Quali sono le piante da offrire ai conigli?

29 Ottobre 2019
Sono molte le piante, verdure ed erbe differenti che sono adatte per il vostro coniglio. Grazie a loro, inoltre, la sua dieta diventa più interessante, arricchendosi di diversi sapori e consistenze. Ecco quali sono le piante da offrire ai conigli.

Molta della frutta e della verdura comune che noi umani ingeriamo sono sicure anche per i conigli. La parte della pianta dalla quale proviene una verdura rappresenta un buon riferimento per il loro equilibrio nutrizionale e possiede un proprio posto nella loro dieta. Ecco quali sono le piante da offrire ai conigli in tutta sicurezza.

Alcune piante da cui il vostro animale domestico può trarre beneficio sono di facile reperibilità, perché fanno parte anche della dieta degli esseri umani. Ciononostante, è importante valutare quali piante gli offrite, perché non tutte risultano adeguate per i conigli.

Piante che potete offrire ai conigli

Le radici come la carota, la pastinaca, la rapa e la barbabietola sono piante che forniscono energia, perché possiedono un alto contenuto di zuccheri, e devono quindi costituire una parte molto piccola nella dieta del vostro coniglio.

I fusti come il sedano, le bietole o i broccoli e la parte verde delle verdure sono le migliori che i conigli possano mangiare. Hanno un basso contenuto di calorie e presentano invece notevoli quantità di fibra.

Le foglie come il cavolo, gli spinaci, le foglie di carota e dei broccoli, la verza, le foglie di mora, lampone o fragola, la lattuga romana e le foglie di ravanello sono alcuni esempi dei tipi di foglia con le quali potete alimentare in maniera sana il vostro coniglio.

la lattuga rappresenta un ottimo alimento per il vostro coniglio

Anche se la maggior parte dei semi e dei chicchi che noi esseri umani consumiamo non risultano velenosi per i conigli, si tratta comunque di alimenti altamente energetici e non adatti a essere somministrati in grandi quantità. Ricordate che i conigli sono principalmente mangiatori di foglie, non di semi.

Le erbe comprendono il prezzemolo, il basilico, la menta, il rosmarino, la salvia, il timo, l’aneto e il coriandolo, che sono degli ottimi snack salutari. Potete farne crescere di più nei vasi, in modo da poter disporre di forniture costanti e a basso costo.

Tenete conto del fatto che alcune piante sono tossiche, ma altre rappresentano in alcune parti un potenziale pericolo. Mentre i pomodori si possono mangiare in sicurezza, le foglie della pianta del pomodoro sono velenose, per i conigli.

L’alimentazione con i vegetali

Oltre a condividere con loro le verdure che mangiate voi, i conigli possono mangiare anche molte delle parti delle piante vegetali che gli esseri umani scartano perché troppo resistenti e fibrose. Le stesse caratteristiche che, invece, le rendono buone per i conigli. Di questa categoria fanno parte le foglie di cavolfiore, i fusti dei broccoli e le foglie di carota.

Spesso i vegetali in vendita nei supermercati sono stati privati delle foglie. Per ottenere alimenti freschi e completi, potete visitare mercati o negozi di prodotti agricoli.

Piante selvatiche per il vostro coniglio

Molte delle piante che costituiscono la dieta di un coniglio selvatico crescono nei giardini come erbacce, e possono rappresentare un’ottima integrazione gratuita per la dieta del vostro animale domestico. Le erbacce comuni che possono essere mangiate in sicurezza dai conigli comprendono il platano, il trifoglio, il dente di leone, il cardo, il ranuncolo, l’ortica, le foglie di rovo e la borsa di pastore.

sono molte le piante che potete offrire ai conigli

È fondamentale dotarsi di un buon libro sulle piante, dal momento che alcune piante da giardino ed erbacce risultano tossiche. Dovete raccogliere le piante solamente dalle zone libere dall’avvelenamento prodotto dal traffico e dai pesticidi e che non sono state contaminate da altri animali.

Piante secche da offrire ai conigli

Quando si seccano gli alimenti freschi, il contenuto di acqua e la quantità di nutrienti diminuiscono. Gli zuccheri, invece, aumentano notevolmente la propria concentrazione. Ciò significa che la frutta e gli ortaggi secchi contengono più calorie. In particolare, la frutta secca deve essere offerta solo occasionalmente.

Dal momento che le foglie presentano un basso contenuto di zuccheri, per iniziare potete alimentare il vostro coniglio con un miscuglio di entrambe. Combinare le foglie secche con del fieno è un buon modo per rendere più allettante questa pietanza per i conigli più schizzinosi.

Introduzione dei cibi freschi

I conigli non accettano facilmente i cambiamenti bruschi all’interno della loro dieta. Un’introduzione repentina di grandi quantità di cibi freschi può sbilanciare la loro digestione e provocare malattie. Al loro posto, introducete nuovi alimenti, uno alla volta e in piccole quantità, in modo che sia facile isolarne uno in particolare, se dovesse alterare la digestione del vostro coniglio.

Dovete fare particolare attenzione nell’introdurre alimenti freschi nella dieta di conigli giovani, perché sono più sensibili. Non è comunque necessario evitare del tutto i cibi freschi, come raccomandano alcuni libri piuttosto vecchi. Idealmente, i cuccioli di coniglio mangiano alimenti freschi quando iniziano con i cibi solidi.

Se prendete un nuovo cucciolo di coniglio (che abbia più di otto settimane) che non ha mai mangiato prima cibi freschi, lasciate che si adatti alla nuova routine e all’ambiente, prima di iniziare a introdurre piccole quantità di cibi freschi, come fareste per un adulto.

  • https://www.thespruce.com/plants-that-rabbits-eat-at-risk-3976755
  • http://www.kanin.org/rabbits_safe_plants