8 consigli per addestrare il cane al guinzaglio

Anche se è più facile addestrare il cane al guinzaglio quando è cucciolo, anche per gli esemplari più adulti il processo è abbastanza semplice. La cosa più importante è avere pazienza e non perdere mai la fiducia in voi stessi. Servono fermezza e costanza. Il successo nell’educare il vostro amico a quattro zampe ed abituarlo a collare e guinzaglio dipende proprio dall’impegno di voi proprietari e non, come a volte si crede, dalle capacità dell’animale. Vediamo dunque quali sono i trucchi che vi aiuteranno nell’impresa.

Addestrare il cane al guinzaglio

Questo processo di apprendimento può richiedere un po’ di tempo. Vi consigliamo di stabilire un vero e proprio piano di allenamenti giornalieri in modo da mantenere alta l’attenzione del vostro cane. Se lasciate trascorrere troppo tempo tra una lezione e l’altra, il rischio è che l’animale dimentichi tutto senza mostrare progressi. Ecco come fare in modo che il vostro cane si senta a suo agio con il guinzaglio, in 8 semplici mosse:

1. Scegliere collare e guinzaglio adatti

La scelta dei materiali non va mai sottovalutata e questo è il primo passo, fondamentale, per il successo dell’operazione. Per iniziare, scegliete un collare liscio e leggero e un guinzaglio poco pesante. In questo modo, l’animale si abituerà a portare qualcosa intorno al collo senza notare fastidio, iniziando a rimanere vicino a voi quando camminate. Non stringete troppo il collare: dovrete lasciare sempre uno spazio libero di almeno due dita, per non causare danni al collo del vostro amico a quattro zampe.

cane a passeggio con il guinzaglio

2. Come mettere il collare

È necessario che il vostro animale domestico si abitui ad indossare il collare sempre, anche quando è a casa. Insomma, non solamente quando uscite per una normale passeggiata. In un primo momento, provate a metterglielo e levarlo, aumentando sempre più il periodo in cui lo tiene. In alcuni casi, il vostro cane proverà a toglierselo, cercando di morderlo. Poco a poco, si abituerà, considerandolo qualcosa di normale.

3. Abituatelo al guinzaglio

Lo stesso dicasi per l’uso del guinzaglio. Fategli annusare il nuovo oggetto e collegatelo al collare con un gesto lento e calibrato, lasciando libero il vostro cane per casa. Poi, con dolcezza, iniziate ad usarlo, realizzando piccoli percorsi all’interno dell’abitazione. L’apprendimento dovrà sempre essere graduale e accompagnato da tante coccole.

4. Orario e ambiente tranquillo

Per insegnare al vostro cane a stare al guinzaglio, evitate le ore di punta e i luoghi troppo affollati. L’obiettivo è che il vostro amico presti la massima attenzione alle istruzioni da voi impartite, senza il disturbo da parte di automobili, frastuoni, bambini o altri animali. Scegliere il momento e il luogo giusto vi aiuterà a mantenere una situazione di calma, ideale per poter insegnare e farvi comprendere.

5. L’importanza del rinforzo positivo

Più volte, negli articoli de I Miei Animali ribadiamo l’importanza strategica di premiare il vostro animale. Anche in questo caso, portate con voi dei croccantini, qualche pezzo di salsiccia o di formaggio, insomma un piccolo spuntino da usare come premio. Ogni volta che il cane eseguirà un comando al guinzaglio, è doveroso e giusto offrirgli uno snack. In tal modo assocerà il premio a un comportamento positivo, avanzando nell’addestramento in modo più rapido ed efficace.

6. Fategli capire quando sbaglia

Così come ricompensate il cane quando si comporta bene, allo stesso modo dovrete essere bravi e fermi nel richiamare la sua attenzione quando non fa ciò che gli ordinate. Non c’è bisogno di gridare, né tantomeno di usare la violenza. Esistono molti altri modi più “tranquilli” che consentono di ottenere risultati più duraturi.

Ad esempio, se l’animale tira il guinzaglio, smettete di camminare. Si renderà conto che, anche se tira con tutta la forza, non potrà andare mai da nessuna parte senza il vostro consenso. Se si siede, si sdraia o non vuole camminare, allontanatevi per tutta la lunghezza del guinzaglio, chiamatelo a voi e offritegli un croccantino.

7. Camminate davanti

Il padrone è l’unico e vero “capobranco”. Un concetto fondamentale che occorre ribadire all’animale soprattutto in strada, un luogo pieno di rischi e di pericoli, dove tutto può succedere. Per far comprendere al vostro cane chi è che comanda, camminate sempre prima di lui, mantenendolo un po’ indietro. Anche nel modo di camminare si vede chi è che comanda.

cane in riva al fiume

Se ci sono altri cani nelle vicinanze, prestate attenzione al comportamento del vostro. Evitate di avere un atteggiamento nervoso o di paura, perché il cane lo percepirà come una minaccia, ponendosi sulla difensiva. Rimanete fermi, accarezzate il vostro amico e migliorerete la sua capacità di socializzazione. Sentendo la vostra fiducia e vedendovi calmi, non attaccherà né abbaierà mai senza un reale motivo.

8. Continuate ad addestrarlo

Una volta che avete abituato il vostro cane a camminare al guinzaglio, continuate a uscire con lui, due o tre volte al giorno, se possibile. Non solo è un ottimo esercizio per entrambi, ma vi aiuterà anche a ripetere e allenare ordini e addestramento già realizzati.

Fonte dell’immagine principale: Carlos Varela
Categorie: Addestramento Tags:
Guarda anche