7 consigli per educare un cane dominante

7 Consigli per educare un cane dominante

Ci sono cani che, per natura, sono obbedienti e tranquilli. Altri, al contrario, preferiscono mostrarsi resistenti all’autorità umana, e vengono comunemente indicati come “cani dominanti”. Questi ultimi sono caratterizzati da un forte carattere e una spiccata personalità. Un problema non indifferente, che si presenta nel momento in cui i padroni cercano di portare avanti un qualsiasi addestramento. Educare un cane dominante non è affatto facile. Tuttavia, con pazienza e cura dei particolari, il compito diventerà alla portata di tutti.

Se volete addestrare il vostro cane dominante, ricordate questi tre concetti: serenità, costanza e determinazione. Inoltre, nel momento in cui decidete di adottare un cane, dovete prepararvi mentalmente che potrebbe presentarsi un problema di questo tipo. Non a a caso, ci sono razze che sono estremamente dominanti e, per così dire, ‘meno’ intelligenti. Per voi, il tutto si tradurrà in ore extra di lavoro per allenare e formare il vostro animale domestico in modo adeguato.

Un cane dominante è perfetto se avete, anche voi, un carattere molto forte. O, altrimenti, se si tratta di un’esperienza che avete già fatto e che sarete in grado di gestire grazie proprio all’esperienza. Scoprire di avere accolto in casa un esemplare indipendente e che si sente in diritto di fare tutto ciò che vuole, è un rischio per la convivenza di entrambi.

Come educare un cane dominante?

Molte persone, quando adottano un cane, si trovano di fronte all’inconveniente di un animale con una fortissima personalità. I cani dominanti cercano, in tutti modi, per istinto, di sopraffare la normale gerarchia (che individua il padrone come ‘capobranco’). Per poter addestrare un cane dominante, occorre tener conto di alcune regole e consigli utili. Le linee guida educative devono essere seguite molto strettamente, passo dopo passo. L’obiettivo è semplice: mostrare al vostro nuovo amico chi è che domanda davvero.

Come educare un cane dominante

L’animale deve comprendere che non è lui a dirigere il gioco, bensì il suo padrone. Sin dal primo istante, sia che si tratti di un cucciolo che di un esemplare già adulto, dovrete mostrare modi decisi e stabilire regole coerenti.

Ci sono razze con un carattere dominante per natura, come il Doberman o il Rottweiller. Ma attenzione: un cane ‘normale’, per così dire ‘sottomesso’, può diventare dominante se si rende conto che il proprio padrone ha poco polso. Per questo motivo, occorre ricordare al vostro amico, costantemente, la vera e unica scala gerarchica.

Addestrare e educare un cane dominante

Ecco alcuni suggerimenti utili, da tenere a mente, per educare un cane dominante:

  • Insegnate al cane ciò che è buono e ciò che è sbagliato. Dato che l’animale giunge a casa da un altro contesto, è necessario fargli comprendere le regole di convivenza. Correggete ogni comportamento sbagliato, come salire sul letto o urinare in casa.
  • Non lasciate che il cane si appropri di alcuni spazi. Se lasciate che l’animale salga su letti, poltrone e sedie, rafforzerete la sua autostima. Il vostro ruolo di capobranco e la leadership diminuiranno, e l’animale penserà di essere lui il vero padrone.
  • Il cane dovrebbe mangiare dopo il suo padrone. Può sembrare un aspetto banale, ma ricorda la primordiale gerarchia del suo gruppo sociale. Nel branco, il cane dominante mangia prima di tutti gli altri. Se pranzerete o cenerete prima del vostro animale, offrendogli la pappa solo dopo aver terminato, gli invierete un messaggio psicologico impossibile da fraintendere.
  • Controllate la sua corsa. Questo è un altro aspetto fondamentale. Alcuni padroni hanno timore nell’usare il guinzaglio, con un poco di forza moderata, per controllare la velocità di andatura del cane. Al contrario: abituatelo sempre a camminare o correre con voi, al vostro ritmo, mantenendolo sempre qualche centimetro prima delle vostre gambe. Prima venite voi.
  • Socializzazione. È essenziale che l’animale interagisca in modo pacifico con gli altri. Abituatelo fin da cucciolo a stare in mezzo alla gente e ad avvicinarsi ad altri esemplari, trasmettendogli sicurezza e fiducia.
  • Addestramento. Sfruttando dei semplici ordini di base, potrete controllare ogni situazione. Quelli più importanti sono i classici: “seduto”, “sdraiato”, “a cuccia”, “prendi la palla”, ‘”molla”.
  • Non perdete mai la pazienza. A volte i cani si comportano come dei bambini. Hanno bisogno di pazienza e comprensione per imparare ciò che va fatto e ciò che no.

Un segreto? Il lavoro di squadra

Grazie a questi semplici 7 consigli per educare un cane dominante, i vostri amici a quattro zampe impareranno a capire quale sia il loro ruolo in casa. E’ un lavoro che richiede impegno, responsabilità e pazienza. Rispettando questi tre elementi, l’obiettivo sarà raggiunto rapidamente.

7 Consigli utili per educare un cane dominante

Tuttavia, il ruolo di leader su un animale domestico ha anche altre connotazioni. Lo scopo è fare in modo che impari a vivere e rispettare le persone. Non parliamo di creare una dittatura ferrea e violenta: la vostra credibilità di padrone dovrà essere costruita con umiltà e affetto.

Di solito, un cane stabilisce un fortissimo legame con il proprio capobranco umano. Ciò spinge l’animale a proteggere, prendersi cura e comprendere i sentimenti della persona. La relazione tra animali e uomini funziona meglio quando entrambe le parti imparano a cooperare.

Insomma, se possedete un cane dominante, esistono diversi modi per risolvere il problema. Aiutatelo a migliorare e potrete contare su un amico a quattro zampe sempre pronto a dispensare affetto e protezione.

Fonte dell’immagine principale: Collezionista di Momenti