5 animali velenosi che non sembrano esserlo

26 Maggio 2018

Il veleno è una delle principali difese usate dal regno animale e anche una delle principali strategie d’attacco. Oltre agli animali velenosi più noti come i serpenti, i ragni o le meduse, ne esistono alcuni che lo sono anche se non lo sembrano.

Ci sono vari tipi di veleni, e alcune specie che ne possiedono vengono anche adottate come animali domestici, e molte persone non ne conoscono i pericoli.

Uccelli velenosi?

Tre generi di uccelli della Nuova Guinea ingeriscono gli stessi scarafaggi della rana freccia, e usano le loro bacratossine per difendersi dai predatori e dai parassiti. Le specie che si comportano in questo modo sono l’ifrita, il Colluricincla megarhyncha e il pitoui testanera.

Questo veleno colpisce sia il sistema nervoso che il cuore, causando un arresto cardiorespiratorio, anche se è difficile che si presenti, poiché la tossina deve arrivare al sangue. Tuttavia, l’uso di questi uccelli per l’inanellamento scientifico o per altri scopi può produrre delle bruciature.

Loris lento della Sonda

Il Loris lento della Sonda è un primate che abita a Sumatra e in altri paesi asiatici. Sfortunatamente, è diventato molto comune come animale domestico, nonostante sia uno dei pochi mammiferi velenosi.

Rilascia una sostanza infiammatoria prodotta da una ghiandola che si trova nel gomito. L’animale si porta alla bocca questa ghiandola e inietta il veleno attraverso il morso. Inoltre, le femmine cospargono con la saliva avvelenata i loro cuccioli per difenderli da possibili pericoli.

Ornitorinco

Questo particolare esemplare della fauna australiana è tra gli unici mammiferi che depositano le uova, e anche uno di quegli animali velenosi che non ci si aspetta che lo siano.

ornitorinco

L’ornitorinco presenta delle caratteristiche molto particolari: è un mammifero con il becco, che nuota e che ha degli speroni con del veleno che si produce stagionalmente.

Viene usato nelle lotte tra maschi, e infatti si genera durante il periodo dell’accoppiamento. La tossina non è mortale, però causa un dolore insopportabile.

Toporagno

Alcune specie di toporagno, come quello dalla coda corta, sono velenose. I loro denti non sono cavi però presentano dei solchi che servono da canali per il veleno, che agisce come paralizzante e anche come conservante. Permette al toporagno di conservare le prede vive.

toporagno tra animali velenosi

E’ un animale che mangia molto, quindi grazie al suo veleno può depositare degli alimenti che durino durante i mesi invernali. Sebbene sia velenosa, la tossina non è pericolosa per l’essere umano.

Lumaca marina assassina

Questo mollusco può sembrare inoffensivo ed elegante, però ha un dente aguzzo che inietta un veleno paralizzante; questo viene lanciato come una freccia che penetra nella vittima e causa disorientamento, paralisi e shock. In questo caso, questa tossina è molto pericolosa per l’uomo anche se non è una specie molto comune.