Adottare un animale domestico abbandonato

10 marzo, 2016
 

Se desiderate avere un cane o un gatto, la cosa migliore che potete fare è scegliere di adottare un animale che sia stato abbandonato. Tuttavia, dovrete tener presente che una scelta del genere deve essere accompagnata dalla consapevolezza dell’impegno e della responsabilità che state assumendo nei confronti dell’animale.

L’impegno che comporta adottare un animale

cagnolini e cuccia

Adottare un animale domestico implica un profondo impegno da parte vostra. Non dimenticate che l’animale che volete adottare è già stato abbandonato una volta e non è bene che viva di nuovo la stessa esperienza traumatica. Per questa ragione, prima di fare questo passo, pensateci bene e valutate seriamente tutto ciò che comporta l’adozione.

Bisogna innanzitutto chiarire che i cani, i gatti e, in generale, tutti gli animali da compagnia, non sono dei giocattoli. Si tratta di esseri viventi e non oggetti usa e getta, di cui vi potete facilmente disfare se, ad esempio:

  • Vi annoiano
  • Non vi divertono più come prima, quando erano degli adorabili cuccioli
  • Si ammalano o invecchiano
  • Abbaiano o miagolano troppo
 
  • Rompono oggetti o fanno i loro bisogni dappertutto
  • Raggiungono una taglia troppo grande quando crescono
  • Restano incinta

Ricordate che le cause di abbandono che abbiamo appena elencato non sono colpa degli animali ma piuttosto dei padroni precedenti, che non hanno saputo o voluto prendersi cura di loro in modo responsabile.

Adottare un animale abbandonato è senza dubbio la scelta migliore che potete fare. Tuttavia, dare a questi animali l’opportunità di una nuova vita implica una grande responsabilità e un grande impegno da parte vostra.

Le responsabilità che comporta adottare un animale abbandonato

Quindi, prima di prendervi un impegno, che, se serio, è per sempre, dovrete tener presente che con esso dovrete anche assumervi, a seconda dei casi e delle necessità, le seguenti responsabilità:

  • Fornirgli una corretta alimentazione, adeguata ad ogni tappa della sua vita e adatta al suo peso e alla sua taglia
  • Portarlo dal veterinario per fare dei check-up periodici, per vaccinarlo e per deparassitarlo.
  • Portarlo a passeggio e giocare con lui ogni giorno
  • Offrirgli uno spazio comodo e confortevole per riposare
  • Farlo socializzare ed educarlo
  • Farlo sterilizzare (se non se n’è già occupato il centro dove l’avete adottato)
  • Occuparvi della toelettatura
  • Avere una persona di fiducia che si occupi di lui quando andate in vacanza o, in alternativa, portalo con voi.

Dovrete, inoltre, tenere in considerazione quanto segue:

 
  • Spese extra per far fronte a determinate situazioni di emergenza veterinaria
  • Se disponete dello spazio sufficiente in casa affinché l’animale, voi e la vostra famiglia possiate vivere a vostro agio
  • La taglia del futuro animale e le dimensioni che può raggiungere in età adulta
  • Se potete contare con il favore e l’appoggio di tutta la famiglia, che dovrà rendersi responsabile insieme a voi del nuovo membro della famiglia
  • Se la presenza di un animale potrebbe generare dei problemi con i vicini di casa

Una nuova opportunità

Dare ad un animale abbandonato una seconda opportunità e offrirgli una nuova vita è un’azione davvero meritevole. E state certi che saprà come dimostrarvi sempre la sua riconoscenza.

Non dimenticate mai che l’affetto che un animale è capace de di darvi supera di gran lunga gli inconvenienti che vi può occasionalmente causare.

Se, dunque, siete sicuri di essere pronti ad assumervi le responsabilità che comporta l’adozione di un animale, non perdete altro tempo e andate a fare visita ad canile, in cerca del vostro futuro amico.

potrete chiedere consiglio ai responsabili, in modo che vi aiutino a trovare l’animale che fa al caso vostro e alle vostre possibilità.

E se trovate un animale per strada?

cane-randagio
 

Vi può capitare di trovare un cane o un gatto per strada e di decidere di portarlo a casa con voi. In questo caso, la prima cosa da fare sarà scoprire se si è perso e se potete riportarlo dal suo padrone.

Se scoprite che l’animale è stato abbandonato e decidete davvero di volerlo tenere con voi, allora portatelo dal veterinario, per fare un accertamento del suo stato di salute, deparassitarlo e stabilire il calendario delle vaccinazioni necessarie.

Se invece avete agito d’impulso ma, in realtà, non potete prendervi cura di lui nel modo adeguato, non abbandonatelo di nuovo in mezzo ad una strada: non fatelo soffrire nuovamente.

Cercate di trovargli una buona sistemazione, chiedendo a parenti, amici e conoscenti. Oppure contattate un canile o un centro di accoglienza per animali, dove sapranno occuparsi di lui e faranno tutto il possibile per trovargli una nuova famiglia.