Come abituare il gatto alla macchina

Avrete bisogno di molta pazienza, pratica e di varie sessioni di allenamento, per riuscire ad abituare il gatto alla macchina. Questi felini preferiscono gli ambienti stabili e l’auto è sicuramente è l’ultimo luogo in cui vorrebbero trovarsi. Ciò si deve alle vibrazioni, ai rumori e agli strani movimenti non familiari al vostro amico a 4 zampe.

La vita moderna, però, rende necessario l’utilizzo di questo tipo di trasporto. Per esempio se dovete portare il micio dal medico e vivete molto distanti dal vostro veterinario di fiducia. Poi ci sono ancora i viaggi e, inoltre, i traslochi. Tutte situazioni che rendono indispensabile abituare il gatto alla macchina.

Si può abituare il gatto alla macchina?

Con la macchina succede qualcosa di simile a ciò che i gatti sperimentano con l’acqua. E’ fondamentale creare le condizioni ideali per far adattare l’animale al nuovo ambiente. La prima cosa che dovrete fare è fargli conoscere il veicolo su cui viaggerà. Inizialmente senza metterlo in moto.

Potete portarlo nell’automobile spenta due o tre volte, come una sorta di prova. In questo modo, il gatto si adatterà a questo nuovo spazio chiuso. Annuserà ogni angolo, camminerà su sedili e braccioli, insomma, lo trasformerà in uno dei suoi territori. Tenete presente che dovrete sempre stargli accanto.

Inoltre, occorrerà abituarlo anche al trasportino. L’altra opzione è quella di fargli indossare una speciale cintura di sicurezza provvista di museruola. Ma per farlo, dovrete addestrarlo e anche se riuscirete ad educare il micio, per la sua stessa natura è sconsigliabile che venga lasciato troppo libero nell’abitacolo. Rispetto ai cani, i felini domestici sono molto più sensibili agli stimoli e alle novità.

micio si affaccia dal vetro della macchina

Abituare il gatto alla macchina: passi successivi

Dopo alcune sessioni con la macchina ferma, arriverà il momento di introdurre quegli elementi che potrebbero disturbare il vostro gatto. Per esempio il rumore dell’accensione e del motore in movimento; entrambi potrebbero causare angoscia e paura nel vostro piccolo amico.

La prima cosa è provare ad avviare il motore senza però spostare l’auto. In questo caso sarà necessario tenere l’animale sotto controllo, da molto vicino, in modo che si senta accompagnato. La reazione potrebbe cambiare in base alla profondità del suono. Potrete ripetere questo esercizio due o tre volte anteriormente al primo viaggio.

Dopo questo prova, sarà il momento di fare i primi giri. Questi saranno ovviamente brevi e ad una velocità moderata. Dovrete tenere i finestrini chiusi, per evitare che il gatto tenti di scappare.

Rinforzo positivo: premi

Una volta iniziata la parte più difficile, che è il viaggio in auto vero e proprio, dovrete premiare ogni buon comportamento. Pertanto, terminata la corsa, offrirete subito un premio all’animale. In questo modo, assocerà l’auto a qualcosa di positivo, ovvero la ricompensa.

All’inizio, potrete concedere due tipi di premi: un giocattolo con cui ama giocare o del cibo. Il problema di quest’ultimo è che dovrete aspettare la fine dell’addestramento in auto, per evitare che il micio non abbia mal di stomaco.

Se il vostro gatto ha le vertigini, o disturbi alimentari, dategli il giocattolo che ama: sarà più che sufficiente come rinforzo positivo. L’animale accetterà di viaggiare in auto per ottenere i premi che gli spettano. Con il tempo, si abituerà alla macchina senza farci più caso.

un micio esce da uno zaino in un'auto

Raccomandazioni per portare il gatto in auto

Se dovete fare un lungo viaggio in macchina e avete deciso di portare il vostro animale domestico con voi, sarà necessario prendere in considerazione una serie di precauzioni. Vediamo quelle più importanti:

  • Non dategli da mangiare prima di partire: il micio dovrà rimanere a digiuno circa due ore prima del viaggio. Potrete dargli del cibo solo durante le soste prolungate.
  • Usate sempre il trasportino: anche se il gatto è abituato a viaggiare in auto, l’uso del trasportino è obbligatorio per legge. L’animale potrebbe infastidire il guidatore, disturbare la vista o infilarsi in luoghi pericolosi, ad esempio sotto i pedali.
  • Interagite con l’animale quando viaggiate: scegliete un trasportino abbastanza grande, in cui mettere una copertina e qualche giocattolo. Nelle pause, quando per esempio c’è un semaforo o se fate una sosta, coccolate, parlate e giocate con il vostro micetto.
Categorie: Addestramento Tags:
Guarda anche