7 consigli affinché il cane smetta di tirare il guinzaglio

· 14 gennaio 2017

Oltre ad essere una responsabilità, le passeggiate quotidiane con il vostro cane possono costituire un’attività piacevole e rilassante, nella quale potrete saldare il rapporto di affetto e fiducia con il vostro animale domestico. Tuttavia, possono anche trasformarsi in un vero e proprio incubo, nei casi in cui il vostro amico peloso non smetta mai di dare degli strattoni. Ecco cosa potete fare affinché il vostro cane smetta di tirare il guinzaglio.

Il cane deve imparare a non tirare il guinzaglio

Si può notare che molti padroni di cani sembrano essersi abituati, arrivando persino a presumere che tirare il guinzaglio costituisca un inevitabile fattore naturale. Preferiscono convivere con questa situazione, che è stressante tanto per loro come per l’animale, piuttosto che cercare di trovarvi una soluzione.

Bisogna comunque partire dall’idea fondamentale che un cane non nasce conoscendo la forma corretta di passeggiare con un guinzaglio al collo. Va da sé come questo punto debba includersi nelle regole alla base del suo addestramento.

Come ogni insegnamento, dev’essere impartito con buone dosi di pazienza, tenacia, coerenza e dolcezza. In tal modo, prima o poi otterrete che il vostro cane smetta di tirare il guinzaglio.

Arrivare ad addestrare il vostro amico peloso a non tirare il guinzaglio diviene fondamentale affinché le vostre passeggiate insieme costituiscano un momento di piacere, piuttosto che una situazione dai risvolti insopportabili.

Fate in modo che si abitui al guinzaglio

bull-dog-che-passeggia-in-spiaggia

Il primo obiettivo consiste nel far sì che il cane arrivi a relazionare il guinzaglio con un’idea di esperienza positiva. Come? L’ideale è che si abitui a utilizzarlo fin da cucciolo, ma non vi preoccupate se avete adottato un esemplare adulto: c’è sempre tempo per imparare qualcosa di nuovo.

Cominciate con il mettergli il guinzaglio mentre siete a casa, giocando insieme, dandogli premi e incoraggiandolo per il suo buon comportamento.

Allo stesso modo, anche se l’animale è già abituato al guinzaglio, conviene comunque dedicare del tempo a una sessione di gioco prima di uscire in strada. Così prenderà la passeggiata con maggior distensione, avendo consumato una buona dose di energia. Questo sicuramente gli toglierà parecchia voglia di andare da tutte le parti strattonandovi di continuo.

Se volete che smetta di tirare il guinzaglio, evitate anche voi di farlo

È importante che neanche vi facciate prendere dalla tentazione di tirare il guinzaglio. Se entrambi cadrete nella trappola di questo tira e molla, non andrete mai d’accordo. Il vostro animale può arrivare a stressarsi o anche a farsi del male, e il vostro obiettivo certamente non è questo.

Dovete affrontare le passeggiate con tranquillità e sicurezza. Dimostrate al vostro cane che siete voi che tenete le redini, in questo caso il guinzaglio.

Se si mette a strattonare, è meglio interrompere il cammino finché non si calma, oppure cambiare la direzione del percorso. Se riuscite a farlo rilassare e anche a riprendere normalmente il cammino, complimentatevi per il suo buon comportamento e premiatelo con del cibo di cui va matto.

Ricordate che il Rinforzo Positivo dà sempre buoni risultati nell’educazione degli animali domestici. Al contrario, i castighi e i maltrattamenti complicano solamente le cose.

Ulteriori consigli per evitare gli strattoni

portare-a-passeggio-il-cane

Altri fattori da tenere in considerazione per far smettere il vostro amico peloso di tirare il guinzaglio sono:

  • Camminare a un buon ritmo. Siccome i cani sono soliti andare più rapidi delle persone, se camminate molto lenti magari diventerà ansioso e inizierà a strattonare.
  • Permettere che durante la passeggiata faccia ciò che è normale per la sua specie: fiutare, orinare alla base degli alberi, interagire con gli altri cani e quant’altro.
  • Scegliere un guinzaglio adeguato e gli accessori più adatti. Questo aspetto dipende dalle dimensioni, dalla forza e dalla personale indole dell’animale. Richiedete un aiuto professionale affinché vi consiglino il miglior equipaggiamento a seconda delle sue caratteristiche.
  • Evitare di uscire in strada se il cane mostra segni di alterazione o ansia. Meglio aspettare che si calmi. Un buon trucco è quello di non fargli notare l’approssimarsi dell’ora della passeggiata. Così sicuramente riuscirete ad abbassare i suoi livelli di ansietà.
  • Trattarlo con affetto senza trascurare la fermezza. In tal modo otterrete che provi sicurezza al vostro fianco, lasciando da parte eventuali ansie e paure.