Cosa sono i mustelidi?

· 3 luglio 2018

I mustelidi sono una famiglia di mammiferi carnivori, molto ampia e formata da animali simili, ma che possono avere abitudini anche molto diverse. Sapevate che furetti, donnole e lontre sono imparentati? E che esiste una specie di mustelidi che sembrano orsi? In questo articolo vi diremo tutto ciò che bisogna sapere su di loro.

Caratteristiche generali dei mustelidi

La famiglia dei mustelidi riunisce molti mammiferi che sono diversi tra loro, ma hanno più punti in comune che differenze. Ad esempio, rispetto alla loro dieta, sono tutti carnivori. Alcuni sono cacciatori attivi e altri, più opportunisti, si nutrono di carogne. Ma nessuno è erbivoro né onnivoro.

Il corpo di tutti i mustelidi è simile: hanno zampe corte e un corpo allungato. Sono ricoperti da un pelo abbondante e lucido, di solito di colore marrone o nero. Hanno un naso allungato e amplio, con orecchie piccole e arrotondate.

Utilizzano ghiandole odorose per spaventare i nemici, marcare il territorio o comunicare tra loro. Ognuno ha cinque dita e cammina senza appoggiare la pianta del piede. Possono contare anche su artigli affilati ma che non sono retrattili (come, ad esempio, quelli dei gatti).

I mustelidi vivono in tutto il mondo, tranne che in Antartide e in Australia. Possono vivere in ecosistemi molto diversi: ci sono mustelidi adattati alle foreste, alle nevi e alcuni vivono persino sulle rive dei fiumi o vicino a qualche oceano.

Mustelidi domestici

Il furetto è uno dei mustelidi più noti per essere oggi un animale domestico. Sono di dimensioni piccole o medie: pesano tra mezzo chilo e due chili e misurano circa 50 centimetri. La maggior parte dei furetti sono marroni con la faccia di una tonalità più chiara, mentre le estremità sono nere. E’ possibile anche trovare dei furetti completamente bianchi.

furetto vicino ad un cuscino

I furetti sono carnivori, ma come altri animali domestici di solito si nutrono di cibo per gatti, anche se ci sono anche mangimi e snack specifici per questa specie. Hanno abitudini crepuscolari e, quando non dormono, sono animali molto attivi e particolarmente curiosi.

Mustelidi selvatici

La maggior parte dei mustelidi mantiene una natura selvaggia. Siccome si estendono su quasi tutto il pianeta, ci sono molte specie diverse, per cui vale la pena fare qualche esempio:

La donnola comune ha un habitat molto esteso, dato che è presente in Europa, Asia, Nord America e persino in Nord Africa. È una delle specie più piccole della sua famiglia, poiché in alcune zone gli esemplari pesano appena 200 grammi.

Due tassi appartenenti alla famiglia dei mustelidi

Al contrario, il tasso è più grande. Questi animali hanno strisce bianche e nere e vivono in Europa, sebbene si diffondano anche nella penisola arabica. Pesano tra 10 e 13 chilogrammi e hanno abitudini notturne. Sono socievoli nel loro genere: vivono in gruppo, giocano molto tra loro e collaborano anche nella cura dei loro piccoli.

L’ermellino è adatto a vivere in zone fredde: il suo habitat si estende dall’Europa settentrionale all’Asia, oltre che in Canada e Alaska. Durante l’inverno, la pelliccia è bianca e dopo il disgelo diventa marrone. E’ il suo metodo per mimetizzarsi con l’ambiente. Sono molto piccoli, pesano solo 300 grammi.

Il ghiottone è il mustelide terrestre più grande che esista. Può raggiungere i 90 centimetri di lunghezza e pesare quasi 20 chilogrammi. Il suo aspetto ricorda più un orso che un mustelide, ma se lo si guarda da vicino, le somiglianze con il resto della sua famiglia sono evidenti.

Ghiottone su un sasso

Il ghiottone vive nelle zone fredde dell’emisfero settentrionale: nelle foreste boreali di Europa, Asia e Americhe, così come nella tundra alpina. E’ costantemente alla ricerca di prede da cacciare, sia di giorno che di notte. E’ un efficace cacciatore, ma può divorare carogne e non si tira indietro se deve lottare contro un orso, per il cibo.

Mustelidi acquatici

Alcuni animali in questa famiglia dipendono da habitat acquatici o misti. Questo è il caso delle lontre, che vivono nei fiumi e nei mari e hanno bisogno della presenza di acqua per sopravvivere.

una lontra bagnata su delle rocce

Tra le lontre, la più conosciuta è la lontra di fiume. Pesa circa 11 chilogrammi e vive in quasi tutta Europa e Asia, così come nel Nord Africa. Ha una dieta molto varia, composta da crostacei, rane o pesce.

Tuttavia, il più grande mustelide di tutti vive in Sud America: è la lontra gigante. E’ lunga quasi due metri e può pesare circa 40 chilogrammi. Vivere nel Rio delle Amazzoni, forma piccoli gruppi sociali ed ha abitudini diurne.

I mustelidi sono mammiferi che variano molto per dimensioni, ma non tanto per il colore: sono quasi tutti marroni, hanno zampe corte e cinque dita nei piedi. Hanno orecchie piccole e arrotondate e possono vivere su terra, vicino a fiumi o sulle montagne.