Come prendersi cura dell’acquario in inverno

· 17 ottobre 2018
La maggior parte dei pesci, così come rettili e anfibi, sono ectotermi. Il loro corpo non è in grado di produrre calore.

La manutenzione dell’acquario in inverno è fondamentale per proteggere la salute dei vostri pesci. Con l’arrivo del freddo, infatti, sono necessari una serie di cambiamenti per garantire il massimo comfort a questi animali acquatici.

Per questo motivo, abbiamo raccolto per voi 5 consigli che vi aiuteranno contro le basse temperature e a garantire l’equilibrio del vostro acquario in inverno.

Conoscere meglio la temperatura corporea dei pesci

La maggior parte dei mammiferi, compresi gli umani, sono endotermici. Significa che sono in grado di generare calore e riscaldare i loro tessuti corporei attraverso il loro stesso metabolismo.

Pertanto, sono noti come animali a sangue caldo.

La maggior parte dei pesci, così come rettili e anfibi, sono ectotermi. Il loro corpo non è in grado di produrre calore.

In realtà, sono le condizioni esterne che determinano la temperatura del loro organismo. Pertanto, non sono in grado di sopportare eventuali differenze e cambiamenti di temperatura.

Questi animali a sangue freddo usano fonti esterne per riscaldarsi o raffreddarsi.

Pesci di varia specie nuotano in un acquario

Le condizioni dei pesci in mare

I pesci di mare di solito regolano la loro temperatura corporea grazie al comportamento.

Diversamente dai mammiferi, lo fanno avvalendosi di metodi fisiologici.

Le masse d’acqua più profonde dell’oceano sono più fredde, mentre quelle più basse sono riscaldate dai raggi del sole.

Il pesce con maggiore capacità di termoregolazione rimane in uno strato di acque profonde, senza migrare in inverno.

Al contrario, chi non possiede questa stessa capacità, di solito si sposta verso profondità più calde, dove il loro corpo si adatta in modo migliore alla temperatura.

5 consigli per la manutenzione dell’acquario in inverno

1. Regolare la temperatura adeguata

Tenere un pesce in un acquario significa dover ricreare la temperatura del suo habitat naturale per consentirne lo sviluppo.

Secondo gli specialisti, circa il 70% delle specie ittiche sono originarie delle acque dei climi temperati.

Pertanto, se avete un acquario in Italia o Europa, quando arriva l’inverno dovrete prevedere un sistema di riscaldamento efficiente.

Altrettanto importante è un termostato (o un sistema di misurazione) che vi consente la regolazione e il controllo della temperatura interna dell’acquario.

I pesci possono soffrire molto per un eccessivo surriscaldamento dell’acqua.

Ogni volta che si parla di riscaldamento, è essenziale ribadire l’importanza di una corretta ventilazione dell’ambiente.

Dovreste lasciare una parte della finestra aperta durante il giorno, così da evitare qualsiasi incidente o intossicazione.

Molti specialisti sostengono che è consigliabile spegnere la pompa di circolazione dell’acquario in inverno.

Soprattutto nel caso di grandi acquari con all’interno un numero considerevole di pesci.

2. Scegliete la posizione ideale per il vostro acquario

Acquistare un acquario adeguato, amplio e di buona qualità, è solo il primo passo per prendersi cura dei vostri animali acquatici.

E’ essenziale anche scegliere il luogo dove posizionarlo, dentro casa. Ciò servirà a ricreare, il più possibile, le condizioni di ambiente a cui i pesci sono abituati.

Non dovreste mai lasciare un acquario all’aperto. I colpi di freddo e di calore sono molto pericolosi per la salute dei pesci.

L’ideale è preferire un ambiente ventilato con una buona penetrazione di luce solare.

Il Feng Shui degli acquari suggerisce di installare il vostro acquario sul lato destro delle finestre.

Preferibilmente, nell’area nord della casa o dell’ambiente di lavoro. Questa disposizione sarebbe perfetta per fornire buoni flussi di energia all’acquario.

3. Alimentazione equilibrata in inverno

La maggior parte delle specie animali adotta cambiamenti naturali nelle proprie abitudini alimentari durante l’inverno. E i pesci non fanno eccezione.

Se avete configurato un riscaldamento adeguato, il pesce dovrebbe essere nutrito da 2 a 4 volte al giorno, ogni volta che la temperatura è superiore ai 12 gradi.

Ma quando scegliete di lasciare che il pesce vada in letargo, l’alimentazione dovrebbe essere offerta solo una volta al giorno.

Questa pratica rispetta i cambiamenti dietetici, ma richiede molta cura. E, in aggiunta, un controllo permanente della temperatura dell’acquario in inverno.

Pesce rosso in un acquario

Come sapere se il vostro acquario è bilanciato?

Il modo migliore per scoprire se l’acqua nella vostra vasca è ben bilanciata è osservare il comportamento del vostro pesce.

Questi animali sono molto sensibili e dimostrano, in modo evidente, i sintomi di un possibile disagio.

Quando la temperatura all’interno dell’acquario di pesce è bilanciata, i pesci tendono a non mostrare grandi cambiamenti.

Rispettano le normali abitudini di attività e alimentari, come se fosse sempre estate.

Ma se le acque dell’acquario diventano fredde, i pesci sono portati a esagerare le proprie capacità di sopravvivenza.

Soprattutto, rimangono immobili sul fondo dell’acquario, evitando di circolare.

Questo stesso comportamento può essere causato dal freddo o dall’alimentazione sbilanciata durante l’inverno.

Con l’arrivo del freddo, la vostra gestione e il controllo sull’acquario dovrà essere molto più attenta e costante.

Mantenerlo in funzione, in modo corretto e bilanciato in inverno, è il modo migliore per proteggere e tutelare la vita dei vostri pesci.