati d’animo e le loro emozioni, come l’allegria, la tristezza, la rabbia, la tenerezza…

Come già sappiamo, per parlare con il nostro cane ci basterà osservarlo e capire quale metodo utilizza per trasmetterci le sue emozioni e le sue intenzioni. Questo passaggio è di estrema importanza, poiché nonostante gli animali tendano ad avere dei modelli di comunicazione fissi, ognuno di essi sviluppa un metodo unico e personale per trasmetterci informazioni e parlare con noi e con il resto del mondo.

Com’è intuibile, oltre a decifrare il significato delle parole, l’animale comprende attraverso l’intonazione, il ritmo e l’intensità del nostro tono di voce.

mano-zampa

Per ottenere questi risultati, sarà necessario dedicare del tempo a rinforzare il vincolo che ci unisce, a conoscerci e a creare un buon ambiente all’interno della sfera familiare. In questo senso, sarà anche importante stabilire delle norme base per rendere più facile la convivenza sia con gli altri animali, sia con i membri umani della famiglia.

Allo stesso tempo, quando il cane ha la certezza che i suoi padroni comprendono e ricambiano gli stati d’animo che trasmette loro, si sentirà integrato e accettato all’interno del nucleo familiare; di conseguenza, si sentirà più felice.

Per stimolare la comprensione, dovremo quindi dedicargli più tempo, parlare con lui, giocare insieme e lasciare che si esprima liberamente, facendogli vedere che lo capiamo. In questo modo, potremo parlare il linguaggio canino alla perfezione.