Cosa fare se il vostro cane ha le convulsioni?

6 Febbraio 2018

Le convulsioni sono il prodotto di disturbi che interessano il sistema nervoso. Si manifestano sotto forma di disturbo motorio e, in alcuni casi, con perdita di conoscenza. Se il vostro cane ha le convulsioni, non esitate a portarlo immediatamente dal veterinario.

Le cause delle convulsioni possono essere molteplici. Un errore comune è quello di credere che si tratti di una malattia. Le convulsioni sono esclusivamente un singolo sintomo di una patologia o condizione che può essere anche molto grave.

Pertanto, la diagnosi dello specialista è fondamentale. Infatti, permetterà di investigare e scoprire le cause del problema, indicandovi il trattamento più appropriato se il vostro cane ha le convulsioni. Nel momento in cui si verifica una crisi, voi padroni dovrete sapere come agire, in modo da proteggere e tutelare sempre la salute del vostro animale domestico. Vediamo assieme cosa sono le convulsioni, da cosa vengono originate e in che modo intervenire nel modo più appropriato.

Perché un cane ha le convulsioni?

Le cause possono avere origini diverse, da eventi traumatici a eventi congeniti. Anche l’azione di agenti esterni, come le medicine, può causare convulsioni.

cane seduto sul pavimento
Autore della foto: Garen M.
  • Se l’animale ha ricevuto un forte colpo alla testa, anche questo trauma può provocare delle convulsioni. In questi casi, il veterinario deve essere informato su tutto ciò che il cane può aver fatto e le situazioni che ha vissuto direttamente.

È molto probabile che lo specialista decida di fare uno studio encefalico cranico per valutare possibili lesioni.

  • Disfunzioni del metabolismo. Alcune malattie a livello del metabolismo sono associate alla presenza di convulsioni nel cane. Senza dimenticare anche altri particolari disturbi ormonali come, per esempio, l’epatite, l’ipoglicemia e l’ipocalcemia.

Lo stesso accade con le patologie associate ai più comuni disturbi alla tiroide.

  • Infezioni o avvelenamento. Se notate che il vostro animale da compagnia ha le convulsioni, è importante escludere la presenza di una possibile infezione. Quella più pericolosa può riguardare la meningite.

Anche l’intossicazione da farmaci può causare convulsioni.

  • I tumori al seno nei cani e altre malattie degenerative devono essere diagnosticate dallo specialista. Soprattutto, ovviamente, nel caso in cui il vostro miglior amico abbiamo mostrato di soffrire di crisi epilettiche.

In generale, i tumori cerebrali sono associati alle convulsioni così come le più conosciute patologie degenerative croniche.

  • Le convulsioni possono anche essere dovute a cause congenite. Alcune razze sono soggette a crisi epilettiche più di altre, tra le altre cose perché presentano piccole malformazioni cerebrali.

I tipi di cane più frequentemente vittime di convulsioni sono i Chihuahua, lo Yorkshire e il Barboncino. In tutte queste razze è assai comune l’idrocefalo, che può degenerare in epilessia vera e propria.

Cosa fare quando un cane ha le convulsioni?

In caso di attacco

Se prevedete che il vostro cane stia per avere un attacco, è importante ricorrere immediatamente allo specialista. Lo stesso dovrebbe essere fatto se avete il sospetto di un disturbo nervoso. Ad esempio, un modo preventivo è quello di portare il cane a fare un check-up dopo aver sofferto un forte trauma alla testa, anche se le convulsioni non si sono ancora mostrate.

Gli attacchi si verificano in tre fasi:

  • Il primo stadio può essere confuso con una reazione emotiva. Il cane diventa più nervoso, trema e mostra eccessiva salivazione. Questa condizione può durare fino a due giorni e essere presentata per periodi, a intermittenza.
  • Le successive fasi sono associate alla crisi vera e propria. Quando il cane ha delle convulsioni, i muscoli si contraggono e il corpo appare scosso involontariamente. In alcuni casi, l’animale arriva persino a perdere conoscenza. Fate attenzione: appena sveglio, potrebbe attaccarvi perché disorientato e non vi riconosce.
  • Lentamente, il cane si recupererà gradualmente e avrà bisogno del vostro affetto e del giusto conforto per calmarsi in modo completo.

Durante le convulsioni

  • Quando il vostro animale domestico ha le convulsioni, è importante rimanere calmi. Eventuali oggetti che potrebbero essere pericolosi o ferire il cane, durante la crisi, dovrebbero essere rimossi.
  • Non abbracciate il cane, non cercate di afferrarlo né di sollevarlo. Al contrario, posizionate dei cuscini o una coperta morbida per prevenire lesioni all’addome.
  • Gli stimoli sonori o luminosi possono ulteriormente disturbare il cane e dovrebbero quindi essere evitati. Inoltre, non è consigliabile coprirlo né dargli acqua o cibo. Praticamente, dovrete avere la calma di osservare l’evolversi della convulsione, senza interferire: mai mettere la mano nelle bocca del cane!
  • Limitatevi a guardare come agiscono gli spasmi sull’animale. L’unica cosa che potreste fare è spostare la testa del cane gentilmente all’indietro, controllando che la lingua sporga di lato. In tal modo, scongiurerete un possibile soffocamento.

Husky dal veterinario

Dopo la crisi

  • Una volta passato l’attacco, il vostro compito è chiamare subito il veterinario, che vi farà alcune domande specifiche.
  • Per esempio, potrebbe chiedervi quante volte si è verificata la crisi, per quanto tempo è durata, invitandovi a descrivere cosa sia successo prima della crisi.
  • Dovrete inoltre informare lo specialista di eventuali farmaci ingeriti prima del presentarsi delle convulsioni e se l’animale ha sofferto un qualche colpo alla testa.
  • Mentre l’animale si riprende, è importante favorire la sua respirazione. Fategli spazio, aprite le finestre e mantenete l’ambiente tranquillo, evitando rumori forti, musica e confusione. Il vostro cane, indebolito e disorientato, recupererà lentamente conoscenza, quindi abbiate pazienza. Non dategli medicine a caso, senza l’autorizzazione e l’indicazione esplicita del vostro veterinario di fiducia.

La diagnosi dello specialista chiarirà le cause dell’ultimo attacco e soltanto lui è autorizzato a indicarvi il trattamento da seguire. In generale, le convulsioni sono associate all’epilessia, ma non è detto che un cane che soffre di convulsioni sia anche epilettico.