Come calcolare l'età del gatto in anni umani

L'aspettativa di vita di un gatto va dai 14 ai 15 anni, che con il calcolo corretto corrisponderebbero a quasi 68 o 72 anni umani.
Come calcolare l'età del gatto in anni umani

Ultimo aggiornamento: 25 luglio, 2022

Un gatto invecchia più velocemente rispetto agli umani, quindi cercare di calcolarne l’età risulta un po’ più complicato di quanto possa sembrare. Infatti, l’idea che 1 anno umano equivalga a 7 anni di un gatto non è corretta. Questo perché l’invecchiamento non è un processo lineare e devono essere presi in considerazione anche vari processi biologici.

I gatti impiegano solo 2 anni per raggiungere la maturità sessuale, meglio conosciuta come pubertà. In altre parole, ciò significa che un periodo che per gli umani dura 14 anni, per il gatto corrisponde a 2 anni. Ecco perché, per calcolare l’età di un gatto, non basta contare il numero di anni trascorsi dalla sua nascita. Continuate a leggere questo articolo e scoprite come calcolare correttamente l’età del vostro gatto.

Età biologica ed età cronologica

Anche se possono sembrare la stessa cosa, l’età biologica e l’età cronologica sono concetti diversi che possono avere o meno lo stesso valore. Da un lato, l’età cronologica conta quanto tempo (giorni, mesi o anni) è trascorso dalla nascita dell’animale. L’età biologica, invece, si riferisce all’invecchiamento del corpo in base al passare del tempo.

Il metodo tradizionale di calcolo dell’età di un gatto si basa sulla regola che 1 anno umano equivale a 7 anni felini. L’unico problema è che il metabolismo e l’invecchiamento dei gatti è più veloce, quindi non invecchiano alla stessa velocità dei loro padroni. Pertanto, non è possibile calcolare l’età biologica dell’animale partendo dall’età cronologica.

Senza rendersene conto, la maggior parte dei padroni utilizza l’età cronologica per capire quanti anni ha il suo gatto. Tuttavia, l’età biologica è quella più rappresentativa, in quanto indica il possibile grado di invecchiamento del suo corpo. In questo modo si può anche dedurre se è il momento di richiedere assistenza geriatrica.

Padrona accarezza il suo gatto

Fattori che influenzano l’età biologica del gatto

Come per altri animali, l’età biologica dei gatti dipende dalla loro taglia, razza e stile di vita. Nonostante ciò, di solito si ritiene che nei gatti, fattori come razza e taglia non influiscano troppo sul questo calcolo, poiché non vi è una grande variazione come accade nei cani.

In base a quanto sopra, sono state sviluppate diverse tabelle di equivalenza che consentono di calcolare l’età di un gatto. Naturalmente, vi è comunque un margine di errore, ma si tratta di un calcolo più accurato rispetto all’utilizzo dell’età cronologica.

Fasi della vita di un gatto

Secondo l’American Animal Hospital Association e l’American Association of Feline Practitioners, le fasi della vita di un gatto possono essere classificate come segue:

  • Gattino (neonato): copre dalla nascita fino ai 6 mesi (età cronologica). Ogni mese corrisponde a quasi 1,5 anni di età biologica. Alla fine di questo periodo, si stima che abbia circa 10 anni.
  • Gatto giovane: da 7 mesi a 2 anni (età cronologica). Ogni 6 mesi equivale a poco più di 5 anni in età biologica. Alla fine di questa fase, il gatto dovrebbe avere 24 anni.
  • Adulto (primo stadio) : da 3 a 6 anni (età cronologica). Ogni anno equivale a circa 4 anni in età biologica. Alla fine di questa fase, il gatto dovrebbe avere 40 anni.
  • Adulto (secondo stadio) : dai 7 ai 10 anni (età cronologica). Ogni anno equivale a circa 4 anni in età biologica. Alla fine di questa fase, il gatto dovrebbe avere 56 anni.
  • Senior: da 11 a 14 anni (età cronologica). Ogni anno equivale a circa 4 anni in età biologica. Alla fine di questa fase, il gatto dovrebbe avere 72 anni.
  • Geriatrico: dai 15 ai 25 anni (età cronologica). Ogni anno equivale a circa 4 anni in età biologica.
Gatti Australian mist

Come si calcola l’età di un gatto in anni umani?

L’età biologica di un gatto viene spesso definita “età in anni umani”. Una buona opzione per calcolare quanto è longevo un gatto è basarsi sulle sue fasi di vita. Tuttavia, esiste un modo semplice per calcolare l’età di un gatto in anni umani, basta solo tenere conto di quanto segue:

  • I primi 2 anni di vita di un gatto equivalgono a 15 anni umani.
  • Dopo aver compiuto 2 anni, ogni anno umano aggiuntivo corrisponderà a 4 anni felini.

In base a questo calcolo, se un gatto ha un’età cronologica di 10 anni, in realtà avrebbe 56 anni umani. In questo modo si tiene conto dell’invecchiamento del felino durante i primi 2 anni di vita e del continuo deterioramento degli anni successivi.

Come potete vedere, calcolare l’età del vostro gatto in anni umani non è un compito difficile, poiché potete farlo a casa senza l’aiuto di specialisti. Inoltre, è molto utile perché vi permette di sapere se il vostro animale domestico ha bisogno di cure aggiuntive dovute alla vecchiaia.

In generale, si raccomanda che i gatti anziani o geriatrici vengano portati dal veterinario più di due volte l’anno. Questo perché l’invecchiamento li rende più inclini a diverse patologie. La vecchiaia è forse una delle fasi più difficili della loro vita, quindi è bene prepararsi in anticipo e prestare loro l’attenzione che meritano.

Potrebbe interessarti ...
Come cambia il comportamento di un gatto che invecchia
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Come cambia il comportamento di un gatto che invecchia

Il comportamento di un gatto che invecchia cambia a seconda delle condizioni in cui si trova, per cui è bene prestare attenzione alle sue esigenze.



  • Cats Protection (2015). Elderly cats. Cats Protection Essential Guide 16. Recuperado el 22 de julio de 2022, disponible en: https://www.cats.org.uk/media/1027/eg16_elderly_cats.pdf
  • American Animal Hospital Association y la American Association of Feline Practitioners. (2010). AAFP–AAHA Feline Life Stage Guidelines. Journal of the American Animal Hospital Association, 46, 70-85.
  • Pittari, J., Rodan, I., Beekman, G., Gunn-Moore, D., Polzin, D., Taboada, J., … & Zoran, D. (2009). American Association of Feline Practitioners: senior care guidelines.
  • Carney, H. C., Little, S., Brownlee-Tomasso, D., Harvey, A. M., Mattox, E., Robertson, S., … & Manley, D. S. (2012). AAFP and ISFM feline-friendly nursing care guidelines. Journal of Feline Medicine and Surgery, 14(5), 337-349.

I contenuti de I miei animali sono redatti a scopo informativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.