Come capire se il cane soffre di ernia discale?

25 Dicembre 2017

L’ernia discale è uno dei mali più frequenti e delicati di cui può soffrire un cane che ha difficoltà a muovere le zampe posteriori. Si tratta di una malattia degenerativa dei dischi intervertebrali che provoca molto dolore e può rendere invalido l’animale, fino alla paralisi. Tutto ciò potrebbe causare anche problemi nell’espletamento delle sue necessità.

Quando il materiale discale fuoriesce dal canale midollare o si gonfia, viene a crearsi una compressione del midollo spinale che produce una terribile disfunzione della zona. Oltre a generare un dolore insopportabile, si manifesta anche in diversi comportamenti del vostro piccolo compagno, il che vi aiuterà a capire che c’è qualcosa che non va.

Nell’articolo che segue vi parleremo dei vari sintomi di questa malattia e di come individuarla per tempo.

Perché un cane soffre di ernia discale?

Nel corso degli anni, si è spesso detto che il cane è molto simile all’essere umano. Alcuni comportamenti e perfino alcune malattie sembrano svilupparsi allo stesso modo, anche se si tratta di specie diverse con organismi che non condividono alcuna similitudine.

tre bassotti

L’ernia discale è uno di quei mali che sembrano comparire per le stesse ragioni. I nostri piccoli amici a quattro zampe sembrano soffrire di questa malattia solo quando hanno ricevuto un forte colpo, subito una caduta dolorosa o un trauma delicato che finisce per colpire i dischi della loro colonna vertebrale. Per questa ragione, è essenziale stare sempre attenti alle attività svolte dal cane.

Tuttavia, si è scoperto che esistono anche fattori congeniti che hanno una forte influenza nello sviluppo di questa malattia; esistono una serie di razze di piccola taglia che sono più propense a soffrire di ernia discale. Si tratta delle seguenti:

Se il vostro cagnolino appartiene ad una di queste razze, dovreste prestare molto attenzione, per evitare che soffra di questa malattia.

Tipi di ernia discale

Esistono vari tipi di ernie discali, per la precisione 3:

  • Tipo I: è tipica delle razze di bassa statura, con la colonna vertebrale lunga e le zampe corte, e si presenta in cani tra i 2 e i 6 anni. Si verifica quando il nucleo polposo e l’anello fibroso del disco si deteriorano in modo prematuro, sia per un forte trauma o a causa di un movimento brusco.
  • Tipo II: ne soffrono le razze grandi, come il Boxer o il Labrador Retriever, a un’età compresa tra i 5 e i 12 anni. Quest’ernia si sviluppa in modo lento e progressivo per via della degenerazione del nucleo discale, per questo i sintomi sono molto difficili da individuare.
  • Tipo III: si tratta del caso più letale e fulminante, poiché spesso porta alla morte del cane; si verifica con estrusioni gravi che culminano in una mielomalacia progressiva.

Come scoprire se il cane soffre di ernia discale?

Come si può supporre, quando il cane soffre di questa terribile malattia, esistono una serie di sintomi che vi faranno individuare velocemente il problema. Di seguito vi indichiamo i più evidenti:

  • Inizialmente, l’animale terrà la testa bassa e incurverà le spalle per alleviare il dolore, che manifesterà anche tramite latrati e abbai.
  • Ha problemi a mantenere l’equilibrio, il che gli impedirà di muoversi correttamente.
  • Soffre di incontinenza urinaria e fecale.
  • Perde sensibilità alle estremità.
  • Quando il problema diventa più acuto, può soffrire di paralisi. In tal caso, lo vedrete trascinarsi.

È importante prestare attenzione al vostro piccolo amico non appena noterete uno di questi sintomi; individuare in tempo la malattia è fondamentale per permettergli di rimettersi in modo soddisfacente.

Cura

cane sdraiato soffre di ernia discale

Portatelo da uno specialista: dopo averlo visitato, gli prescriverà degli antiinfiammatori. Se nel giro di una settimana la situazione non dovesse migliorare, si procederà ad una semplice operazione, durante la quale verrà estratto il materiale discale erniato per decomprimere il midollo spinale.

Bisogna sottolineare che si tratta di un intervento chirurgico che non presenta alcun tipo di pericolo, e che nella maggior parte dei casi porta ad un miglioramento totale del cane. E’ un’operazione che ha delle ottime possibilità di riuscita.

Come avete visto, dovete prendervi molta cura del vostro cane per evitare che soffra di ernia al disco e dovete anche stare molto attenti al suo comportamento per riuscire a riconoscerla in tempo e fornirgli le cure adeguate.