3 consigli per rendere il vostro gatto più socievole

21 febbraio, 2017

Il vostro micio si comporta bene con voi e con il resto degli abitanti della casa ma non ne vuole sapere di ospiti o altri animali?  Di seguito vi diamo alcuni consigli per far sì che il vostro gatto sia più socievole.

La pazienza come strumento per far sì che il vostro gatto sia più socievole

bambina-accarezza-gatto

Il motivo per cui il vostro micio ha problemi a relazionarsi con gli estranei è la sua mancanza di socializzazione in giovane età. È molto probabile che l’animale, quando era cucciolo, non abbia avuto sufficiente contatto con persone estranee alla sua casa. E nemmeno sufficiente rapporto con i suoi simili o con animali di altre specie.

A questo punto, vi starete domandando se il problema ha una soluzione. La risposta è sì. Ma dovete armarvi di molta pazienza per far sì che il vostro gatto sia più socievole.

Quindi, se volete provarci, noi de I Miei Animali vi diamo qui di seguito alcuni consigli.

Anche se sembra difficile, non è impossibile far sì che il vostro gatto si comporti bene con ospiti e altri animali. Vi spieghiamo come riuscirci  anche se non ha imparato a socializzare in giovane età.

1- Fate in modo che il vostro micio si senta sicuro

La prima mossa per riuscire nell’intento è fare in modo che l’animale si senta sicuro nel suo ambiente. Per questo, dovrete coccolarlo molto e stimolarlo con diversi tipi di giochi.

Quindi, senza assillarlo:

  • Accarezzatelo
  • Parlategli con un tono dolce e affettuoso
  • Spazzolatelo

Inoltre, tenete ben presente che il gioco aiuta il gatto ad essere più socievole e a sviluppare ulteriormente la sua curiosità e la sua intelligenza, doti in lui innate.

Tenete in considerazione, inoltre, il fatto che non tutti i felini richiedono lo stesso livello di attenzione. Ma osservandolo, saprete stabilire se l’animaletto si sente sicuro nella casa della sua famiglia umana o se dovete continuare a rafforzare il legame.

2- Non mettetegli fretta né obbligate il vostro gatto ad essere socievole con persone estranee

Se il vostro gatto non è abbastanza abituato a socializzare, la cosa più probabile è che corra a nascondersi in qualche luogo dove si senta sicuro quando suonerà il campanello o sentirà voci estranee. La cosa peggiore che potete fare in questi casi è costringerlo a restare immediatamente con gli ospiti. Se gli date tempo, forse la curiosità farà sì che, più presto che tardi, si avvicinerà per vedere chi siano questi esseri umani che si muovono per il suo territorio.

Se non si fa vivo per un periodo di tempo ragionevole, potete andare a cercarlo e avvicinarlo al luogo dove si trovano gli ospiti. Ma ricordate che i gatti detestano i suoni forti, e quando si chiacchiera si è soliti parlare a voce alta. E sarà ancora peggio se tra gli ospiti ci sono bambini che gridano. Quindi, date tempo al vostro animale e lasciate che sia lui a decidere come e quando relazionarsi con gli ospiti.

L’ideale è che, ogni volta che riceverete delle visite, se il felino non arriva da solo a scoprire chi sono le persone estranee, lo cerchiate e lo portiate dove si sta svolgendo la conversazione. Così, a poco a poco vedrete come familiarizzerà con altri umani e smetterà di nascondersi ogni volta che arriveranno visite.

3- Portate a passeggio il vostro gatto

gatto-al-guinzaglio

Se tutto va bene e il vostro gatto non si nasconde di fronte agli estranei, potete cercare di fare un passo in più. Che cosa ne dite di portare a passeggiare il vostro gatto? È una buona possibilità per esplorare ambienti diversi e farlo relazionare con altre persone e animali domestici. Ma dovete abituarlo gradualmente a questa nuova routine.

Tuttavia, dovete sapere che, a differenza dei cani, i felini non hanno bisogno di passeggiate. Possono vivere tranquillamente in casa. Devono però essere castrati.

Se al vostro micio piace uscire per strada, tenete presente che dovete tenerlo sempre con un guinzaglio speciale per gatti. In questo modo, eviterete che scappi se qualcosa lo spaventa. Dovete anche essere aggiornati con il suo calendario delle vaccinazioni. E chiedete al veterinario se è necessario effettuare qualche ulteriore vaccino per poterlo far uscire di casa.