Alimentazione delle formiche: ecco cosa mangiano

26 Luglio 2019
Se ci fermiamo a osservare da cosa è circondato un formicaio, noteremo un'attività frenetica: le formiche operaie si dedicano senza sosta ad andare a prendere e portare alimenti che poi immagazzineranno... ma cosa mangiano le formiche?

Le formiche sono tra gli insetti più presenti a livello mondiale. La loro capacità di adattamento a una dieta variata, a seconda dell’ambiente e del periodo dell’anno, è stata cruciale per la loro sopravvivenza e diffusione. A seguire analizzeremo l’alimentazione delle formiche e perché questo modo di alimentarsi ha favorito la adattabilità di questi animali.

Dati generali sulle formiche

Al giorno d’oggi, si conoscono circa 14000 specie di formiche che vivono in tutti i continenti, con la logica eccezione dell’Antartide. Questi insetti costituiscono un’ampia e ben diversificata famiglia chiamata Formicidae, che appartiene all’ordine degli imenotteri.

Alla pari di altri insetti, le formiche possiedono un esoscheletro e il loro corpo è diviso in tre segmenti ben distinti: il capo, il mesotorace (torace e primo segmento addominale) e metatorace (secondo segmento addominale). Tra il mesotorace e il metatorace si osserva una specie di cintura composta da nodi, che prende il nome di peziolo.

Le formiche, tuttavia, presentano alcune caratteristiche morfologiche che consentono di distinguerle da altri insetti. Tra queste, risaltano le antenne piegate a gomito, la notevole costrizione dell’intestino e la presenza di ghiandole metapleurali.

Le specie di formiche possono variare molto in quanto a dimensioni e aspetto. Le specie più piccole possono raggiungere solo due millimetri in età adulta, mentre quelle più grandi possono superare i 25 millimetri. Nel corpo di solito predominano le tonalità scure, come nero, marrone o grigio.

Formica con una foglia

Quali cibi costituiscono l’alimentazione delle formiche?

La formica è un animale onnivoro che è solito mantenere una alimentazione molto variata: può consumare quasi tutto quello che trova intorno a sé. Oltre a catturare le prede disponibili nel loro ambiente, le formiche possono raccogliere foglie, erba, semi, pezzi di frutta e verdura, cereali, funghi e persino carogne.

Alcune specie di formiche hanno l’abitudine di cacciare in grandi gruppi: realizzano attacchi collettivi che permettono di cacciare prede di mole maggiore alla loro. Altre specie velenose impiegano la loro tossina per immobilizzare le prede, che poi spezzano per poterne portare la carne nel formicaio.

I tipi di alimenti che mangiano le formiche dipenderanno, quindi, dalla specie di appartenenza, dall’habitat in cui vivono e dal periodo dell’anno. Le specie che vivono in ambienti freddi, con inverni rigidi, di solito stipano una buona quantità di alimenti nel formicaio, in vista del periodo di magra.

Questa capacità di adattamento a una dieta così variata è stata fondamentale per l’espansione mondiale delle formiche. Questi insetti si sono adattati praticamente a qualsiasi ecosistema e microclima. Si tratta, infatti, di uno degli animali più resistenti in natura.

La loro alimentazione onnivora e versatile, inoltre, ha permesso a questi insetti di adattarsi in modo ottimale all’intervento umano nel loro habitat. Costruiscono i loro formicai vicino o dentro le costruzioni, così da poter attingere a una abbondante e continua disponibilità di alimenti; non a caso, raccolgono i residui dell’alimentazione umana.

Formiche che portano una foglia

L’eusocietà e l’alimentazione delle formiche

Una delle curiosità più affascinanti sulle formiche è la loro eusocietà. Si tratta del tipo di organizzazione sociale più complesso di tutto il regno animale ed è basato sul riconoscimento di caste.

Al giorno d’oggi, l’eusocietà si osserva solo in alcuni insetti (api, vespe e formiche), in poche specie di crostacei e nella talpa senza pelo.

Per sopravvivere, le formiche devono costruire il loro rifugio, popolarmente noto come formicaio. Dentro ogni formicaio, viene costituita una società divisa in tre caste: la formica regina, le formiche soldato e le formiche operaie.

  • La regina è la grande madre e leader di tutti gli individui che vivono nel formicaio. La sua funzione principale, e più nobile, è trasmettere il suo materiale genetico per garantire la sopravvivenza alla sua specie.
  • Le formiche soldato hanno il compito di proteggere e difendere la comunità da predatori o nemici che vogliono attaccare il formicaio.
  • Le formiche operaie realizzano i lavori basilari per la preservazione della comunità. Una delle loro funzioni più importanti è proprio la raccolta di alimenti per tutti i membri del formicaio, regina inclusa. Non solo si occupano del trasporto e dell’approvvigionamento del cibo, alle formiche operaie spetta anche il mantenimento del formicaio e l’allevamento delle larve.