5 animali della Patagonia che dovete conoscere

· 25 settembre 2018
Contrariamente alla credenza popolare, sono molti gli animali che, ancora oggi, abitano nella Patagonia argentina e cilena.

La Patagonia è una delle aree più fredde e ventose del pianeta, ma ciò non ha impedito ad alcune specie di adattarsi e riuscire a sopravvivere. In questo articolo vi parleremo degli animali della Patagonia, specie che vivono nel sud dell’Argentina e del Cile, molto vicino all’Antartide.

Quali sono gli animali della Patagonia?

Contrariamente alla credenza popolare, sono molti gli animali che, ancora oggi, abitano nella Patagonia argentina e cilena. La maggior parte di loro appartengono alla degli uccelli, ma ci sono anche diversi mammiferi, sia terrestri che marini. Vediamo insieme 5 esemplari, davvero belli e interessanti, che abbiamo scelto per aiutarvi a conoscere gli animali della Patagonia:

1. Huemul del sud

Noto anche come Guemal – visibile nella foto in alto – appartiene alla famiglia dei cervidi e vive nella zona della catena montuosa delle Ande. Ne rimangono solo poche centinaia, e per questo motivo è stato dichiarato in pericolo di estinzione.

L’huemul può misurare fino a 165 centimetri, ha una pelliccia marrone o beige molto densa e una delle differenze tra i sessi è che il maschio possiede dei palchi biforcati (le corna) lunghi fino a 30 centimetri. Le femmine danno alla luce solo un cucciolo per gravidanza.

Questi cervi vivono in piccoli gruppi all’interno della foresta andina della Patagonia, molto vicino allo stretto di Magellano. Essendo erbivori si nutrono di germogli di alberi, arbusti, erbe e licheni che trovano tra le rocce.

2. Balena franca australe

È un altro degli animali più rappresentativi della Patagonia e anche una delle attrazioni turistiche della regione. La balena franca australe arriva nella zona – in particolare nella penisola di Valdés – durante la primavera per accoppiarsi e prendersi cura della prole.

Balena franca australe

Questo enorme cetaceo, che può misurare fino a 15 metri e pesare 40 tonnellate, può essere differenziato dagli altri a causa delle “callosità” che presenta in ogni parte del corpo. Una specie di impronta digitale che rimane identica, per ogni esemplare, nelle diverse fasi della vita.

L’alimentazione di questo gigante animale è composta da microrganismi chiamati plancton, che possono essere divorati con un sol boccone. La balena franca australe è conosciuta per la sua bella coda e per i lunghi “getti” d’acqua che lancia dalla cima della sua testa, quando emerge in superficie per respirare.

3. Puma

È uno degli animali più belli della Patagonia che si trova anche ad altre latitudini del continente, poiché si adatta senza problemi a diversi habitat. Dopo il giaguaro, il puma è il secondo felino più grande in America e il quarto al mondo (i primi due sono la tigre e il leone).

Puma nella neve

A differenza del resto della sua famiglia, il puma non può ruggire, ma fa le fusa come un gatto. È un predatore solitario e un cacciatore che si basa sulla tecnica dell’agguato per arrivare alla sua preda. Predilige cervi, guanachi (una specie di lama), roditori e insetti.

Per vivere, scegli zone protette da una fitta vegetazione. Può rimanere in agguato per ore e si nasconde nell’erba grazie al suo mantello marrone chiaro o dorato.

Con un corpo snello e agile, il puma sfrutta le sue potenti zampe anteriori, dotate di artigli retrattili e grandi zanne per uccidere la preda in un colpo solo. Le femmine sono feroci quando si tratta di difendere la loro prole. Nascondono i cuccioli nelle tane o nelle caverne e vivono con loro fino a quando raggiungono i tre mesi di vita.

4. Pinguino di Magellano

Anche se non possono volare, i pinguini appartengono alla classe degli uccelli e si sono adattati perfettamente al difficile habitat della Patagonia. Sono diventati esperti nuotatori e possono persino raggiungere i 45 km/h sott’acqua. I pinguini di Magellano vivono sulle coste e le isole della Patagonia e sono caratterizzati da un corpo bianco e nero, colori che permetto loro di mimetizzarsi nelle profondità oceaniche.

Pinguini di Magellano

Si nutrono di pesci come la sardina e il pesce re, oltre ai crostacei come il calamaro e il krill. Nidificano in colonie vicino alla costa e sono monogami: la coppia è responsabile della preparazione del nido e dopo l’accoppiamento la femmina depone due uova, che cova con l’aiuto del maschio, per circa 40 giorni.

5. Nandù

E’ un altro degli animali della Patagonia più rappresentativi. Come potete vedere dalla foto in basso, ricorda molto uno struzzo. Come il suo cugino africano non può volare ed è endemico di questa regione arida e fredda del Sud America. I nandù vivono in piccoli gruppi composti da un maschio e diverse femmine. Il padre si occupa di nascondere tutte le uova che ha avuto con le diverse madri e le cova. Non appena nascono, i piccoli lo seguono ovunque.

Nandù

È un animale dalle piume grigie e bianche, può raggiungere il metro di altezza e ha un peso di 28 chili. La testa del nandù è piccola, ma sia il collo che le zampe sono molto lunghi. Queste ultime gli consentono di raggiungere velocità molto elevate, fino ai 60 km/h! Uno strumento di difesa davvero molto valido.