Versamento pleurico nei gatti: cause, diagnosi e trattamento

Il versamento pleurico nei gatti è una condizione clinica che richiede cure veterinarie urgenti. Per questo motivo è importante conoscere e saperne rilevare i sintomi.
Versamento pleurico nei gatti: cause, diagnosi e trattamento

Ultimo aggiornamento: 13 luglio, 2021

Il versamento pleurico nei gatti è una condizione in cui una quantità eccessiva di liquido si accumula nella cavità pleurica, uno spazio virtuale tra la pleura parietale e la pleura viscerale. In questa malattia, il fluido in conflitto non si trova all’interno dei polmoni, ma nello spazio che li protegge.

La prognosi di questa patologia è molto variabile e dipende interamente dalla causa sottostante. Se volete sapere come rilevare questa condizione in tempo nei felini, continuate a leggere.

Cos’è il versamento pleurico?

La cavità pleurica è lo spazio compreso tra la pleura viscerale e parietale, membrane sierose la cui funzione è quella di ricoprire rispettivamente la superficie dei polmoni e la parte interna della cavità toracica. Una piccola quantità di fluido nello spazio pleurico consente la lubrificazione tra entrambe le membrane, e che i movimenti respiratori possano essere prodotti correttamente.

Qualsiasi processo che causi uno squilibrio nelle pressioni dei fluidi interni, nel drenaggio linfatico o nell’integrità vascolare può provocare un accumulo netto di liquido nella cavità pleurica. Questo meccanismo patologico è noto come versamento pleurico o versamento pleurico inglese. Nei gatti, ciò si verifica perché viene riassorbito troppo poco liquido dall’area interessata o perché ne viene prodotto troppo.

Condizioni che aumentano la pressione idrostatica nei capillari o riducono la pressione oncotica possono innescare versamenti pleurici nei gatti.

Un versamento pleurico in un gatto.

Sintomi del versamento pleurico nei gatti

Come indicato dal portale VCA Hospitals, il versamento pleurico nei gatti riduce la quantità di spazio disponibile per l’espansione dei polmoni nel torace durante la respirazione. Pertanto, la maggior parte dei sintomi indica che il felino deve lavorare più duramente di prima per ottenere ossigeno. Tra i possibili segni clinici, si evidenziano:

  • Tosse continua e mancanza di respiro.
  • Aumento del numero di respiri al minuto. La normale frequenza respiratoria a riposo è di 15-30 respiri al minuto. Se il gatto mostra un aumento sostenuto, è possibile che abbia un problema nell’ambiente polmonare o cardiaco.
  • Posizioni atipiche. Il gatto può cambiare continuamente posizione per cercare di respirare meglio.
  • Respirare con la bocca aperta.
  • Colore blu o viola delle mucose, specialmente nella zona del naso e delle gengive. Questo segno clinico è noto come cianosi e mostra una mancanza di flusso sanguigno ai tessuti.
  • Intolleranza all’esercizio, perdita di attività e scarso appetito.

Cause

Come abbiamo detto nelle righe precedenti, molteplici condizioni possono causare uno squilibrio nell’assorbimento-produzione di liquidi nel cavo pleurico. Qui di seguito, vi riportiamo e cause più importanti di versamento pleurico nei gatti.

Piotorace felino

La presenza di essudato settico nella cavità pleurica è chiamata piotorace. In altre parole, il pus si accumula in questo spazio in seguito a un’infezione batterica o alla presenza di corpi estranei. L’infezione che causa questa immagine può essere sangue o provenire da una ferita molto profonda.

Chilotorace felino

Questa condizione è caratterizzata dall’accumulo di chilo – fluido linfatico – nella cavità toracica. Può verificarsi a causa di insufficienza cardiaca o trauma diretto, ma molte delle condizioni non hanno mai una causa sottostante (idiopatica).

