5 passi per lo svezzamento dei cuccioli

I cuccioli sono molto delicati ed è fondamentale saperli accudire in tutte le fasi della loro vita. Lo svezzamento è un passaggio necessario in tutti i cani e quindi è importante sapere come farlo.
5 passi per lo svezzamento dei cuccioli

Ultimo aggiornamento: 08 luglio, 2021

La crescita è una fase molto importante in tutte le specie, poiché è nel suo corso che si realizzano tutte le funzioni fisiologiche necessarie per vivere correttamente. I cani, in particolare, sono suscettibili allo sviluppo di malattie e infezioni muscoloscheletriche se non vivono un’infanzia adeguata. Per questo motivo conoscere le 5 passi per lo svezzamento dei cuccioli è fondamentale per garantire il loro benessere a lungo termine. 

In natura, circa il 30% dei cuccioli muore tra la nascita e lo svezzamento, a causa del gran numero di microrganismi dannosi a cui vengono improvvisamente esposti. Pertanto, per evitare che la fase dello svezzamento si trasformi in un disastro e far sì che nessuno dei membri della cucciolata muoia, è importante conoscere le informazioni riportate di seguito. 

5 passi per lo svezzamento dei cuccioli

Nelle prime fasi della loro vita, i cuccioli vivono con la madre e i fratelli senza la necessità di mangiare cibi solidi, poiché il loro nutrimento è costituito interamente dal latte materno. Durante lo svezzamento, i cuccioli hanno bisogno del doppio dell’energia rispetto ai cani adulti della stessa razza, poiché devono raggiungere uno sviluppo osseo e muscolare specifico, secondo quanto affermato dagli esperti

Quando i cuccioli vengono svezzati, significa che passano dal nutrirsi con il latte materno all’alimentazione con cibi solidi. Al di là del semplice concetto che racchiude, questo processo richiede una conoscenza preliminare per poter essere svolto correttamente. Qui di seguito, vi indicheremo le 5 passi per lo svezzamento dei cuccioli. 

5 passi per lo svezzamento dei cuccioli

1. Prendersi cura della mamma

È importante fornire una dieta piacevole alla madre dei cuccioli alla fine della gestazione – ultime 3 settimane – e durante l’allattamento. Questo è l’unico modo per garantire la stabilità e uno sviluppo corretto del neonato. 

Durante il percorso dalla nascita allo svezzamento, la madre svolge compiti fondamentali affinché i cuccioli crescano sani. Il suo grande lavoro deve essere gestito con cura. 

I cuccioli nascono con pochissima immunità naturale e non la svilupperanno completamente fino a circa 16 settimane di età. Pertanto, dipendono esclusivamente dalla madre, che fornisce loro le difese immunitarie attraverso il latte. 

Il colostro, un latte ricco di sostanze nutritive che la madre produce durante i primi giorni dopo la nascita, contiene immunoglobuline. Queste proteggono i cuccioli da possibili malattie, mentre sviluppano il proprio sistema immunitario. 

Tuttavia, questo trasferimento di immunità vitale dalla madre a volte è scarso, perciò i cuccioli possono essere a rischio fino a quando non viene attivata la propria difesa immunitaria, come indicato dagli esperti. Questo periodo nello sviluppo di un cucciolo è noto come gap immunitario. Durante questa fase, i cuccioli sono più vulnerabili alle infezioni. 

2. Conoscere il momento giusto per svezzare i cuccioli

Nelle prime 2 settimane di vita, i cuccioli sono inclini alla disidratazione e, come già ampiamente detto, la loro vita dipende dal latte materno. I cani giovani sono sempre a rischio di infezioni virali, batteriche o parassitarie, ma una buona alimentazione nel corso della gravidanza, l’allattamento e la crescita aiuterà a ridurre questi rischi. 

