5 possibili cause dell'alitosi nei cani

Anche se molti stenteranno a crederlo, l'alitosi nei cani non è un sintomo normale. Al contrario, ci indica che l'animale è ammalato.
 

Molti tutori di animali considerano l’alitosi nei cani come un fatto del tutto naturale. In altre parole, ritengono normale che la sua bocca emetta un cattivo odore. Non c’è nulla di così lontano dalla realtà.

Non possiamo certo aspettarci che il cane abbia un alito al mentolo, ma questo dovrebbe comunque essere neutro. Se un cane presenta alitosi, esiste un problema sottostante che lo sta provocando.

La maggior parte delle patologie che provocano alitosi nei cani sono pericolose e possono portare a un lento deterioramento della salute dell’animale, al punto che, quando si manifestano altri sintomi, potrebbe essere ormai troppo tardi per la somministrazione di un trattamento.

Se la bocca del vostro cane emana un cattivo odore, rivolgetevi a un professionista affinché effettui una visita odontoiatrica. È di fondamentale importanza scoprire qual è la causa che provoca l’alitosi nei cani.

Accumulo di tartaro e alitosi nei cani

Il tartaro è costituito da placca batterica che rimane fissata al dente a causa del deposito di minerali. Oltre a provocare una forte alitosi nel caso in cui l’accumulo di tartaro sia importante, è anche possibile che ne risultino danneggiati i tessuti adiacenti, come le gengive.

 

Questo fenomeno provoca una gengivite e l’insorgere di successive infezioni che faranno aumentare il cattivo odore della bocca del cane.

l'accumulo di tartaro provoca alitosi nei cani

D’altra parte, a causa della sua natura minerale, il tartaro può arrivare a danneggiare altri organi, come il cuore, i reni o i polmoni. In questo modo, può provocare cardiopatie, calcoli renali, ecc.

Neoplasie orali

Le neoplasie orali sono relativamente comuni nei cani, nei quali si presentano in forma benigna, diversamente da quanto accade ai gatti che sviluppano tumori maligni con frequenza maggiore.

Questi tumori possono comparire in qualunque punto della bocca, come le labbra, il palato duro o quello molle, le gengive… Occasionalmente, si sviluppa un carcinoma maligno.

In base alla natura del tumore, il cane sarà sottoposto a un lieve fastidio o a una forte stomatite (infiammazione della mucosa orale) accompagnata da alitosi. Allo stesso modo, a causa del dolore, potrebbe smettere di mangiare e soffrire di anoressia.

Infezioni orali per Candida albicans

La candidosi è una patologia micotica (provocata da funghi) che colpisce i mammiferi, compreso l’essere umano, e gli uccelli. Questa malattia è provocata, specificamente, dal lievito Candida albicans.

 

Quando infetta la bocca di un cane, può causare diversi sintomi, come:

  • Anoressia o mancanza di appetito
  • Difficoltà nella deglutizione
  • Eccesso di salivazione
  • Alitosi
  • Gengivite
l'alitosi nei cani potrebbe essere provocata dalla presenza di una micosi

Trattandosi di una malattia fungina, comporta un trattamento molto specifico, che deve sempre essere prescritto da un veterinario. Inoltre, per determinare che è proprio questo il fungo che ha infettato la bocca del cane, sono necessari degli esami specifici.

Malattia parodontale

Una delle malattie più gravi e comuni che possono colpire la bocca e provocare l’alitosi nei cani è la malattia parodontale.

Questa patologia ha inizio con un accumulo di tartaro sui denti che conduce all’insorgere di una gengivite o infiammazione delle gengive. Questa fase della malattia è completamente reversibile mediante il trattamento e la terapia adeguati.

Tuttavia, poco dopo compare la parodontite. Giunto a questa fase, il cane presenterà forti dolori e infezioni diffuse all’interno della bocca. Per questa ragione, potrebbe smettere di mangiare. Inizierà a perdere tessuto dalle gengive e, di conseguenza, i denti, che potrebbero non cadere perché sostenuti dal tartaro depositato.

Malattia renale cronica e alitosi nei cani

 

La malattia renale cronica viene definita come la presenza di anomalie funzionali o strutturali in uno o entrambi i reni e che permangono per almeno tre o più mesi. Questa grave patologia, che compromette la vita dell’animale, è accompagnata da diversi sintomi:

  • Alitosi
  • Perdita di peso
  • Poliuria-polidipsia
  • Incontinenza urinaria
  • Vomito
  • Riduzione dell’appetito
  • Torpore
  • Diarrea

D’altra parte, i cani che soffrono di questa malattia generalmente sviluppano anche problemi cardiaci. In molti casi, questi problemi derivano da un’igiene orale scorretta. Di conseguenza, è di fondamentale importanza prendersi cura della bocca dei nostri cani.

  • Goich, M., & Iturriaga, M. P. (2003). Importancia del manejo dietario en el tratamiento de la insuficiencia renal crónica en perros y gatos. TecnoVet, 9(1), ág-17.
  • Jadhav, V. J., & Pal, M. (2006). Estomatitis en perros por Candida albicans. Revista iberoamericana de micología, 23(4), 233-234.
  • Margarita, R. I. A. (2001). Manual de gastroenterología de perros y gatos.
  • O’neill, D. G., Elliott, J., Church, D. B., McGreevy, P. D., Thomson, P. C., & Brodbelt, D. C. (2013). Chronic kidney disease in dogs in UK veterinary practices: prevalence, risk factors, and survival. Journal of Veterinary Internal Medicine, 27(4), 814-821.
  • Saló Mur, E., Lou Otón, J., & Luera Carbó, M. (1987). Neoplasias orales en el perro y en el gato. Clínica veterinaria de pequeños animales, 7(1), 0028-38.