11 curiosità sui puma

Il puma è un animale affascinante e pieno di sorprese. In questo articolo vi mostreremo alcune curiosità su questo animale che vi sorprenderanno.
11 curiosità sui puma

Ultimo aggiornamento: 08 aprile, 2022

I grandi felini sono sempre oggetto di ammirazione da parte dell’uomo, almeno a distanza. Nessuno vorrebbe mai trovarsene uno davanti. Tuttavia, conoscere delle curiosità sui puma è sempre interessante, poiché sono animali straordinari.

In questo articolo potrete scoprire dei dettagli sulla loro natura che vi sorprenderanno. Non perdetevi neanche una riga, perché conoscerli vi farà imparare a rispettarli.

Curiosità sui puma

Il puma, il cui nome scientifico è Puma Concolor, è conosciuto anche come leone di montagna o coguaro. Appartiene alla famiglia dei Felidae e presenta diverse sottospecie.

Puma

1. Il mammifero terrestre più diffuso

Il puma è originario dell’America. La sua area di distribuzione è enorme, poiché va dallo Yukon, in Canada, fino al sud delle Ande e della Patagonia. Tuttavia, la sua popolazione è disaggregata, poiché ogni esemplare ha bisogno di una vasta zona in cui vivere.

2. È bravo ad adattarsi

Il segreto per la sopravvivenza di questa specie è essere altamente adattabili. Dal Canada alla Patagonia si trovano diversi biomi a cui il puma si adatta senza problemi. Inoltre, è generalista, quindi è in grado di nutrirsi di un’ampia varietà di prede, dagli ungulati ai camelidi.

3. Caccia le sue prede tendendogli delle imboscate

Un’altra delle curiosità sui puma è il loro modo di cacciare. Grazie alla loro furtività e alla loro pazienza nell’attesa, sono in grado di avvicinarsi alla preda senza essere scoperti, evitando così continui scontri in cui potrebbero ferirsi. Puntano dritti alla gola.

4. È territoriale e solitario

Come accennato in precedenza, i puma sono distribuiti in aree di svariati chilometri quadrati, ma la loro densità di popolazione è bassa. Infatti l’estensione del territorio di ogni esemplare dipenderà dall’abbondanza delle prede, quindi saranno più disgregati man mano che queste si ridurranno.

In alcune zone competono anche con altri predatori, come il giaguaro, che è più grande del puma.

5. Non può ruggire

Nonostante le sue dimensioni, il puma è più strettamente imparentato con i felini di piccola taglia (come il gatto domestico) che con i suoi cugini del genere Panthera: il leone, la tigre, il leopardo e il giaguaro. I puma, al contrario, miagolano e fanno le fusa.

Il ruggito è generato dalla vibrazione dell’osso ioide, un osso mobile e semirigido situato nella gola del felino. I puma mancano di questo osso.

6. È un super predatore

La parola predatore all’apice si riferisce a quegli animali che predano gli altri per sopravvivere, ma non sono preda di nessun’altra specie. Il puma è uno di questi, il che non significa che non sia minacciato. Infatti, nel suo habitat deve competere con altri predatori con che potrebbero sopraffarlo.

7. Nasconde il cibo

Questa è un’altra delle curiosità sui puma: si nascondono per poter mangiare, anche se ciò significa dover trascinare un’enorme preda per diversi metri o addirittura portarla su un albero. Questo comportamento ha una ragione d’essere: questi felini cacciano una preda ogni paio di giorni e si abbuffano, perché non sanno quando potranno nutrirsi di nuovo. Pertanto, prima di consumare la carne, la nascondono in modo che nessun concorrente gliela rubi.

8. Agile e forte

Arrampicarsi sugli alberi portandosi appresso la preda richiede muscoli forti. I puma infatti sono in grado di raggiungere i 64 chilometri orari correndo e saltando fino a 6 metri di altezza, anche 10 se saltano in lungo.

9. Protagonista di culture e mitologie

Gli umani che vivevano vicino a questi animali conoscevano bene la loro forza e grazia. Per questo motivo, le popolazioni indigene delle Americhe lo inclusero nella loro cultura, la città Inca di Cuzco venne progettata a forma di puma e il Lago Titicaca prese il suo nome dalla parola aymara titi, “giaguaro”.

Riferimenti a questo grande animale si trovano anche in Nord America. Per gli Apache e i Walapai, il puma era un presagio di morte. Anche i Cheyenne facevano riferimento al puma nei loro scritti antichi.

10. È raro che attacchi gli esseri umani

Sebbene siano stati registrati alcuni attacchi alla nostra specie, questi felini in genere scappano da noi. Sanno che siamo pericolosi e attaccano solo quando si trovano in serio pericolo, poiché in genere non si nutrono della nostra specie.

11. È una specie in via di estinzione

Abitudini e costumi del puma

Il puma è attualmente classificato come in stato di Least Concern. La più grande minaccia che questi animali devono affrontare è la perdita dell’habitat, poiché la deforestazione causata dallo sviluppo industriale e residenziale frammenta il loro territorio e li costringe a competere di più con altri predatori.

D’altra parte, il puma viene considerato un felino pericoloso fin da quando i colonizzatori europei sono arrivati in America, quindi subisce una caccia indiscriminata, che è consentita e tollerata da molti anni. Fortunatamente, vi è una crescita nella consapevolezza dell’importanza della fauna autoctona, quindi c’è chi cerca di salvaguardare la sopravvivenza dei puma. A poco a poco, insieme, potremo far comprendere agli altri la meravigliosa natura di questi felini.


Tutte le fonti citate sono state esaminate a fondo dal nostro team per garantirne la qualità, l'affidabilità, l'attualità e la validità. La bibliografia di questo articolo è stata considerata affidabile e di precisione accademica o scientifica.


  • Nielsen, C., Thompson, D., Kelly, M. & Lopez-Gonzalez, C.A. 2015. Puma concolor (errata version published in 2016). The IUCN Red List of Threatened Species 2015: e.T18868A97216466. https://dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2015-4.RLTS.T18868A50663436.en. Accessed on 06 April 2022.
  • Scognamillo, D., Maxit, I. E., Sunquist, M., & Polisar, J. (2003). Coexistence of jaguar (Panthera onca) and puma (Puma concolor) in a mosaic landscape in the Venezuelan llanos. Journal of Zoology259(3), 269-279.

Questo testo è fornito solo a scopo informativo e non sostituisce la consultazione con un professionista. In caso di dubbi, consulta il tuo specialista.