Conosciamo la donna che salva i pipistrelli

05 gennaio, 2019
Megan Church è una donna che da 10 anni salva i pipistrelli, animali molto apprezzati in Australia. Contribuisce al loro recupero per reintrodurli nel loro habitat naturale.

Megan Church è una donna che salva i pipistrelli: sono centinaia gli esemplari salvati negli ultimi anni. Per fortuna, ci sono persone come lei che lottano contro il maltrattamento degli animali, e che dedicano il loro tempo e le loro risorse ad aiutare i più bisognosi.

Ecco la storia della donna che salva i pipistrelli.

La donna che salva i pipistrelli

Per colpa del nostro ambiente altamente urbanizzato, molti animali si trovano nei guai più frequentemente che se stessero nel loro habitatPossono essere investiti da una macchina, restare intrappolati nelle navi industriali o vivere dentro alle case senza poter mai uscire.

Questi problemi colpiscono varie specie: pappagalli, volpi, gatti selvatici. I pipistrelli non sono un’eccezione. Per fortuna, contano sull’appoggio e sull’affetto di una donna che li cura affinché possano tornare nel loro ambiente.

Megan Church salva questi mammiferi in Australia da 10 anni. Dopo una grave malattia autoimmune, ha ritrovato le forze grazie ai pipistrelli. Come molti altri, ha iniziato a occuparsi delle cucciolate orfane.

Cucciolo di pipistrello sul dito
Fonte: http://greenarea.me

Presto si è sparsa la voce che Megan sapesse curare i pipistrelli, quindi si è convertita in una vera e propria professionista in quest’ambito. Se qualcuno trova uno di questi mammiferi in difficoltà, arriva lei e lo aiuta a riprendersi.

Nel corso degli anni ha scovato pipistrelli in luoghi inimmaginabili: incastrati tra i rami degli alberi, dentro i camini delle abitazioni, etc. I casi più comuni sono quelli di animali intrappolati nelle inferriate e nel filo spinato.

Tuttavia, Megan continua a prendersi cura delle cucciolate: gli dà il biberon, li pulisce e li protegge come se fosse la madre. Sorprendentemente, ai piccoli pipistrelli tranquillizza avere qualcosa da mordere e da abbracciare, quindi crea dei ciucci e li avvolge intorno a dei peluche.

L’importanza dei pipistrelli nel loro habitat naturale

La donna che salva questi animali vive in Australia, in una città vicino Sidney. In questa zona, la specie più diffusa di pipistrello è la volpe volante dalla testa grigia, tra le più grandi che esistano.

Pipistrello volpe volante dalla testa grigia

Nonostante la loro fama, i pipistrelli sono frugivori: si alimentano unicamente di frutta e del nettare dei fiori. 

Hanno una dieta molto varia, quindi svolgono un grande lavoro disseminando i semi e ripiantando gli alberi, oltre ad impollinare le piante.

Possono allontanarsi molto dal loro nido per andare alla ricerca di cibo. Sono i mammiferi frugivori che percorrono le distanze più lunghe, quindi sono importantissimi per la salute dei boschi tropicali.

Un futuro per i pipistrelli

Megan Church, la donna che salva i pipistrelli, sa che l’obiettivo dei suoi salvataggi è quello di ricondurre gli esemplari sani e salvi nel loro habitat naturale, in modo tale che possano sopravvivere in libertà. Per questo, tutti gli animali che arrivano nella sua casa ci rimangono temporaneamente.

Alcuni hanno bisogno di più cure di altri: molti sono solo stanchi o confusi, altri si sono fatti male e hanno bisogno di essere controllati per varie settimane.

La donna ha un canale You Tube, Megabattie, dove carica i video dei suoi salvataggi. Ce ne sono alcuni in si vede come come trova gli animali, mostra i piccoli che prendono il biberon e quelli più importanti: quando sono pronti a volare da soli, tornando così nel loro ambiente.

Come si possono salvare gli animali?

Tutte le specie hanno bisogno di persone che si occupino del loro benessere. Non tutti vivono in zone in cui sono presenti degli animali esotici, però si può contribuire lo stesso.

Nei rifugi per animali si è sempre alla ricerca di nuovi volontari. Non si occupano solo di cani e di gatti: alcuni si prendono cura degli animali da fattoria, alcune associazioni sono specializzate unicamente in roditori, etc.

Se non avete del tempo libero, potete contribuire anche in altri modi: procuragli del materiale, donargli del denaro, aiutarli a trovare dei fondi.

A volte hanno bisogno di un volontario che li aiuti a portare gli animali dal veterinario.

Bisogna però ricordare, come afferma anche Megabattie nei suoi video, che ci sono delle specie che non possono essere “toccate” se non si sa il modo in cui farlo. 

Alcuni pipistrelli potrebbero essere pericolosi; anche i gatti randagi potrebbero essere portatori di malattie. Se volete salvare degli animali, dovete prima proteggere voi stessi.