4 specie di rospi velenosi

Sebbene siano velenosi, i rospi non sono un pericolo e non tentano mai di attaccare le persone, se non vengono disturbati. Il veleno ha il solo scopo di impedire ad altri animali di mangiarli e il suo effetto è lieve, a meno che non venga ingerito.
4 specie di rospi velenosi

Ultimo aggiornamento: 29 giugno, 2021

I rospi sono anfibi tozzi e paffuti che dipendono meno dall’acqua rispetto alle rane. Questi anuri sono generalmente molto lenti e vulnerabili ai predatori. Per questo motivo, hanno sviluppato una difesa sotto forma di tossine localizzate sulla pelle, che li rendono velenosi. E in questo articolo parleremo proprio dei più interessanti di questi esemplari, di 4 specie di rospi velenosi.

Le verruche che danno ai rospi il loro aspetto caratteristico sono ghiandole che ospitano vari composti tossici. Quando vengono disturbati, questi piccoli vertebrati possono secernere veleno attraverso di loro, con un aspetto lattiginoso e una consistenza viscida.

Anche se bisogna fare attenzione agli animali domestici o ai bambini piccoli, i rospi di solito non rappresentano un pericolo perché il veleno è solo un meccanismo di autodifesa.

4 specie di rospi velenosi

Sebbene la maggior parte dei rospi non abbia importanza medica, il veleno è uno strumento comune tra loro. Di seguito sono riportate alcune specie velenose rilevanti.

1. Rospo delle canne (Rhinella marina)

Originario dell’America centrale e meridionale, questo rospo è stato introdotto dagli esseri umani in molte altre parti del mondo. Questo l’ha fatta diventare una delle peggiori specie invasive dell’intero pianeta.

I rospi delle canne hanno un veleno molto forte, che è immagazzinato principalmente nelle loro enormi ghiandole parotidi, situate dietro la testa. Nella gamma nativa del rospo delle canne, i predatori si sono evoluti per sopportare questo veleno, quindi possono consumare questi anfibi senza convertirsi in parassiti.

Tuttavia, i predatori di altre aree muoiono cercando di mangiarli, quindi i rospi delle canne si espandono senza limiti. Come puoi immaginare, questo crea seri problemi negli ecosistemi.

Un rospo di canna viene catturato da una persona.

2. Rospo comune o europeo (Bufo bufo)

Tra le 4 specie di rospi velenosi troviamo il rospo comune o europeo. Sebbene più piccolo e meno fastidioso del rospo delle canne, il rospo comune è un altro anuro il cui veleno può causare danni ai piccoli animali. Le sue tossine provocano effetti come cattivo gusto, nausea, vomito e, in casi estremi, insufficienza cardiaca.

Questi animali carismatici sono molto pacifici. Vivono tranquillamente la loro vita al riparo fino all’arrivo della notte; a quel punto escono dai loro nascondigli per nutrirsi di invertebrati o riprodursi negli stagni.

Il veleno di questi animali è composto da bufotossine e bufogenine, tra le altre sostanze chimiche. L’esatta composizione delle secrezioni tossiche è diversa negli habitat naturali o trasformati dall’uomo.

È interessante notare che le lontre che mangiano questi animali hanno imparato a rimuovere prima la loro pelle, al fine di evitare di ingerire le tossine. Quando un animale sviluppa una risposta di difesa, il suo predatore imparerà sicuramente a evitarlo.

Il rospo comune è uno dei rospi velenosi.

3. Rospo del fiume Colorado (Incilius alvarius)

Questo è il più grande rospo nativo degli Stati Uniti. Misura tra gli 11 ei 19 centimetri e la sua è una pelle dura e coriacea, di colore verde oliva nei maschi e marrone screziato nelle femmine. Vive negli Stati Uniti sudoccidentali e nel Messico nordoccidentale.

Le secrezioni tossiche di Incilius alvarius contengono un composto chiamato 5-MeO-DMT, che ha effetti allucinogeni nelle persone. Come conseguenza delle loro proprietà allucinogene, questi rospi vengono raccolti e trafficati per ottenere questo composto, che viene utilizzato come droga ricreativa o per cercare di curare problemi di salute mentale.

Sebbene questo rospo non sia in pericolo di estinzione, alcune popolazioni sono influenzate da queste pratiche, che possono anche causare problemi di salute negli esseri umani.

Uno dei rospi più velenosi.

4. Rospo gigante asiatico (Phrynoidis asper)

Questa specie abita Myanmar, Malesia, Indonesia e Borneo. È di colore scuro e ha molte piccole verruche sulla pelle, che gli danno un aspetto molto ruvido. In generale, questo rospo appare più snello di altri in questa lista, con arti più lunghi e sottili rispetto al corpo, che è anche meno gonfio.

Il veleno di questo anuro è costituito principalmente da bufotalina. Come altre tossine nei rospi, questa sostanza ha effetti cardiotossici. Contiene anche altre sostanze chimiche, come la resibufogenina. Nei topi, una dose di 100 milligrammi può causare difficoltà motorie, convulsioni e debolezza del corpo per 5 ore.

Uno dei rospi velenosi su una fontana.

4 specie di rospi velenosi: usi umani del veleno

Sebbene possano essere pericolosi se ingeriti, le secrezioni di rospi velenosi sono state utilizzate dagli esseri umani nel corso della storia. Uno degli usi più tipici di questo veleno è come droga ricreativa: come già accennato, i rospi del fiume Colorado vengono attualmente utilizzati per questo scopo, ma in passato venivano raccolti anche rospi di canna.

Per notare gli effetti dei composti allucinogeni, le persone leccano i rospi o, in mancanza di ciò, estraggono e preparano le secrezioni per il fumo. Come con qualsiasi altro farmaco, consumare il veleno di questi animali comporta gravi rischi per la salute, oltre a danneggiare questi animali e le loro popolazioni.

Il veleno di una sottospecie asiatica di Bufo bufo è stato utilizzato anche per millenni nella medicina tradizionale cinese. Le secrezioni essiccate di questi animali sono utilizzate principalmente per curare il cancro, sebbene la loro efficacia sia dubbia.

Un rospo a rischio di estinzione.

Sebbene alcuni rospi siano velenosi, non sono affatto pericolosi, soprattutto se eviti di toccarli o disturbarli. Questi sono animali molto pacifici che non tentano mai di attaccare e che tengono a bada le popolazioni di invertebrati. Pertanto, non è mai giustificato uccidere questi animali, indipendentemente dalle loro secrezioni tossiche.

Potrebbe interessarti ...
Le principali differenze tra rospi e rane
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Le principali differenze tra rospi e rane

Le differenze tra rospi e rane sono molteplici: la pelle, l'habitat, la conformazione delle zampe. Se volete scoprirle tutte, non perdetevi questo ...