Insufficienza cardiaca

Una delle cause più comuni di accumulo di liquidi negli organi e nelle aree inadeguate. Quando il cuore non funziona correttamente, può incoraggiare alcuni liquidi a depositarsi e ristagnare in modo improprio. Questo può innescare il versamento pleurico nei gatti.

Ernia diaframmatica

Il diaframma è la separazione muscolare tra il torace e le cavità addominali che funge da barriera e aiuta la respirazione. Quando questa struttura è disturbata, gli organi addominali possono migrare nella cavità toracica. Questo difetto può essere congenito o acquisito dopo un trauma fisico molto forte, ma in entrambe le varianti è in grado di innescare un versamento pleurico.

Altre possibili cause del versamento pleurico nei gatti

Ti abbiamo presentato 4 delle cause più comuni di questa patologia nei felini, ma ce ne sono molte altre. Tra queste, segnaliamo:

  • Cancro: i tumori maligni nei polmoni o nella pleura possono causare versamenti.
  • Peritonite infettiva felina (FIP): come indicato dal GEMFE, questa condizione è causata da un coronavirus felino mutato. Non tutti i gatti infetti sviluppano un versamento pleurico, ma è un’altra causa.
  • Emorragia: il consumo di agenti tossici o un colpo molto forte può causare l’accumulo di sangue all’interno della cavità pleurica.

Diagnosi

Secondo studi professionali, il primo passo nella diagnosi di versamento pleurico felino è prestare particolare attenzione alla frequenza respiratoria. La presenza di strani suoni all’auscultazione, respiro affannoso e un elevato numero di respiri al minuto sono alcuni dei segni clinici che evidenziano questa malattia.

Una volta che si sospetta un problema respiratorio, vengono solitamente utilizzati i raggi X per osservare direttamente la situazione patologica nell’animale. Gli ultrasuoni possono essere utili, soprattutto quando la quantità di liquido accumulato nella cavità pleurica è molto bassa.

La toracentesi – puntura della parete toracica per rimuovere il liquido – viene utilizzata per rilevare la causa sottostante del versamento pleurico. Questo processo diagnostico porterà un sollievo immediato al gatto e aiuterà anche a trovare il problema dopo aver eseguito i test di laboratorio.

Trattamento

All’arrivo in clinica, l’obiettivo principale è stabilizzare il paziente felino. Per fare ciò, verrà automaticamente collocato in una scatola di ossigeno, che consente all’animale di ottenere più O2 con meno sforzo respiratorio. Ciò consentirà alla sua respirazione di stabilizzarsi durante l’esecuzione del test e la pianificazione dei passaggi successivi.

In alcuni casi, la toracentesi è sufficiente per rimuovere il liquido in eccesso contrastante nella cavità pleurica. In ogni caso, nei pazienti più gravi, può rendersi necessario l’inserimento di un tubo toracico, che drenerà costantemente il fluido in eccesso di produzione. Questo farà respirare meglio il gatto, ma non risolverà direttamente la causa sottostante.

La causa del versamento pleurico nei gatti deve essere trattata oltre la stabilizzazione respiratoria. Dalla rimozione di un tumore alla chiusura di una ferita interna, sono molti gli approcci possibili.

Un gatto malato in una scatola di ossigeno.

Prognosi del versamento pleurico nei gatti

In quasi tutti i casi, stabilizzare il paziente felino è solo il primo passo. Successivamente, saranno necessarie successive visite dal veterinario per diagnosticare la causa sottostante del versamento pleurico.

A seconda dell’entità clinica causale, la prognosi può variare da fatale a riservata. In ogni caso, questa patologia di solito indica che qualcosa non va in uno dei sistemi vitali del gatto.

Potrebbe interessarti ...
Le tre malattie mentali più comuni nei gatti
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Le tre malattie mentali più comuni nei gatti

Anche i gatti soffrono di malattie mentali. Sapete Quali sono? Vi diciamo quali sono le tre che si manifestano più frequentemente.