American Bully: storia, caratteristiche e curiosità

· 28 febbraio 2018

L’American Bully è una splendida razza canina riconosciuta solo poco tempo fa dal Kennel Club, dall’American Canine Hybrid Club e dall’ABKC. Anche se si conosce ufficialmente solo dal 2013, i primi esemplari vennero sviluppati già nei primi anni ’80. In questo articolo vi guideremo alla scoperta di questo cane dall’aspetto robusto,massiccio e intimidatorio ma che nasconde un carattere giocoso e perfetto per famiglie con dei bambini in casa.

Allo scoperta dell’American Bully

Storia ed origini

L’obiettivo dei primi allevatori era quello di arrivare alla creazione di un cane docile, che si potesse adottare facilmente come animale domestico, ma allo stesso tempo con l’aspetto da segugio poderoso e massiccio. Purtroppo, però, come spesso accade l’uomo fa e disfa e i primi esemplari vennero addestrati per i combattimenti, quindi sviluppando una connotazione decisamente aggressiva.

Prima dei Pitbull, l’allevatore americano David Wilson si interessò a un tipo di cane conosciuto come Amstaff (o American Staffordshire Terrier) di un colore blu molto particolare. Da questo animale, iniziò a sviluppare la razza di American Bully che oggi tutti noi conosciamo.

American bully con collare e lingua in fuori

Il colore degli Amstaff attirò la sua attenzione, poiché era poco diffuso. Di corporatura piccola e robusta, questi esemplari vennero incrociati con il Bulldog (inglese, francese e americano) e con il Pitbull.

Proprio questa varietà di unioni ha dato il via a tutta una serie di versioni dell’American Bully moderno: standard, classica, tascabile e XL. Tuttavia, solo lo standard è riconosciuto come vera razza pura.

Caratteristiche dell’American Bully

Orecchie

Le orecchie dell’American Bully sono generalmente corte. In pochi esemplari possono superare i 5 cm di lunghezza. Di solito sono gli stessi allevatori che le tagliano al momento della nascita.

Peso e corpo

Possono pesare tra i 35 e i 40 chili, il che è dovuto alle loro ridotte dimensioni. Il corpo è muscoloso, pesante e con costole ben marcate sulla schiena. Le loro zampe sono ben separate, il che consente al torace di essere ampio e robusto, una caratteristica molto importante della razza.

un american bully adulto all'aperto

Colore

Non importa il colore dei suoi occhi, naso o del pelo. Tutti sono accettati, anche se il più comune è bluastro con una macchia bianca sul petto.

Coda

La sua coda è molto corta rispetto al suo corpo, che, sebbene piccolo, è lungo e robusto. Ci sono anche molte persone che la tagliano, proprio come le orecchie.

Zampe

Le loro zampe dovrebbero essere sempre diritte e senza deformazioni, anche se i piedi, molto arrotondati e grandi, tendono ad andare un po’ all’infuori, senza che ciò comporti l’esclusione dalla razza ufficiale dello United Kennel Club.

Carattere

L’American Bully è un animale che nasce dal desiderio di avere un cane con l’aspetto di un “piccolo cinghiale”, ma con il carattere del più dolce dei cuccioli. E questo è davvero ciò che definisce questa razza. È un cane ideale per stare con le famiglie, specialmente in quelle dove ci sono bambini. Sono giocosi e socievoli.

Nonostante l’aspetto, non è affatto un cane aggressivo. Ricordate che non ci sono cani pericolosi, ma soltanto animali addestrati male. Se, sin da piccolo, viene fatto socializzare in modo normale con altri animali e con le persone, non avrete problemi di sorta. Prima di adottarne uno, evidentemente, richiedete informazioni e assicurazioni sul suo imprinting per eliminare ogni dubbio sulla personalità docile e l’obbedienza del vostro nuovo amico a quattro zampe.

una bambina abbraccia il suo american bully

È un cane molto leale e si prende sempre cura dei suoi. Indubbiamente, è l’animale da compagnia per chi vive in città.

Prendersi cura dell’American Bully

A causa del suo notevole peso rispetto alle dimensioni del suo corpo, dovrete limitare le quantità di cibo, oltre a scegliere mangimi ipocalorici.

Avrà bisogno di fare spesso esercizio fisico, anche se il suo muso piatto può fargli avere delle difficoltà a respirare, se posto sotto eccessivo sforzo. Fategli fare sport in modo moderato ma costante.

D’altra parte, va notato che è una razza che ama la pulizia, quindi dovrete spazzolarlo e prendervene cura ogni giorno: farà bene al suo equilibrio mentale.

Come vedete, ancora una volta, le apparenze ingannano. L’American Bully ha un aspetto robusto e prepotente, ma possiede un carattere docile e buono, perfetto per la vita domestica. Dopo aver imparato a conoscerlo, cosa pensate di questo bellissimo cane? Magari potreste adottarne uno: sarebbe un bel gesto di amore e generosità.