Como riconoscere il sesso di un volatile?

· 26 dicembre 2017

Riconoscere il sesso di un volatile può essere un compito difficile. Anche gli occhi più esperti e persino alcuni veterinari, talvolta, possono avere qualche dubbio.

La maggior parte dei volatili non presenta dettagli evidenti al riguardo. Non sono rari i casi di pulcini ai quali vengono dati nomi da maschio e da adulti risultano essere femmine.

Esami di laboratorio: il metodo infallibile

È chiaro che ci sono molti più cani e gatti che altre specie di animali domestici. Per questo motivo, trovare un medico veterinario la cui specialità siano i volatili può essere davvero complicato.

Molti specialisti, dinanzi al dubbio che possono avere nel riconoscere il sesso di un volatile, optano per l’opzione più sicura: esami di laboratorio.

L’analisi può essere realizzata in tre modi diversi:

  • Analisi del sangue: è il più comune, anche se richiede una certa destrezza per estrarre il campione dalle zampe dell’animale senza fargli male.
  • Analisi delle feci: ottenere il campione è molto più semplice. Ma presenta un limite importante: si realizza solo con esemplari adulti.
  • Analisi delle piume: con una esattezza alla pari dei casi anteriori, del cento per cento. Il suo punto a sfavore è che non molti laboratori hanno le attrezzature necessarie per realizzare questo esame.

Uccellino colorato su mano del padrone

Tramite osservazione (e altri sensi)

Alcuni uccelli presentano caratteristiche facilmente identificabili, che permettono di stabilire senza complicazioni il loro sesso.

Il pavone e i galli sono i casi più emblematici. La coda lunga e piena di piume colorate dei pavoni, pensata per attirare le femmine, risalta a prima vista, persino quando non è aperta. La cresta dei galli, oltre al loro potente canto, non lascia dubbi.

Per quanto riguarda i parrocchetti, invece, una delle specie di uccelli più comuni, i colori della cera (la zona che si trova al di sopra del becco) fungono da segno identificativo. Nei maschi è blu o rosa, le femmine invece ce l’hanno marrone o bianco.

Alcuni pappagalli presentano il verde del loro piumaggio più intenso e vivido se sono maschi.

Canarini e altre specie

Il canarino è un altro uccello adatto alla vita domestica e molto popolare. I maschi cantano di continuo, è il loro richiamo di accoppiamento. Tuttavia, non è una caratteristica esclusiva dei maschi. I cambiamenti ormonali tipici del periodo del calore, infatti, possono indurre anche le femmine a cantare.

Nel caso dei canarini e di altre specie, le dimensioni generali degli esemplari, così come alcune parti del loro corpo, sono indicativi. Grazie a esse, è possibile riconoscere il sesso di un volatile.

I maschi sono snelli e atletici. Presentano un portamento totalmente eretto. Saltano ugualmente all’occhio le dimensioni e la forma del becco (più grande e pronunciato). Anche le zampe sono più grandi e più unite tra loro.

Le femmine, invece, oltre a essere più piccole, presentano una figura che tende a essere più tondeggiante.

Un altro metodo tramite osservazione per riconoscere il sesso di un volatile consiste nel controllare la parte posteriore dell’animale. Per l’esattezza l’area prossima all’ano. Nei maschi si noterà una piccola protuberanza.

Palpare la zona con le dita è un’opzione qualora vi siano ancora dubbi. Questa azione, però, presenta il rischio di causare lesioni, persino serie, all’animale.  

Atteggiamento

Nella maggior parte delle specie di uccelli domestici, di solito le femmine sono più socievoli, anche con i loro padroni. I maschi, invece, si mostrano più freddi e cercano sempre di imporre la loro presenza.

Coppia di agapornis

Le prime smettono di essere così docili dopo il periodo di accoppiamento. Succede lo stesso anche quando si preparano a covare e ad accudire i loro pulcini. In questi momenti difendono il nido in modo più categorico e con maggiore determinazione, persino dei maschi.

Quando i pulcini spiccano il volo dal nido, le femmine recuperano la dolcezza tipica del loro carattere. Accade lo stesso se vengono trasferiti in un’altra gabbia.

Perché è importante riconoscere il sesso di un volatile?

Riconoscere il sesso di un volatile è un fattore chiave per crescerlo e prendersene cura in modo adeguato.

I maschi non devono condividere la gabbia, dato che sarebbero continuamente in lotta per dominare il territorio. Le femmine, invece, possono richiedere protezione durante il periodo di accoppiamento.

Fonte dell’immagine principale: Juan Tello