Per evitare problemi, ai cuccioli può essere somministrato cibo secco – senza trascurare il latte materno – a partire dalle 2,5 settimane di età e fino alle 4 settimane. In questo momento, il latte non fornisce una dieta completa per tutti i cuccioli. Lo svezzamento definitivo arriverà a 6 o 8 settimane di vita. 

3. Conoscere le proporzioni degli alimenti 

Il primo alimento di un canide deve essere molto leggero e contenere una composizione intermedia tra il latte e la dieta di crescita. Qualsiasi alimento offerto deve essere formulato specificatamente per i cuccioli, in quanto la loro salute nutrizionale – come nei cani adulti – dipende dal ricevere le giuste quantità e proporzioni di 5 nutrienti essenziali: 

  • Acqua.
  • Proteine.
  • Grasso.
  • Carboidrati.
  • Minerali.

Per essere considerato completo, un alimento per cuccioli deve contenere tutti i nutrienti essenziali, fatta eccezione per l’acqua – che deve essere sempre accessibile. Inoltre, questi nutrienti devono essere presenti nella giusta proporzione per garantire una dieta equilibrata. 

Sebbene grassi, proteine e calcio tendano ad avere una maggiore enfasi nel cibo per cuccioli, ogni nutriente essenziale è fondamentale. Le carenze di uno qualsiasi di questi nutrienti possono compromettere la salute a breve o lungo termine dell’intera cucciolata. 

4. Sapere come dar da mangiare ai cuccioli 

Nello svezzamento totale, il consumo di alimenti solidi deve essere sufficientemente elevato da fornire ai cuccioli l’energia e i nutrienti necessari. Questa fase è molto delicata, e va evitato un cambio improvviso della dieta e regolata l’assunzione di cibo durante i primi 3 giorni per evitare danni digestivi

Il cibo solido deve essere mescolato con acqua tiepida e messo a bagno per diversi minuti, fino a quando non assume una consistenza simile al porridge. È inoltre importante tenere in considerazione i seguenti punti:

  • Offrire ai cuccioli il cibo in piccole quantità all’inizio, e permettere loro di leccare il porridge. 
  • Rimuovere eventuali residui di cibo dopo circa 10 minuti.
  • Fornire piccoli pasti regolarmente e aumentare la quantità nel corso della crescita, seguendo le linee guida di alimentazione che puoi trovare sulla confezione del cibo. 

I cuccioli si abitueranno presto ai nuovi sapori e alle nuove consistenze. Quindi possono gradualmente smettere di nutrirsi con cibo umido e arrivare a mangiare soltanto cibo secco. Una volta che i cuccioli hanno compiuto un mese, è importante avere sempre a loro disposizione dell’acqua. 

5. Fai una transizione per cambiare il tuo cibo

Quando i cuccioli vengono adottati e vanno a vivere in una nuova casa, vivono un momento piuttosto problematico e delicato, perché il loro ambiente cambia drasticamente. Il cane avrà un nuovo riferimento vitale – l’essere umano -, una casa ricca di stimoli e un’alimentazione diversa. 

Idealmente, la sua dieta dovrebbe attraversare un periodo di transizione in cui si passa dal cibo a cui era abituato, a mangiare quello nuovo, poiché oltre allo stress dovuto a un cambiamento di ambiente, può verificarsi un’alterazione della flora intestinale. Ciò provocherebbe diarrea al cane e aumenterebbe il rischio di infezioni virali o batteriche.

Un cucciolo in un campo di fiori.

Nel tempo, noterai cambiamenti significativi nei cuccioli. Ma se vivono una fase di svezzamento adeguata, vedrai che cresceranno rapidamente, giocheranno tra loro e seguiranno uno sviluppo corretto, migliorando la loro postura ed i loro movimenti.

Potrebbe interessarti ...
Il calendario di sverminazione e vaccinazione dei cuccioli
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Il calendario di sverminazione e vaccinazione dei cuccioli

È essenziale rispettare il calendario di sverminazione e vaccinazione dei cuccioli per prevenire eventuali malattie provocate dai vermi e dai paras...