2 curiosi aneddoti sui gatti e i loro padroni

02 giugno, 2020
Questi aneddoti, forse fittizi e forse no, riflettono quanto può essere divertente la convivenza tra i felini e i loro padroni. 
 

I gatti sono animali molto speciali, che suscitano enorme interesse e curiosità in tutti noi. Per questo motivo, sono molte le leggende, le storie e i miti della cultura popolare su questi felini, le loro abilità istintive e i loro presunti poteri “extrasensoriali”. A seguire vi presentiamo alcuni aneddoti casalinghi sui gatti, il loro aspetto, il loro comportamento e la loro relazione con gli esseri umani.

5 aneddoti casalinghi sui gatti

1. Un gatto, la sua padrona e una visita inusuale dal veterinario

Un giorno qualsiasi come oggi, una signora di una certa età entra in una clinica veterinaria con un gatto dentro il trasportino. La donna chiede di parlare con il veterinario perché deve comunicargli un problema molto urgente.

Aneddoti sui gatti nel trasportino

Gli raccontò, dunque, che la settimana precedente sua sorella si era svegliata con un verme nel letto. Detto ciò, e incapace di capire perché la donna chiedesse il suo parere, il professionista le suggerì di andare da un medico. E subito dopo le chiese il motivo della sua visita in clinica…

Ma la signora non aveva completato il suo racconto, dunque proseguì con la spiegazione del problema. Disse che sua sorella si era già rivolta al medico, il quale le aveva prescritto un antiparassitario. Aveva già assunto il medicinale il fine settimana precedente, la notte prima e quello stesso giorno.

 

Ormai stanco del racconto incoerente, il veterinario disse che la donna aveva fatto bene a seguire le raccomandazioni del proprio medico. Tuttavia, la storia non era ancora finita…

La signora disse che la sorella aveva tolto al micio un parassita lungo ben tre metri (un’immagine per nulla gradevole da immaginare). Al che il veterinario rispose che esistono la tenia da mucca e da maiale che possono essere persino più lunghe.

Non era il verme, era il gatto

La signora proseguì con il suo racconto, sempre più nervosa… Disse che sua sorella aveva messo l’enorme parassita in un contenitore per mostrarlo al medico. Com’è logico intuire, il veterinario le chiese quale fosse stato il parere del medico alla vista di un simile verme.

Ma la donna disse che non poterono portare il parassita dal medico perché se l’era mangiato il gatto. Dunque il vero motivo per cui si era rivolta al veterinario era sapere cosa poteva fare per il suo felino dopo questo disgustoso episodio con il verme.

2. Una casa chic e una gattina grassoccia: aneddoti sui gatti

Al quinto piano di un edificio molto chic, viveva una signora di quasi 60 anni. La donna, sempre ben vestita, era l’orgogliosa padrona di una gattina nera di nome Cindy.

Gatto bianco e nero
 

Un giorno, la signora si recò presso la clinica veterinaria molto preoccupata per il sovrappeso e il nervosismo della sua micia. Secondo la sua versione dei fatti, Cindy aveva preso peso in fretta e si mostrava più irrequieta del solito.

Il veterinario le fece alcune domande per verificare i sintomi, ma non trovò nessun indizio di una possibile malattia. Allora, chiese alla signora se la gatta era stata sterilizzata o meno. Al che la signora rispose che non le piaceva sterilizzare gli animali e che Cindy non era mai stata operata.

Il veterinario proseguì con il minuzioso esame fisico, in particolar modo esplorò l’addome della gattina. Dopo averle palpato la pancia e aver rilevato la presenza di feti in pieno sviluppo, il medico guardò la donna e le disse: «Signora, la sua gatta è incinta e non mi ha detto nulla?».

Mostrando un certo fastidio alla domanda del veterinario, la donna rispose: «No, dottore, è impossibile. Cindy non esce mai dall’appartamento». Il veterinario assunse una faccia costernata e, per qualche secondo, dubitò della propria diagnosi.

Ma Cindy non era così sola…

Guardando dalla finestra, il veterinario vide un grande e bel felino nella finestra di un appartamento vicino. Chiese dunque alla sua cliente: «Signora, mi scusi, non mi ha detto se ha un altro gatto in casa».

«Dottore, ma Lei non me lo ha chiesto. Sì, in effetti, ho un altro gatto in casa», rispose la donna con un tono stanco e infastidito.

-«Le chiedo scusa, signora, ma mi dica, questo gatto è maschio o femmina?». Chiese il veterinario con un evidente sollievo constatando che le sue capacità cliniche non erano da mettere in discussione.

 

Come immaginerete, la donna rispose che aveva un gatto maschio. Con un mezzo sorriso sul viso, il veterinario le chiese se questo altro gatto era castrato.

– «Dottore, le ho già detto che non mi piace castrare i miei animali. No, il gatto non è sterilizzato», rispose di nuovo la signora, con un tono di voce alquanto indispettito.

Ricevuta questa risposta, il veterinario comunicò alla donna che i suoi gatti si erano accoppiati e che Cindy era incinta. Con totale e sincero orrore, dopo aver udito una tale affermazione, la donna affermò con molta sicurezza:

– «Impossibile, dottore, è suo fratello».

Approfittiamo di questi divertenti aneddoti casalinghi sui gatti per ricordarvi l’importanza di mantenere un efficace controllo riproduttivo sugli animali domestici. Ricordate anche di sottoporre i vostri animali ad adeguati interventi di medicina preventiva.