Catosal per cani e gatti: dosaggio ed effetti collaterali

La varietà di farmaci veterinari spesso può creare confusione se non sono conosciuti. In questo spazio vi parleremo del Catosal, che viene prescritto a cani, gatti e altri animali domestici che presentano determinate condizioni.
Catosal per cani e gatti: dosaggio ed effetti collaterali

Ultimo aggiornamento: 15 luglio, 2021

Il mondo dei medicinali per animali diventa ogni giorno più ampio, evoluto e complesso. Inoltre, mentre molti dei farmaci per l’uomo ci sono familiari, quelli prodotti per gli animali domestici sono in gran parte sconosciuti al pubblico. Tutto ciò può creare confusione sui farmaci che il veterinario prescrive. In questo spazio faremo un approfondimento sul Catosal, un farmaco comunemente usato per un gran numero di specie animali.

Cos’è il Catosal?

Catosal è un medicinale sotto forma di soluzione iniettabile. È liquido, rosa e semitrasparente. Può essere utilizzato per varie specie animali come cani, gatti, cavalli e bovini. Come molti altri, questo farmaco è costituito da principi attivi ed eccipienti.

I principi attivi del catosal sono due: butafosfano e cianocobalamina, una forma di vitamina B12. Questi sono i composti che conferiscono al farmaco le sue proprietà biologiche, oltre agli eccipienti che gli conferiscono qualità fisiche.

Da un lato, il butafosfano agisce come una fonte di fosforo che può essere utilizzata dal metabolismo dell’animale. Il fosforo è un elemento essenziale per il funzionamento degli esseri viventi, in quanto interviene in innumerevoli reazioni biochimiche.

Va notato che questo elemento partecipa ai processi di fosforilazione e defosforilazione, necessari in molte vie metaboliche a livello cellulare. È inoltre parte integrante della sintesi del glucosio, importante fonte di energia.

D’altra parte, la B12 è una vitamina idrosolubile che non può essere sintetizzata dal metabolismo dei mammiferi. Pertanto, deve essere incorporato in altri modi. In situazioni normali, questo micronutriente si ottiene attraverso una dieta appropriata.

La vitamina B12 è coinvolta in una moltitudine di processi necessari per il corpo. È essenziale per il corretto funzionamento del fegato, del tessuto muscolare, della pelle, del cervello e del pancreas, tra molti altri ruoli.

Oltre ai principi attivi, il catosal è formato da n-butanolo e sodio idrossido, che agiscono come eccipienti. Questi composti non hanno di per sé una funzione biologica, ma fungono da veicolo chimico e facilitano l’azione delle sostanze attive.

Un veterinario analizza un cane e un gatto.

Quando si usa il Catosal

Nei cani e nei gatti, questo medicinale viene utilizzato come trattamento per carenze di vitamina B12 o fosforo e disturbi correlati. Queste carenze producono una serie di sintomi in questi animali, tra cui i seguenti:

  • Mancanza di energia.
  • Perdita di appetito.
  • Perdita di peso.
  • Diarrea o vomito.
  • Debolezza muscolare e dolore
  • Confusione.

Alla comparsa di questi sintomi, è opportuno consultare un veterinario il prima possibile. Nel caso in cui i suddetti deficit siano alla base di queste condizioni, c’è la possibilità che venga prescritto proprio questo farmaco.

Allo stesso modo, il Catosal può essere raccomandato in caso di disturbi metabolici e malattie croniche o acute. Il suo utilizzo è pensato anche per convulsioni, paralisi, anemia o casi di malnutrizione, ma va sempre prescritto preventivamente da un professionista.

Dosaggio per cani e gatti

Tenendo conto delle loro differenze fisiologiche, nonché del loro peso e dimensione, il Catosal richiede dosi specifiche per ogni specie, razza ed esemplare. Il raggio d’azione non è lo stesso per un gatto come per un cane, poiché la loro fisiologia è diversa e la massa totale di ogni individuo dipende da molti parametri.

Per cani e gatti, la dose raccomandata è compresa tra 0,1 e 0,15 milligrammi per chilo di peso dell’animale. Più o meno, ciò equivale a 10-15 milligrammi di butafosfano per chilo di animale domestico. Nel caso della cianocobalamina, equivale a 0,005 – 0,0075 milligrammi per chilogrammo.

Queste dosi vengono somministrate per iniezione, per via endovenosa, sottocutanea o intramuscolare. La dose può essere ripetuta una volta al giorno per 3 giorni consecutivi.

D’altra parte, va notato che il farmaco può essere prescritto e somministrato solo da un veterinario. Un medico ha le conoscenze necessarie per decidere le dosi e i trattamenti appropriati per ogni caso specifico: automedicare il vostro animale domestico non è mai l’opzione migliore.

Effetti collaterali e controindicazioni

Catosal non ha riportato effetti collaterali negativi. Nonostante ciò, ci sono alcune raccomandazioni sul suo uso che dovrebbero essere prese in considerazione nella clinica veterinaria.

Questo farmaco non deve mai essere utilizzato se è stata rilevata una precedente ipersensibilità a uno qualsiasi dei principi attivi o degli eccipienti nel paziente animale. Non esistono studi sulla compatibilità del Catosal con altri farmaci, quindi non dovrebbe essere usato se l’animale sta già ricevendo un altro trattamento.

Non è stato rilevato che questo composto produca effetti sistemici rilevanti in caso di sovradosaggio fino a 5 volte la dose raccomandata. Nonostante ciò, sono state osservate una serie di reazioni transitorie e locali quando viene somministrato per via sottocutanea – rispetto a intramuscolare ed endovenosa.

Anche il personale che somministra il farmaco deve prendere alcune precauzioni. Questo composto può causare irritazioni alla pelle e agli occhi, quindi è importante evitare il contatto diretto. In caso di esposizione accidentale, l’area interessata deve essere lavata con abbondante acqua.

Esiste la possibilità, seppur remota, che qualsiasi farmaco produca una reazione avversa inaspettata, soprattutto in caso di allergie. Nonostante quanto descritto in questo spazio, se osservate degli effetti collaterali nel vostro animale domestico, è meglio contattare rapidamente un veterinario.

Un cane malato dal veterinario.

Come è stato osservato, il Catosal è un medicinale semplice e abbastanza sicuro che può migliorare la salute degli animali domestici con carenze nutrizionali. Tuttavia, è fondamentale ricordare che questo articolo è puramente informativo: prima di prendere qualsiasi decisione sulla salute di un animale domestico, consigliamo di consultare un veterinario di fiducia.

Potrebbe interessarti ...
Somministrare farmaci per umani agli animali può essere pericoloso
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Somministrare farmaci per umani agli animali può essere pericoloso

Uno dei primi dubbi che assale i padroni dei cani è se si possono somministrare loro i farmaci umani.