5 specie di Ara che dovete conoscere

· 18 settembre 2018
All'interno della famiglia degli Psittacidae, l'Ara contribuisce conta attualmente ben otto specie e diverse sottospecie.

Colorati e con un becco caratteristico, le specie di Ara che vivono in America centrale e meridionale sono davvero uniche. Nel seguente articolo vi parleremo di alcune delle specie di Ara più conosciute e affascinanti. Ognuna con caratteristiche e curiosità che vale la pena scoprire.

Quante specie di Ara esistono al mondo?

All’interno della famiglia degli Psittacidae, l’Ara contribuisce conta attualmente ben otto specie e diverse sottospecie. Questi straordinari uccelli piumati vivono tra gli alberi dalle giungle, dal Messico al nord dell’Argentina. Le specie di Ara più rappresentative sono queste cinque:

1. Ara gialloblu

L’Ara Ararauna – che potete apprezzare nella foto in alto – è endemico del Sud America, dato che si può trovare in tutto il bacino dell’Amazzonia e nei pressi dei fiumi Paraguay e Paraná. Forma gruppi di massimo 30 individui e, come tutta la sua famiglia, possiede un potente becco e una lunga coda.

Per quanto riguarda i suoi colori, ha un petto giallo, piume e schiena blu-turchese, muso bianco con strisce nere ai lati degli occhi, becco, collo e gambe nere. Anche la coda è gialla, in varie tonalità.

Non ci sono quasi differenze tra i sessi, possono misurare circa 90 centimetri e pesare un chilo e mezzo. Sono animali monogami e non si separano mai. Entrambi si occupano di costruire il nido, covano le uova fino alla loro schiusa e nutrono i pulcini, che nascono ciechi e totalmente sprovvisti di piume.

2. Ara scarlatta

In alcuni paesi è chiamato l’Ara macao, ed è uno dei più grandi della sua famiglia: raggiunge quasi un metro di altezza. Il suo piumaggio è davvero bellissimo: rosso su pancia, testa, collo e schiena, blu, giallo e verde sulle piume della coda. Il muso è bianco con becco e zampe grigie.

Ara scarlatta

Questa specie di Ara è molto socievole, ha abitudini diurne e forma stormi di dozzine di esemplari per cercare cibo, proteggersi e riposare. Ogni gruppo è comandato da un maschio dominante e sono endogami: si riproducono tra membri della stessa famiglia.

La dieta è composta da semi, frutta, nettare, foglie e steli. Potete anche vederli mangiare sassolini e piccole rocce, per eliminare le tossine presenti nel loro cibo. Abitano all’interno di giungle tropicali, savane, foreste aperte e pianure con un alto tasso di umidità.

3. Ara militare

E’ un’altra specie di Ara macao molto particolare, e il suo habitat si estende in diverse aree dell’America Latina. Con una lunghezza di 70 centimetri, e un’apertura alare di 110, questo uccello ha una colorazione in prevalenza verde, con piume turchesi sulle ali. Potete apprezzare una specie di ‘maschera’ rossa sopra il becco – che è di colore nero – e che si estende davanti agli occhi.

Due esemplari di Ara militare

La sua coda è lunga e appuntita e le piume si aprono completamente, quando vola. L’iride degli occhi è di colore giallo pallido mentre le zampe sono grigio scure.

4. Ara fronterossa

Questo uccello endemico della Bolivia, vive in foreste e valli nelle regioni di Santa Cruz, Potosí, Chuquisaca e Cochabamba. Purtroppo è un uccello in pericolo di estinzione. È una delle più piccole specie di Ara che esistono al mondo, dal momento che non supera i 60 centimetri.

Ara fronterossa tra le rocce

Il suo corpo è per lo più verde chiaro, ma ha alcune aree arancioni e turchesi – per esempio sulle piume e su entrambi i lati del viso. Si apprezza anche una sorta di cappello rosso sulla parte superiore della testa. Il becco è nero e intorno agli occhi – dotati di un’iride arancione – è sprovvisto di piume.

5. Ara verde

Chiudiamo la nostra lista dedicata alle cinque specie di Ara più belle con una varietà interessantissima (Ara ambiguus), che abita nelle giungle dell’America Centrale. Specialmente in Honduras, Colombia ed Ecuador, per essere più precisi. Predilige le foreste umide e basse, fino a 1.500 metri sul livello del mare.

Ara verde su un ramo

Misura circa 90 centimetri e pesa circa 1,5 chili. Il suo piumaggio è bellissimo: una vera e propria sfumatura di tre colori. Nella parte superiore è verde, al centro è giallo e nella parte inferiore è turchese. La sua coda è rossa ma a volte può essere anche arancione. Come vedete in alto, l’Ara verde possiede una specie di “protezione” di colore rosso per il becco e non ha piume intorno agli occhi.

Vive in ​​gruppi di massimo 40 esemplari, può volare a grandi distanze quando va in cerca di cibo e si nutre, in prevalenza, di semi di mandorle di montagna. E’ monogamo come l’Ara gialloblu e la coppia ritorna nello stesso nido ogni volta che vengono deposte nuove uova.