Come nutrire una colonia di gatti correttamente?

· 20 giugno 2018

Sono moltissime le colonie di gatti che abitano in città. Ci sono diversi motivi per cui questi piccoli felini sono costretti a vivere per strada. Principalmente sono il frutto dell’abbandono e della mancanza di un piano di controllo delle nascite. In questo articolo vi indicheremo in che modo nutrire una colonia di gatti correttamente, in modo che questi animali randagi possano sopravvivere.

Colonie di gatti: non basta dargli da mangiare

È stato dimostrato che l’unico metodo efficace per ridurre le dimensioni e il numero delle colonie di gatti è attraverso la sterilizzazione. Le nascite diminuirebbero e, con il passare del tempo, potrebbero finalmente scomparire. Se, invece, si opta per spostare questi gruppi, si apre solamente la strada all’occupazione del territorio da una nuova colonia.

Pertanto, non basta nutrire una colonia di gatti. Se volete davvero aiutare questi animali randagi, dovrete fornire loro anche assistenza veterinaria. Ciò significa, inoltre, sterilizzare i membri che la compongono. Senza dimenticare il fatto di comunicare ai vicini e alle autorità le vostre intenzioni, in modo da risolvere il problema in modo davvero efficace.

Anche il fatto di alimentare questi gatti randagi può rappresentare un problema per chi non conosce il vostro obiettivo. Per evitare problemi, ci sono delle linee guida che vi suggeriamo di seguire:

I problemi delle pappe fatte in casa

I gatti di strada non dovrebbero mai mangiare cibo fatto in casa. Ci sono diversi motivi per cui occorre evitare di dar loro avanzi umani:

  1. Anzitutto, questi alimenti possono essere dannosi per la loro salute. I gatti sono animali carnivori e il cibo umano, di solito, include anche cereali (come riso o pasta), verdure (peperoni, pomodori, carote, zucchine, cipolle, ecc.) o legumi (lenticchie, ceci, fagioli). Così come olio, sale e altre spezie.
  2. In secondo luogo, l’odore inevitabilmente attrae insetti e altri parassiti. Non solo i gatti si nutriranno di quel cibo, ma anche altri animali (topi, blatte), creando un serio problema di salute pubblica.

Nutrire una colonia di gatti: acqua e mangime

Per garantire la salute dei gatti della colonia e mantenere pulito il luogo, è meglio dar loro da mangiare solamente mangimi. Il mangime è cibo secco: non emana odore, non sporca o non rilascia liquidi che potrebbero sporcare ulteriormente una strada o il parco. Inoltre, non attira insetti né ratti.

Una signora nutre una colonia di gatti

Esiste un’ampia varietà di mangimi che i gatti gradiranno notevolmente, di vario tipo, qualità e prezzo. Sceglietene uno che si adatti alla vostra disponibilità economica. Nutrire regolarmente una colonia di gatti non dovrebbe essere troppo oneroso. Inoltre, potreste chiedere l’aiuto di un rifugio per animali o raccogliere fondi tra i vicini del quartiere.

Lasciate sempre a loro disposizione acqua fresca. Se mangiano del cibo secco, avranno assoluto bisogno di bere molti liquidi. Cambiate l’acqua almeno una volta al giorno e aggiungetela nelle ciotole in cui manca. Soprattutto in estate, l’idratazione dovrà essere rinforzata.

La pulizia è essenziale

Mantenere pulita la colonia è molto importante. Previene la proliferazione di parassiti, la generazione di immondizia ed evita anche odori o macchie nel terreno.

Ovviamente migliora anche la qualità della vita dei gatti che la compongono. Sono animali puliti e, sebbene vivano per strada, si sentiranno meglio in un luogo senza sporcizia né cattivi odori. Inoltre, diminuiranno i problemi di salute e le infezioni.

Infine, non dovete dimenticarvi dei vicini. Molte persone sono riluttanti a vivere vicino alle colonie di gatti. Mostrategli che questa zona può essere mantenuta pulita e sana.

Gatti randagi si coccolano su un muro

Per riuscirci, evitate di offrire cibo fresco o umido nelle ciotole o sul terreno. Nel caso optiate per contenitori usa e getta, raccogliete e buttate quelli vuoti, in modo che non diventino rifiuti o contaminino l’area in cui vivono i gatti.

Tuttavia, la cosa migliore per l’ambiente è usare ciotole e piatti riutilizzabili. Come alimentatori in acciaio o piatti sfusi dalle nostre stoviglie che potete portare a casa e pulire periodicamente, senza lasciare mai residui nella colonia.

È importante ricordare che il mangime deve essere nascosto. Potrebbe essere rubato, aperto, danneggiato o persino avvelenato. Se volete nutrire correttamente una colonia di gatti fatelo in luogo accessibile solo a loro, con dosi giuste di mangime e abbondante acqua.

Nutrire una colonia di gatti è solo il primo passo da compiere se volete aiutare questi piccoli felini randagi. Ricordatevi che dovrete anche fornirgli supporto veterinario quando ne avranno bisogno e, soprattutto, per sterilizzare i gatti adulti e ridurre le dimensioni di queste colonie.