5 animali che vivono in Alaska

08 giugno, 2018
Adattatesi alle dure condizioni climatiche del clima oceanico e artico, queste specie attirano l'attenzione per la loro grande mole; rapaci, cetacei e cervidi popolano questa regione
 
Tra montagne, laghi congelati, vulcani che entrano in eruzione e taiga, possiamo trovare un’impressionante fauna. In questo articolo presentiamo alcuni degli animali che vivono in Alaska. Non perdetevelo!

Quali sono gli animali che vivono in Alaska?

Con un estremo clima oceanico e artico, il freddo qui si fa sentire davvero, anche se in estate la temperatura può essere piuttosto gradevole. Gli animali che vivono in Alaska hanno saputo adattarsi in modo eccezionale a queste condizioni. A seguire vi parliamo delle specie più rappresentative.

1. Orso grizzly

Sebbene lo si immagini più che altro nei parchi nazionali statunitensi (tra cui quello di Yellowstone), la verità è che la più numerosa popolazione di orsi grizzly si trova in Alaska. Dopo l’orso polare e l’orso Kodiak, è il terzo per grandezza della famiglia Ursuspuò raggiungere i 550 chili e i due metri d’altezza quando si mette su due zampe. 

Orso grizzly con cuccioli

Questa sottospecie dell’orso bruno presenta, come i suoi parenti, una gobba sulla schiena che potenzia la forza delle zampe anteriori. La sua dieta è costituita da cortecce, frutta, radici, insetti, vermi, vegetali, grandi prede (come cervi e renne), salmoni e pesci della famiglia Centropomidae.

 

2. Alce

È uno degli animali che viene subito in mente quando si pensa all’Alaska. Si tratta del più grande animale della famiglia dei cervidi (raggiunge i tre metri di lunghezza e i due metri di altezza) e vive nei boschi nordici.

Si è adattato in maniera sorprendete ai climi freddi: ha il naso molto grande per poter riscaldare l’aria prima che entri nei polmoni e lunghe zampe per evitare che il ventre tocchi la neve mentre cammina. La natura è davvero saggia!

Alce maschio richiama una femmina con la bocca aperta

I maschi di alce presentano corna molto particolari, con diverse punte e molto grandi. Hanno anche una sorta di “lembo di pelle” sotto il mento che li fa apparire ancora più forti e potenti. Tuttavia, usano le corna solo per contendersi una femmina nel periodo dell’accoppiamento, in caso di pericolo scappano in fretta.

3. Lupo grigio della Valle di Mackenzie

Di grande taglia e con il pelo che va dal nero al grigio biancastro (fa la muta dopo l’inverno), il lupo grigio della Valle di Mackenzie è un altro degli animali che vivono in Alaska, vicino al Mar Glaciale Artico.

Lupo dell'Alaska
 

I maschi adulti sono lunghi 85 centimetri e pesano fino a 65 chili. Si uniscono in branchi con le femmine e gli esemplari più giovani per cacciare wapiti, cervi e alci. Impiegano la seguente tecnica: il capo branco dà il morso mortale e dopo essersi saziato, dà spazio agli altri.

4. Megattera

Si tratta di una delle Balaenopteridae più grandi, poiché può raggiungere i 16 metri e pesare fino a 3600 chili. Sebbene si trovino in tutti gli oceani e mari del mondo, in Alaska è possibile avvistarle in estate quando viaggiano in cerca di krill e piccoli pesci da mangiare.

Megattera salta fuori dall'acqua

Per poter avvistare questo enorme animale, si possono fare delle escursioni in barca nello Stretto di Prince William o nel Parco Nazionale dei Fiordi di Kenai. A volte mostra solo la coda, ma se si è fortunati, la si può vedere saltare fuori dall’acqua.

5. Aquila di mare testabianca

È detta anche aquila bianca ed è il simbolo degli Stati Uniti. Si trova anche in Alaska e ha piume nere in tutto il corpo, fatta eccezione per la testa e la coda bianche e il becco giallo.

Aquila testabianca bandiera americana
 

Questo uccello può restare fermo per molto tempo; anche se sembra indifferente, in realtà sta osservando dove trovare cibo. Mangia pesci come il salmone o la trota, ma può alimentarsi anche di carogne.

L’aquila calva è anche l’uccello che costruisce il nido più grande dell’America del Nord: quattro metri di altezza e due metri di larghezza. A terra, sugli alberi o sulle rocce in prossimità di precipizi, purché sia vicino all’acqua. Entrambi i genitori accudiscono i pulcini finché non imparano a volare da soli.