Si può avere un'anatra come animale domestico?

L'anatra non è un animale domestico adatto a tutti, in quanto tenerne una o più può essere difficoltoso e prendere molto tempo, risorse e spazio. Prima di scegliere un animale come compagno, verificate che le sue necessità combacino con le vostre possibilità ed esigenze.
Si può avere un'anatra come animale domestico?

Ultimo aggiornamento: 15 marzo, 2022

L’anatra è un uccello molto socievole e dal temperamento pacifico che si adatta bene alla convivenza con altri animali. Inoltre, ha un aspetto particolare per via del colore del suo becco e delle zampe. Per questo motivo, spesso gli amanti degli uccelli desiderano averne una da tenere come animale domestico da cortile.

Questa specie ha il nome scientifico di Anas platyrhynchos domesticus, e appartiene alla famiglia Anatidae. Sebbene esistano diverse specie chiamate anatre o germani reali, questa è la specie che più comunemente viene tenuta come animale domestico. Questo però non significa che sia sempre corretto tenerla in cattività. Prima di portare a casa uno di questi animali, scoprite in questo articolo tutto quello che c’è da sapere.

Come sono fatte le anatre domestiche?

Un'anatra domestica sull'erba.

Le anatre domestiche misurano tra i 70 ei 76 centimetri di lunghezza, con un peso medio compreso tra i 3,5 e i 4 chilogrammi. La loro caratteristica principale è il bel piumaggio bianco che fa spiccare il becco e le zampe di colore arancione. Inoltre, le loro piume sono impregnate di un olio impermeabile che le aiuta a rimanere a galla in acqua. È grazie a questa caratteristica che sono nuotatrici così abili.

Gli esemplari di questa specie ha un’ottima capacità di socializzare, quindi amano trascorrere del tempo con i loro conspecifici. Infatti, è risaputo che altri tipi di anatre e germani reali migrano in stormi. All’interno di questi gruppi sociali, gli esemplari tendono a prendersi cura l’uno dell’altro e persino a proteggersi se uno di loro viene gravemente ferito.

È vero che, in base a queste caratteristiche, le anatre sembrerebbero essere degli animali domestici perfetti. Tuttavia, è necessario fare alcune considerazioni per evitare che la cattività comprometta la loro qualità di vita. Sebbene questa specie sia stata addomesticata e adattata alla vita in cattività, ciò non significa che possano vivere in qualunque tipo di habitat.

Si può avere un’anatra come animale domestico?

È sicuramente possibile adottare un’anatra come animale domestico. Sono infatti tenute abbastanza spesso come animali da cortile e la maggior parte viene allevata per la produzione di carne, imbottiture in piuma e uova. A livello internazionale, le anatre sono un’importante fonte di sostentamento e guadagno, motivo per cui ne viene promosso da anni l’allevamento.

Le anatre possono essere degli ottimi animali da compagnia, ma i padroni devono impegnarsi a fondo per garantirgli la migliore qualità di vita. Avere un animale domestico non è un compito facile e non tutti sono in grado di assumersi questa responsabilità. Pertanto, prima di adottare un’anatra come animale domestico, è necessario conoscerne a fondo le sue necessità essenziali.

Le anatre hanno bisogno di spazio

Come già menzionato, il padrone deve fare attenzione ad alcuni aspetti, senza i quali questo bellissimo uccello non sarà in grado di crescere in modo sano. Alcune delle caratteristiche che la vostra casa dovrà avere sono le seguenti:

  • Spazio. Il luogo in cui vivranno le anatre deve essere il più ampio possibile ed avere vegetazione. Come altri animali domestici, questi uccelli hanno bisogno di camminare per mantenersi in esercizio, quindi la loro capacità di adattarsi dipenderà dalle dimensioni della casa.
  • Accesso a un corpo d’acqua. Le anatre sono uccelli acquatici che amano nuotare negli stagni, quindi è necessario fare in modo che abbiano accesso a un corpo d’acqua. L’ideale sarebbe una piccola piscina dove possono fare il bagno o una pozza d’acqua abbastanza grande.
  • Recinto. Per proteggere adeguatamente le anatre, è consigliabile che il luogo in cui vivono sia recintato: solo così infatti potranno esplorare e godersi la vita all’aria aperta senza preoccupazioni. Inoltre, ciò impedirà agli uccelli di scappare di casa.
  • Area coperta e dotata di un tetto (pollaio). La recinzione è sicuramente utile, ma le anatre hanno comunque bisogno di una piccola area protetta dove possono muoversi al sicuro. Ricordate che le anatre devono vivere all’aperto, quindi è difficile proteggerle dagli altri animali. Pertanto, è bene che abbiano un’area coperta e dotata di un tetto per evitare attacchi da parte dei predatori.

