Cavalier King Charles Spaniel, una razza da scoprire

· 21 febbraio 2018

Piccolo, molto elegante e regale, il Cavalier King Charles Spaniel è un cane molto allegro e attivo. Da secoli, ormai, è considerato un eccellente animale da compagnia. Proprio per questo motivo, se volete adottare un cane e non sapete quale scegliere, abbiamo deciso di presentarvi curiosità e caratteristiche di questa interessantissima razza.

Origini e caratteristiche del Cavalier King Charles Spaniel

I primi esemplari del Cavalier King Charles Spaniel apparvero in Inghilterra nel XVI secolo come cani d’acqua, ed erano abituati a vivere in zone paludose. Ben presto divennero popolari tra la nobiltà per la loro eleganza. Le piccole dimensioni, inoltre, rendevano questo cane facile da trasportare in carrozza, principale mezzo di trasporto dell’epoca. Addirittura, erano molto popolari tra le dame per il fatto che le aiutavano a scaldarsi, mettendosi al di sotto delle ampie gonne.

Lo stesso re Carlo I adottò uno di questi esemplari, quando risiedeva nel Castello di Carisbrooke. Ma fu il suo successore, re Carlo II, a dare la decisiva spinta per la diffusione della razza. A corte si diceva che il sovrano non si separava mai dai suoi Cavalier King Charles Spaniel. Amava talmente tanto questi animali che promulgò una legge che permetteva l’ingresso di questa razza in qualsiasi luogo pubblico.

Durante i regni di Guglielmo III e Maria II, questo grazioso cane d’acqua passò di moda e fu prontamente rimpiazzato dal Carlino (noto anche come Pug). Ma proprio l’incrocio tra questi due animali ha portato alla razza attuale, così come lo conosciamo oggi. Rispetto all’originale, il muso è più corto, la fronte prominente, gli occhi grandi e il carattere meno “nobile”.

un Cavalier King Charles Spaniel bianco e marrone
Fonte: Mapovfille

Nel XVIII secolo John Churchill (Duca di Marlborough) possedeva un bellissimo esemplare di Cavalier King Charles Spaniel, di colore rosso e bianco, che lo accompagnava a caccia. Si chiamava Blenheim e, a quel tempo, molti erano convinti che fosse stato lui a dare il nome alla razza.

Nel XX secolo si è tentato di ricreare il Cavalier King Charles Spaniel “originale”. L’incrocio fu realizzato con un Toy Trawler Spaniel (ora estinto). Attualmente è il sesto cane più popolare nel Regno Unito.

In termini di aspetto, questo cane può misurare fino a 36 cm al garrese e pesare 9 kg. I colori del manto sono rosso e bianco, nero e marrone, nero completo, rosso fuoco e bianco o anche solo rosso.

Il temperamento del Cavalier King Charles Spaniel

Questi cani vanno molto d’accordo con i bambini. In realtà, sono animali perfetti per stare in casa anche se l’appartamento non è grandissimo. Amano essere circondato dalle persone e andare a spasso. Si tratta di una razza piuttosto sedentaria, che non ha problemi con altri cani.

E’ abbastanza dipendente e vi seguirà proprio come se foste il suo capobranco. Se ne adottate uno, dovete tenere presenti due aspetti. Anzitutto ha bisogno di calore e non può vivere in case di campagna o all’aperto. In secondo luogo non è un cane da guardia e solo in poche occasioni, abbaia agli sconosciuti. Di solito, gioca con loro come se fossero della famiglia

tre Cavalier King Charles Spaniel al guinzaglio in città
Fonte: tanakawho da Tokyo

Il Cavalier King Charles Spaniel è molto dolce e dinamico. Ha un grande istinto per inseguire tutto ciò che si muove (da un insetto ad una macchina). È consigliabile portarlo a passeggio utilizzando sempre il guinzaglio. Affettuoso, nobile, gentile e sempre in cerca di coccole, questo cane è molto intelligente e obbediente.

Salute e cura del Cavalier King Charles Spaniel

Da un punto di vista medico, il problema principale della razza è il prolasso della valvola mitrale con un peggioramento che produce soffio al cuore e conseguente insufficienza cardiaca. Si tratta di una condizione genetica ed è la principale causa di morte del Cavalier King Charles Spaniel.

Può manifestarsi dopo i 5 anni. I veterinari hanno sviluppato una guida per i proprietari che vi permetterà di far vivere il vostro amico a quattro zampe meglio e più a lungo.

Con una frequenza minore, questa razza può soffrire di siringomielia (cisti nel midollo spinale), e anche di displasia dell’anca, lussazione della rotula, cataratta e displasia della retina.

Ovviamente, per il tipo di pelo che possiede, sarà necessario spazzolare il vostro Cavalier King Charles Spaniel praticamente tutti i giorni. Essendo lungo, è possibile che si formino nodi. Inoltre, quando tornate a casa dalla passeggiata, è possibile che ci siano foglie o altri piccoli oggetti incastrati nel pelo.

Fonte delle immagini: David Shankbone, Mapovfille e tanakawho da Tokyo.