Specie in cui dominano le femmine

8 febbraio 2018

Tradizionalmente si crede che nel mondo animale siano i maschi a dirigere i gruppi. Tuttavia, vi sono molte specie in cui dominano le femmine e che, dunque, si reggono su società matriarcali.  

5 specie in cui dominano le femmine

I bonobo

I bonobo sono un grande esempio di specie in cui dominano le femmine. I bonobo, primati molto simili agli scimpanzé, risolvono i loro conflitti con il sesso.

In contrapposizione alla legge del più forte, che vige di solito tra gli scimpanzé, le leader dei bonobo sono spesso grandi mediatrici. Vi sono diverse teorie su come questi animali abbiano formato gruppi così stabili, dato che le femmine sono più aggressive e irascibili dei maschi. La teoria principale sostiene che le femmine di bonobo possiedono una così grande capacità di coalizione da sottomettere i maschi.

Gruppo di bonobo

Ricerche recenti affermano che le femmine di bonobo controllano i maschi tramite il sesso. Vi è persino chi asserisce che selezionino da millenni i maschi meno aggressivi contro i quali avrebbero potuto vincere la battaglia verso l’evoluzione.

Le orche

Le strutture familiari delle orche ruotano attorno alle femmine del gruppo. La matriarca guida il gruppo e i suoi cuccioli restano per decenni insieme a lei, pertanto formano una struttura familiare molto stabile.

Le femmine di orca, inoltre, sono molto più longeve rispetto ai maschi. Si crede che proprio a questo si debba l’enorme dipendenza dei gruppi di orche dalle matriarche, le quali accudiscono il gruppo per molti anni. Le matriarche si prendono persino cura delle loro nipoti e sono tra i pochi animali che vanno in menopausa.

Gli elefanti

Elefanti in acqua

Questi titani terrestri non sono solo una delle specie in cui dominano le femmine; gli elefanti, infatti, danno particolare importanza all’esperienza di ogni membro del gruppo più che alla sua forza.

La memoria dell’elefante è leggendaria e questo permette che una veterana che sia sopravvissuto a decenni di secchie e bracconieri sia la più adatta al comando. Queste matriarche sanno dove trovare acqua durante le estati più calde e come comportarsi in vicinanza degli umani. In aggiunta, è stato dimostrato che sono più qualificate a individuare i predatori e persino a riconoscere il sesso dei leoni che ruggiscono e la minaccia che rappresentano.

Alla pari delle orche, gli elefanti dipendono molto dalla loro leader, il che rende il bracconaggio ancora più drammatico di quello che potrebbe sembrare a semplice vista, in quanto conduce interi branchi al collasso dopo la morte della matriarca.

La memoria dell’elefante è leggendaria e questo permette che una veterana che abbia sopravvissuto a decenni di secchie e bracconieri sia la più adatta al comando.

Le iene

La iena è un’altra specie in cui dominano le femmine, oltre ad essere un animale molto socievole e intelligente, nonostante la sua fama. Le iene possiedono una gerarchia molto ben strutturata, che viene rispettata alla perfezione.

Questa società viene guidata dalle femmine, perché sono più forti e più grandi, motivo per il quale sottomettono i maschi. Questi ultimi si dedicano alla caccia, ma sono le femmine a nutrirsi per prime.

Nella società delle iene, i maschi fungono principalmente da donatori di sperma, poiché per via della particolare conformazione sessuale delle femmine della specie, il coito non può avvenire senza consenso e completa collaborazione femminile.

Le iene possiedono una gerarchia molto ben strutturata che viene rispettata alla perfezione. Questa società viene guidata dalle femmine, perché sono più forti e più grandi, motivo per il quale sottomettono i maschi.

I lemuri

I lemuri sono un insieme di primati molto particolare che comprende decine di specie in cui dominano le femmine. L’esempio più evidente è il lemure dalla coda ad anelli.

In questa specie, le femmine sono molto aggressive con i maschi, ai quali tolgono con frequenza il cibo, danno morsi o schiaffi quando adottano un atteggiamento che non è di loro gusto. Si è scoperto anche che in molte di queste specie i livelli di testosterone sono di gran lunga maggiori rispetto ad altre femmine di primati.

Guarda anche