Come allevare un coniglio nano d’Angora

9 Maggio 2019
Il coniglio nano d'Angora è un animale domestico facile da addestrare e da accudire. È piccolo, carino e molto silenzioso, proprio quello di cui avete bisogno se avete bambini o se vivete in ​​un appartamento in città!

Con i suoi peli lunghi e setosi, il coniglio nano d’Angora è uno dei più gettonati come animale domestico, spesso per i piccoli appartamenti.

In questo articolo vi diremo come prendervi cura in modo corretto di un coniglio nano dAngora. Diventate amici premurosi e preparati.

Caratteristiche del coniglio nano d’Angora

Prima di tutto, scoprite qualcosa su questa varietà di coniglio domestico, famoso per il suo pelo fantastico. Anche se possiamo pensare che questo è un animale da compagnia moderno, il coniglio nano d’Angora (Oryctolagus cuniculus), è stato un animale domestico dalla metà del XVIII secolo, in Francia.

Ci sono diverse sottovarietà, abbastanza simili tra loro. Tutti hanno pelo chiaro e lungo e un peso medio di quattro chili. I conigli possono riprodursi in qualsiasi momento dell’anno, dal momento che le femmine non hanno un periodo di estro fisso.

È un animale molto docile e pacifico, che può vivere tra sette e nove anni e che è facilmente addomesticabile. Questo è il motivo per cui viene scelto come animale domestico in case dove ci sono bambini.

Coniglio d'Angora nano nel prato

Prendersi cura di un coniglio nano d’Angora

Se volete avere un coniglio nano d’Angora in giro per casa, dovrete fornirgli alcune cure di base per essere buoni proprietari. In questo modo, il vostro animale vivrà più a lungo e meglio.

1. Spazzolarlo

La prima raccomandazione è spazzolare bene il loro pelo. Visto che è molto lungo si accumula e finisce per essere ingerito: questo è pericoloso per la salute dell’animale. Inoltre, lavarlo due o tre volte alla settimana impedisce di fargli perdere i peli in tutta la casa o di trovare montagne di pelo nella gabbia.

2. Il cibo per il coniglio nano d’Angora

Il coniglio è un animale erbivoro, che si nutre di verdure, frutta e foraggi. Ogni giorno dovreste fornirgli questi alimenti insieme a mangimi, foraggi verdi e fieno, che possono essere acquistati nei negozi per animali.

È meglio offrire piccole quantità di cibo, così ci saranno meno possibilità che il cibo marcisca e generi cattivi odori.

Scoprite quali verdure e frutti piacciono al vostro animale domestico e consultate il veterinario, per concedergli qualche extra.

3. Gabbia

Qui il vostro animale passa molto del suo tempo, quindi deve essere comoda e avere le misure appropriate. Anche se non crescono tanto, gli esemplari di questa specie cambiano le loro dimensioni rispetto a quando sono cuccioli. Pertanto, se lo portate a casa con poche settimane di vita, ricordate che crescerà e avrà bisogno di una gabbia comoda.

I conigli nani d’Angora non tollerano ambienti molto caldi (più di 30 °C) o molto freddi (meno di 10 °C). Hanno bisogno di una buona ventilazione e la gabbia deve permettere un certo grado di movimento, corsa o di giocare quando vogliono.

Coniglio nano d'Angora all'aperto

4. Denti

Una delle peculiarità dei conigli è la crescita dei denti: avviene per tutta la vita. Per accorciarli devono rosicchiare oggetti o cibo di diverse consistenze. In caso contrario, potrebbero subire quella che è nota come “malocclusione dentale”, che provoca molti problemi di salute all’animale.

Per evitarla, vi consigliamo di offrire un pezzo di legno che il coniglio d’Angora possa mordere e che nella sua dieta ci siano alimenti di consistenze variegate, come carote o mangimi speciali per conigli.

5. Igiene del coniglio nano d’Angora

È essenziale mantenere l’igiene della gabbia. Questo ambiente è incline ad accumulare batteri e sporcizia, generare cattivi odori e aumentare le probabilità che il coniglio nano d’Angora si ammali. Rimuovete le feci e il cibo che non ha consumato ogni giorno e non dimenticate di cambiare l’acqua fresca quotidianamente.

Inoltre, è molto importante che l’animale sia pulito. Lui stesso si pulirà, ma nel caso in cui si sporchi troppo, potete passare un panno bagnato sopra il dorso o sulle zampe. Tagliate le unghie di tanto in tanto, per evitare che possa farsi male.

Non è così complicato allevare un coniglio nano d’Angora, ma dovete dedicargli tempo e dedizione.

  • Guerra Maldonado, A. del C. (2010). Efecto de la suplementación dietaria con metionina sobre la producción de pelo en conejo angora. Avances En Ciencias Veterinarias. https://doi.org/10.5354/0716-260x.1991.4660