Alimentazione delle anatre

La dieta dell’anatra si basa su un’ampia varietà di alimenti come semi, frutta e verdura. Tuttavia, si nutre anche di alcuni alimenti fonti di proteine come insetti, vermi, lumache, pesce e mangimi commerciali. Anche se la scelta migliore sarebbe quella di cercare di riprodurre l’alimentazione onnivora di questa specie, il processo di addomesticamento ha fatto sì che si abituasse ad alimenti in forma di pellet.

Facciamo presente che il mangime commerciale è un tipo di alimento che punta all’attività di produzione, quindi le anatre potrebbero finire per ingrassare. Per questo motivo, è meglio optare per una dieta che combina alimenti trasformati a porzioni di frutta, verdura e semi. Nel seguente elenco trovate alcuni degli alimenti che questi uccelli possono mangiare:

  • Fiocchi d’avena.
  • Riso.
  • Mais.
  • Grano.
  • Fagioli.
  • Girasole.
  • Cavolfiore.
  • Carota.
  • Peperoni.
  • Cetriolo.
  • Lattuga.
  • Erba medica.
  • Uva.
  • Mela.
  • Pesca.
  • Melone.
  • Anguria.
  • Banana.
  • Pera.
Che tipi di frutta può mangiare un canarino?

L’igiene è essenziale

Uno dei maggiori problemi se si tengono delle anatre come animali domestici sono le feci, poiché fanno i loro bisogni in continuazione e questi finiscono per accumularsi rapidamente. È fondamentale mantenere puliti gli spazi in cui vivono per evitare infezioni da parassiti, batteri o funghi. In caso contrario, vivranno male e anche i padroni potrebbero risentirne.

Ricordate che anche i corpi d’acqua si sporcano col passare del tempo, quindi dovrete procedere con la pulizia non appena assumono un aspetto anche solo leggermente torbido. Le anatre tendono a contrarre facilmente malattie che le possono mettere in pericolo di vita. Pertanto, l’igiene è un fattore essenziale se volete che vivano al meglio.

Non è un animale per tutti

È chiaro che le anatre non sono un animale domestico adatto a chiunque, poiché richiedono molto impegno e molta pazienza per offrirgli ciò di cui hanno bisogno. È vero che il loro aspetto e carattere le rendono ottimi animali domestici, ma se non siete in grado di soddisfare i loro bisogni potrebbero risentirne gravemente.

Gli esemplari di questa specie vivono poco più di dieci anni e hanno bisogno di avere compagnia. Pertanto, mantenere gli spazi puliti diventa complicato e non tutti i padroni riescono ad assumersi una tale responsabilità. Quindi, prima di pensare di prendere un’anatra come animale domestico, riflettete attentamente se avete il tempo, lo spazio e le risorse per prendervi cura di loro come meritano.

Potrebbe interessarti ...
L’alimentazione dell’anatra domestica
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
L’alimentazione dell’anatra domestica

L'alimentazione dell'anatra domestica è molto importante per garantire a questo uccello una vita lunga e sana. Vediamo nel dettaglio come nutrirla.



  • Ruiz, J. P. A., & Labatut, M. F. C. (2005). Manual de crianza de patos. Chile: UC TEMUCO.
  • Camacho, D. & Morfin, L. (2010) Manual de producción intensiva de pato. Recuperado el 7 de marzo de 2022, disponible en: https://avalon.cuautitlan.unam.mx/producciondepatos/manual_produccion_intensiva_de_patos.pdf
  • Castañeda Valenzuela, J. C. (2019). Experiencia en la crianza de patos de engorde de una granja familiar.
  • Herrera, Y., Almanza, M., & Goméz, L. (2016). Frecuencia de parásitos gastrointestinales en patos domésticos (Anas platyrhynchos domesticus) en el departamento de Córdoba, Colombia. REDVET. Revista Electrónica de Veterinaria, 17(9), 1-7.

I contenuti de I miei animali sono redatti a scopo informativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.