7 cose che i gatti odiano

Egocentrici, distaccati, dispettosi… sui gatti si dicono tante cose, ma in realtà spesso il loro comportamento è dovuto alle nostre azioni o alle situazioni in cui li mettiamo. Per evitare malintesi, vi elenchiamo 7 cose che i gatti odiano.

1.- L’acqua

In realtà, i gatti non odiano l’acqua, altrimenti non la berrebbero. Ciò che realmente infastidisce questi felini è fare il bagno. Questa avversione ha diverse spiegazioni:

  • La prima è strettamente relazionata alle origini dei gatti. Essi provengono da zone desertiche,in cui il contatto con l’acqua è sporadico, ragione che giustifica la poca confidenza con questa. Tale affermazione potrebbe essere corretta, e lo dimostra il fatto  che i  felini delle zone dove l’acqua abbonda, come le tigri, passano gran parte della giornata immersi nelle paludi, e nuotare è una delle loro attività favorite.
  • Alcune razze di  gatti sono molto  meno  riluttanti  al contatto  con l’acqua; ne è un esempio  il  gatto  pescatore, che arriva persino  ad immergersi alla ricerca di una preda, benché solitamente la catturi  usando solo le zampette. Molti padroni educano i loro gatti all’acqua. Pertanto, l’avversione che prova un gatto  per il  bagno, dipenderà dalla sua educazione.   
  • Un’ulteriore teoria potrebbe vedere in questo comportamento una reazione istintiva, che il gatto mette in atto per evitare di ammalarsi. L’apparato  respiratorio  dei gatti  è molto  delicato, e fare il  bagno  potrebbe rappresentare un grave rischio  per la loro  salute, specialmente quando vivono allo stato brado.

2.- Essere ignorati

gatto aggresivo

I gatti sono animali estremamente indipendenti ma, quando richiamano la nostra attenzione, la pretendono subito. Di solito, il  nostro gatto  ci fa sapere quando ha fame, quando  vuole essere coccolato o quando desidera che facciamo  qualcosa per lui (aprire una porta, avvicinargli qualcosa a cui non arriva). Quindi, se non lo  accontentiamo subito, comincerà a miagolare con insistenza, girandoci intorno e arrivando in alcuni casi persino a morderci.

3.- Certi Odori

Come i cani, i gatti hanno un senso dell’olfatto molto sviluppato, sebbene non così sofisticato. Pertanto, alcuni profumi che a noi sembrano deliziosi, per loro sono semplicemente ripugnanti.

Questo ci è molto utile durante il processo di educativo, poiché ci permette di dissuaderli dal fare qualcosa di scorretto,  come giocare con le piante o sdraiarsi  sul nostro letto. Alcuni di questi odori sono gli agrumi, l’aglio, l’odore delle foglie del tè e del caffè, l’assenzio, la citronella e il tabacco.

4.- Il Fumo

Non solo i gatti, ma la maggior parte degli animali istintivamente fugge dal fumo, poiché durante l’evoluzione hanno sviluppato un sistema d’allarme che gli mette in allerta, per evitare di morire bruciati o soffocati. Il fumo implica la presenza del fuoco, e questo potrebbe essere molto pericoloso; perciò, il loro istinto naturale gli porta a fuggire in presenza di questa sostanza.

5.- Essere troppo  manipolati

Ai gatti  non piace essere coccolati troppo a lungo. Sebbene esistano razze come il gatto  siamese, molto  unito al suo padrone, alla maggior parte di questi felini non piace il contatto  costante, in parte perché loro usano il contatto come forma di  dominio, pertanto, vi  permetteranno di toccarli  solo  quando vogliono  e per il tempo  che vogliono.

6.- I  cani

gatto occhi bicolore

Non è  che i gatti  odino  i cani, solo  che essendo  predatori entrambi, tendono ad  essere rivali per il  cibo e per il territorio. Ma un gatto  socievole non avrà  nessun problema ad essere circondato  da cani.

7.- I rumori striduli

Suoni come il claxon, la musica molto  forte, le urla, o suoni striduli possono causare nei gatti  patologie come stress, nervosismo e ansia.

Questo  perché  i gatti  hanno  un senso dell’udito molto sviluppato e stanno attenti  a quello  che succede intorno. Siccome sono animali territoriali, percepiranno un forte rumore, specialmente se è comparso all’improvviso, come una minaccia per il loro territorio.

La cosa migliore per affrontare questo problema, è  avvicinare i gattini fin da cuccioli ai rumori, anche se non è facile, poco alla volta si  abitueranno al fatto  che il  rumore fa parte del loro habitat.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche