Cosa fanno i volontari in un rifugio per animali?

18 Aprile 2018

I rifugi per animali sono delle strutture indispensabili per la società. Si occupano di prendersi cura, di proteggere e di difendere gli animali abbandonati e maltrattati. Queste associazioni funzionano grazie al contributo delle persone altruiste, e per conoscerle più a fondo oggi vi parleremo del ruolo che svolgono i volontari in questi rifugi.

Che tipo di figura sono i volontari?

I volontari sono delle persone che donano il loro tempo e i lori sforzi, ovvero non vengono pagati per il lavoro che svolgono, lo fanno semplicemente per una soddisfazione personale. Queste figure sono presenti anche in strutture che difendono altre cause, e non si ha bisogno di conoscenze specifiche per svolgere questo ruolo.

Pulizia della struttura

La pulizia dei rifugi può sembrare un compito duro da svolgere, però è essenziale per il benessere degli animali che ci vivono. Le gabbie e i recinti devono essere puliti tutti i giorni per garantire l’igiene e la salute dei membri presenti.

volontario che pulisce gabbie di un rifugio

Oltre alle gabbie, i volontari spazzano, lavano per terra, gettano le coperte e i giochi rovinati, etc. E’ necessario anche pulire le ciotole per il cibo e cambiare l’acqua.

Far passeggiare i cani

Dopodiché, si devono portare a spasso i cani. La vita all’interno dei rifugi è monotona per gli animali, quindi hanno bisogno di scoprire luoghi e odori nuovi.

Le passeggiate vengono organizzate in modo diverso in base al rifugio e alla zona in cui sono ubicati: alcuni cani vengono portati a spasso tutti i giorni, mentre in altri vengono programmate delle passeggiate di gruppo una volta a settimana. Se volete portarli a spasso, mettetevi in contatto con le strutture vicine a voi. 

 

volontario con cane al guinzaglio

In ogni caso, per i cani che sono stati abbandonati, il momento della passeggiata è delicato; non tutti sanno stare al guinzaglio, e alcuni non vanno d’accordo con i propri simili. Chiedete consiglio ai volontari più esperti.

Case di accoglienza

Le case di accoglienza sono un pilastro fondamentale per il funzionamento dei rifugi per animali. Dei volontari ammettono nella propria abitazione per un tempo limitato un animale che ha bisogno di un posto in cui stare. Si prenderanno cura dell’animale finché non verrà adottato in modo permanente da qualcun altro.

Riscossione dei fondi

I volontari che passano del tempo con gli animali sono necessari, però lo sono anche i fondi economici con i quali mandare avanti il rifugio. Alcuni si occupano esclusivamente di raccogliere il denaro per poter pagare le fatture e il cibo.

cane in un rifugio per animali con persone

Molti rifugi sono delle associazioni, e hanno bisogno di soci per poter continuare a funzionare; alcuni membri che ne fanno parte, si recano nei mercatini per vendere dei prodotti artigianali. Altri, invece, approfittano delle sovvenzioni e dei patrocini per poter sostenere le spese mediche.

Anche i proprietari dei negozi possono contribuire, collocando salvadanai, organizzando cene solidali e anche delle lotterie in cui vengono estratti vari prodotti.

E’ necessario l’aiuto di tutti

Si ha bisogno di moltissimo aiuto e tutti possono dare una mano. Il lavoro di un volontario in un rifugio per animali è molto di più che pulire e portare a spasso i cani.

Per esempio, in queste strutture si necessita di elettricisti, di giornalisti che facciano pubblicità al rifugio, di avvocati che gestiscano le denunce di maltrattamenti, etc. Tutte le classi sociali sono bene accette.