L’importanza della socializzazione nei cuccioli

· 24 febbraio 2017

La socializzazione nei cuccioli è un elemento fondamentale per la loro crescita. Sin dalla tenera età hanno bisogno di giocare, comunicare ed esprimersi. Abituarli a relazionarsi con le persone, con altri animali e, soprattutto, con i propri simili, migliorerà notevolmente la loro personalità. In questo articolo analizzeremo e spiegheremo l’importanza della socializzazione per il vostro cucciolo. Senza scordare alcuni consigli utili per aiutarlo a sviluppare un’adeguata capacità di interagire con gli altri.

Socializzazione nei cuccioli: pericoli da evitare

L'importanza della socializzazione nei cuccioli
Foto: Michael Peligro

Molto spesso, i padroni hanno paura che il proprio cucciolo possa trovarsi in pericolo, se si relaziona con altri cani. Il fatto di avere dimensioni e peso assai ridotte, rende il giovane animale molto vulnerabile. Giocare con esemplari di maggiore stazza, giustamente, può rappresentare un serio motivo di preoccupazione.

Per evitare errori, il primo consiglio è agire sempre considerando l’età del vostro cucciolo. Se è appena nato o ha ancora poche settimane di vita, bisogna assolutamente evitare il contatto con altre specie o animali sconosciuti. La socializzazione, in questo caso, sarà limitata alla madre e a fratelli o sorelle.

I cuccioli sono fragili da un punto di vista strutturale ma anche interno, ovvero a livello di sistema immunitario. Virus e batteri che sarebbero facilmente superabili in età adulta, rappresentano un pericolo concreto per animali appena nati o giovani. L’ambiente esterno (strade, parchi, spiagge) può veicolare malattie a livello aereo che possono attaccare in modo profondo i vostri cuccioli, creando problemi anche gravi.

Per poter iniziare a frequentare nuovi amici, dunque, da bravi padroni dovrete attendere almeno la terza settimana di vita. Ogni interazione con l’ambiente esterno dovrà comunque essere agevolata soltanto nel momento in cui siano state effettuate tutte le vaccinazioni. Basterà osservare il vostro cagnolino per capire quando è pronto per affrontare la vita da solo. Sarà agile, attivo, più coordinato e forte abbastanza per potersi alimentare da solo e farsi rispettare.

Dove portare il cucciolo a socializzare

Per la prima uscita del vostro cucciolo, vi consigliamo di scegliere un parco vicino casa. Qui troverete altri cani, di diverse età e dimensioni, bambini, tanti oggetti e luoghi da scoprire. Attenzione però: un parco pubblico può nascondere diverse insidie. Batteri, cani pericolosi, escrementi e oggetti appuntiti, come bottiglie rotte o siringhe.

Ciò non significa che dobbiamo precludere, a priori, le zone verdi pubbliche all’animale. Al contrario, occorre saper gestire la circostanza con attenzione e pazienza. E’ come portare a spasso un bambino piccolo. Dovrete seguire il cucciolo da vicino, per proteggerlo, controllare dove mette zampe e muso, iniziando a studiare e correggere i suoi comportamenti.

Per la prima volta il vostro amico a quattro zampe esce dalla propria zona di comfort. Fuori casa non ha più elementi riconoscibili che gli danno sicurezza e può avere paura, soffrire di stress o anche ansia. Sarà comunque la curiosità il suo sentimento più forte.

Finalmente si troverà con il muso all’aria, respirando odori nuovi, osservando cose mai viste prima e sperimentando cosa significa la vita vera. La socializzazione nei cuccioli deve avvenire in modo graduale e sotto costante controllo. Ciò eviterà traumi e migliorerà la capacità dell’animale di relazionarsi con gli estranei, umani o meno che siano.

Come far socializzare un cucciolo

L'importanza della socializzazione nei cuccioli

E’ molto importante che il debutto in società del vostro cagnolino avvenga nel momento giusto. Per non creare problemi al cucciolo, vi consigliamo di farlo uscire quando ha dalle 3 alle 12 settimane di vita.

Tenete sempre sotto controllo l’animale, soprattutto se la sua razza è di taglia medio piccola. Eviterete problemi con animali più grandi e potenzialmente più forti. Prima di permettere un avvicinamento, verificate visivamente o parlando con l’altro padrone, il carattere del suo nuovo amico.

La socializzazione nei cuccioli deve essere allargata anche ad altre specie. Potete far conoscere al vostro piccolo amico un gatto, un coniglio o altri animali domestici. Sempre quanto questo incontro non rappresenti un pericolo per nessuna delle due parti.

Fondamentale è poi il contatto con persone che non appartengono al nucleo familiare. Adulti e bambini sconosciuti permetteranno al cucciolo di sviluppare maggiore sicurezza rispetto agli estranei. Ricordate di tenere sotto controllo i bambini. Spesso, per eccesso di gioia e eccitazione, possono procurare fastidi ai piccoli animali. Correggete subito ogni comportamento esagerato o sproporzionato.

Il cane è l’animale domestico per eccellenza. E’ dovere di ogni padrone favorire in modo sano la convivenza tra cucciolo e umani. Un animale capace di socializzare e interagire in modo normale e moderato con l’ambiente e gli altri è sicuramente un animale sereno e felice.