Soffio al cuore nei cani: come prevenirlo e curarlo

· 9 febbraio 2018

Il soffio al cuore nei cani è caratterizzato da suoni anomali che vengono individuati e riconosciuti solo attraverso l’auscultazione cardiaca. Un cuore sano emette suoni costanti e caratteristici del suo funzionamento e questi ‘rumori tipici’ vengono prodotti dalla circolazione sanguigna o dall’apertura e chiusura delle valvole cardiache.

Lo strano suono che caratterizza il cuore, negli uomini come nei cani, ha come risultato un tono “sibilante” quasi come un fischio sottile. Le cause associate a questa anomalia sono:

  • Indebolimento, intasamento o infezione delle valvole cardiache.
  • Difficoltà del passaggio del flusso sanguigno attraverso le strutture cardiache.
  • Alterazioni nelle pareti muscolari del cuore.
  • Dirofilariasi canina (provocata da un parassita ospitato nelle zanzare).
  • Tumori.

I sintomi del soffio cardiaco nei cani

  • Stanchezza, debolezza e sonnolenza.
  • Tosse e difficoltà respiratoria.
  • Gonfiore addominale.
  • Alterazione della frequenza cardiaca o della pressione sanguigna.
  • Difficoltà o intolleranza alle attività fisiche.
  • Svenimento.
  • Alterazione nel colore delle gengive (con sfumature di grigio o blu).

pastore tedesco alsaziano dal veterinario

Come prefenire il soffio al cuore nel cane

Le malattie cardiache hanno cause diverse e alcune non possono essere evitate, così come la predisposizione genetica. Ma è possibile prevenire l’usura delle strutture cardiache se il vostro cane viene cresciuto e nutrito in modo sano ed equilibrato.

– Gestione del peso e dieta equilibrata

Il controllo del peso è essenziale per la salute di tutte le specie, compresi uomini, cani e gatti. Il sovrappeso ha innumerevoli malattie associate e aumenta il rischio di danni al cuore.

Una dieta equilibrata è il fattore determinante per la gestione del peso. Pertanto, è fondamentale scegliere un mangime bilanciato per il vostro amico a quattro zampe. Cercate sempre di limitare l’eccesso di grassi, evitando di offrirgli cibo umano o cibi ricchi di spezie e altri condimenti.

Particolare attenzione serve nel caso di avere in casa cani di età media o avanzata, per garantire loro un peso ottimale e adeguato. Oltre i sette anni è normale che questi straordinari animali domestici vedano rallentare il loro metabolismo, con un naturale ed inevitabile aumento del peso.

La loro dieta dovrebbe essere ridotta a livello di carboidrati e più ricca di proteine, per compensare la perdita di massa muscolare.

– Attività fisica regolare

Passeggiate, gioco ed esercizi fisici sono l’alleato indispensabile affinché la buona alimentazione abbia valore. Cercate di garantire al vostro animale una vita sana e, allo stesso tempo, attiva, in modo proporzionale all’età, alla stazza e al tipo di cane. Un animale sano e giovane dovrebbe fare due o tre passeggiate al giorno di almeno 30 minuti ciascuna.

Se al cane è già stata diagnosticata una qualche patologia cardiaca, le passeggiate dovrebbero essere brevi e controllate. Inoltre, dovreste anche fare delle pause regolari per ripristinare il suo normale ritmo cardiorespiratorio.

Si consiglia inoltre di camminare su superfici non interessate dalle alte temperature, evitando per esempio l’asfalto, durante le giornate di sole, soprattutto in estate. L’ideale sarebbe camminare su erba, terra, insomma in ambienti più confortevoli per il vostro cane.

– Spuntini leggeri e sani

Se il vostro migliore amico soffre di problemi di sovrappeso o di cuore, è meglio evitare problematiche connesse ad una dieta sbagliata. Per premiarlo, quando fa qualcosa di buono o mentre giocate assieme, l’ideale è scegliere alcuni snack salutari, con poco sodio e un ridotto contenuto di grassi.

– Meglio l’imbragatura del guinzaglio

Insufficienza cardiaca e soffio al cuore provocano un graduale ingrossamento del cuore del vostro cane. Detto questo, la trachea dell’animale sarà più vulnerabile rispetto ad un possibile dislocamento.

Quindi, passeggiate e attività ludiche assieme al vostro migliore amico dovranno essere realizzate usando un’imbracatura, più comoda rispetto ai classici collare e guinzaglio. Troverete facilmente sul mercato arnesi per cani di qualsiasi dimensione e colore.

– Medicina preventiva e revisioni periodiche

Tutti i cani, indipendentemente dalla loro età, razza o sesso, hanno bisogno di una adeguata medicina preventiva. Ciò include la visita periodica del veterinario e il rispetto, alla lettera, di vaccinazioni e cure antiparassitarie.

D’altra parte, i cani a cui è già stata diagnosticata una qualsiasi patologia del cuore, hanno bisogno di controlli più frequenti. Il vostro veterinario saprà indicarvi quali analisi corrispondenti vanno realizzate per mantenere sotto controllo lo stato di salute dell’animale.

Soffio al cuore nei cani: primo soccorso

In caso di collasso, difficoltà respiratorie o arresti cardiaci, le manovre di RCP devono essere messe in atto per aiutare il cane finché non arriva l’equipe medica. L’animale dovrebbe sempre fatto sdraiare con il lato destro del corpo completamente appoggiato per terra, mentre il lato sinistro va lasciato libero e rivolto verso l’alto.

Intervento sulle vie respiratorie

Nei cani di piccola taglia, la mascella dev’essere tenuta ben chiusa e quindi la bocca e il muso dell’animale devono essere coperti con la vostra bocca, per permettere l’immissione di aria. Va notato che questa tecnica può essere utilizzata anche per i gatti.

Nei cani di taglia media e grande, la procedura è quasi identica e, quando la manovra viene eseguita in modo efficace, noterete che il petto del cane inizia a gonfiarsi subito per azione dell’aria immessa.

cane con soffio al cuore sdraiato

Massaggio cardiaco

È necessario iniziare tendendo ben saldi i palmi delle vostre mani sulle costole del cane, posizionandole dietro l’articolazione della gamba anteriore sinistra.

Nei cani di piccola taglia, vanno eseguite 10 compressioni che devono essere intervallate da 3 brevi respirazioni. Per cani grandi e medi, l’ideale è esercitare 15 compressioni con cinque brevi immissioni d’aria.

Il soffio al cuore nei cani è una patologia silenziosa. E’ molto simile a quello che si verifica negli esseri umani, è qualcosa che può interessare il vostro cane e che viene diagnosticato solo durante la visita medica. Siate consapevoli del fatto che è abbastanza frequente, ma non spaventatevi. Infatti, la diagnosi precoce è fondamentale per evitare l’aggravamento dei sintomi e vi permetterà di agire in modo da scongiurare danni irreversibili per la salute dell’animale.