5 animali che vivono sulla neve

· 8 settembre 2018
Gli animali che vivono in climi freddi, dove è perennemente presente la neve, godono di pellicce davvero folte, in grado di scaldarli.

Che ci crediate o no, queste specie sono state in grado di adattarsi molto bene ai climi freddi e ai mesi in cui tutto viene coperto di neve. In questo articolo vi parleremo di alcuni animali che vivono sulla neve e anche delle loro tecniche per mimetizzarsi nell’ambiente. Siamo sicuri che non vi lasceranno indifferenti.

Quali sono gli animali che vivono sulla neve?

Può sembrare che in un luogo così inospitale, con temperature sotto lo zero e precipitazioni sotto forma di fiocchi bianchi, non sia possibile che ci siano forme di vita. Eppure, ci sono tantissime specie che vivono nella neve: più di quanto si pensi. Vediamo allora insieme questi 5 animali capaci di vivere tranquillamente sulla neve:

1. Volpe rossa

È uno dei canidi più conosciuti dopo il cane e il lupo. Vive generalmente in Europa, Asia e Nord America. È stato introdotto in Australia e per secoli è considerato un simbolo nelle culture native.

Questo animale, visibile nella foto in alto, è molto tranquillo e cauto, preferisce cacciare di notte e trascorre il giorno nascondendosi tra i cespugli o in tane, tra le rocce.

Si può trovare in diversi ecosistemi: tundra, foresta, taiga, altopiani, praterie e persino in zone costiere. Dal momento che possiede un altissima capacità di adattamento praticamente a qualsiasi clima e flora. In inverno la sua pelliccia può diventare un po’ più chiara, in modo da aiutare la volpe a mimetizzarsi tra la neve.

2. Gatto selvatico

Simile in apparenza a un gatto domestico – anche perché  gli esemplari di entrambe le specie sono stati spesso incrociati – questo mammifero selvatico vive in Europa, in Asia e in alcune aree dell’Africa. Dotato di una struttura piccola ma robusta, il gatto selvatico ha un mantello di color grigio tigrato, più chiaro sul ventre e molto folto. Le sue ampie zampe gli permettono di camminare sulla neve senza problemi.

Gatto delle nevi

Ad eccezione della stagione riproduttiva e dell’allattamento, il gatto selvatico è un animale solitario, con un proprio territorio che può arrivare a misurare due chilometri quadrati. Può cacciare di giorno e di notte, principalmente si nutre di uccelli, anfibi e roditori. E’ molto diffidente nei confronti delle persone.

Quando inizia il calore, i maschi cercano le femmine al di fuori dei loro “limiti” per potersi riprodurre. Le madri danno alla luce diversi cuccioli, dopo poco più di tre mesi di gravidanza, in tane o fessure nelle rocce. In una cucciolata possono nascere fino a otto gattini, che aprono gli occhi dopo 12 giorni e diventano indipendenti a partire dai quattro mesi.

3. Tasso comune

Esistono tre specie di tasso che discendono da esemplari vissuti nel Pliocene: il tasso giapponese (Meles anakuma), il tasso asiatico (Meles leucurus) e quello comune (Meles meles). Quest’ultimo, chiamato anche tasso europeo, è piccolo, robusto e un po’ “allungato” e può misurare fino a 80 centimetri di lunghezza (più 20 centimetri di coda) e pesa circa 13 chili.

Tasso corre sul terreno

E’ uno degli animali che vivono sulla neve che è stato in grado di adattarsi meglio all’ambiente, grazie alle sue zampe che possono camminare velocemente senza affondare. Inoltre, il suo muso lungo e mobile lo aiuta a trovare il cibo ‘sepolto’ sotto la terra innevata.

4. Lepre bianca

Questo mammifero della famiglia Lepus timidus – a cui appartengono anche i conigli – solitamente vive negli ecosistemi montuosi e polari della Siberia, delle Alpi, della Polonia, dell’Irlanda e del Regno Unito.

Lepre di montagna

Il suo mantello cambia colore in base al periodo dell’anno: in inverno è quasi bianco e in estate è marrone o grigiastro, con il ventre e le zampe permanentemente bianche. Possiede delle orecchie molto lunghe, zampe anteriori corte e un corpo robusto. Vive in tane di piccole dimensioni e si nutre di rami, erba o foglie.

5. Alce

E’ un animale potente, altissimo e dotato di corna (chiamate più correttamente palchi) che usa come se fossero armi. Generalmente vive in habitat di alta montagna, all’interno di foreste a pochi chilometri dal Circolo Polare Artico. E’ uno degli esseri viventi più alti al mondo.

Alce nella foresta

È il cervide più grande del mondo ed è stato in grado di adattarsi molto bene al freddo. Il suo naso scalda l’aria prima che entri nei polmoni, le sue gambe forti gli permettono di camminare sulla neve e attraversare fiumi, mentre la sua pelliccia mantiene costante la temperatura corporea quando fuori è ampiamente sotto lo zero. Le femmine non possiedono corna e questo è un altro esempio di dimorfismo sessuale.