Predatori selvatici: è possibile una convivenza?

16 Settembre 2019
La moda di avere animali esotici e selvaggi in casa non deve creare confusione; esistono molti limiti e precauzioni da adottare prima di ospitare predatori selvatici in casa

Probabilmente, abbiamo visto tutti alcuni video sorprendenti di persone che sono riuscite a domare un orso, una tigre, un leone o altre specie di animali selvatici. Pertanto, è perfettamente normale per molti chiedersi se sia possibile la convivenza con predatori selvatici.

La “moda” di avere animali esotici sembra essere ciclica e, di tanto in tanto, ritorna per guadagnare popolarità grazie ad una qualche celebrità che ha deciso di adottare un animale selvatico come suo animale domestico da compagnia. Ma prima di pensare di fare la stessa scelta, è molto importante analizzare freddamente i suoi pro e i suoi contro.

In questo articolo, analizzeremo i diversi fattori sulla possibilità e sui rischi di convivenza con predatori selvatici.

Cosa sono i predatori selvatici e perché sono così importanti?

I predatori selvatici sono fondamentalmente tutti quegli animali che cacciano per nutrirsi e sopravvivere in un ambiente selvaggio. Quando un animale predatore è in cima alla catena alimentare del suo habitat, è considerato un superpredatore.

Questo significa che ogni predatore è un animale che caccia, ma non tutti gli animali con un istinto di caccia sono predatori selvaggi. Il gatto domestico, ad esempio, è un cacciatore eccellente come qualsiasi altro gatto. Ma vivendo una routine domestica, non è più considerato come un predatore selvatico.

In natura ci sono molte specie che si nutrono di prede attraverso la caccia, come felini, canidi, uccelli rapaci, mustelidi, tra gli altri. Queste specie svolgono un ruolo essenziale per l’equilibrio degli ecosistemi, poiché la predazione consente di evitare la sovrappopolazione.

Avvoltoio mangiano una carcassa

In assenza di predatori, una specie può riprodursi eccessivamente, il che crea uno squilibrio nell’ambiente. Quando questa sovrappopolazione si verifica vicino ad aree agricole o produttive, di solito determina un aumento di parassiti e danni all’economia umana.

Riuscireste a convivere con predatori selvatici?

Prima di ogni altra cosa, è essenziale imparare a differenziare ciò che è possibile da ciò che è raccomandato e, ancor più, da ciò che è ideale. È possibile domare e convivere con predatori selvatici? I fantastici video che abbiamo menzionato nell’introduzione mostrano che non è impossibile.

Ma è consigliabile vivere con un predatore come se fosse un animale domestico? Certo che no. Il fatto che una famiglia in Canada abbia domato un orso, o che ci sia un leone che mostra il suo affetto all’allevatore che lo ha salvato da un cacciatore, non trasforma i predatori selvatici in animali domestici da compagnia.

In realtà, ci sono numerose differenze tra animali selvatici e animali domestici, che siano o meno predatori. Tutte le specie selvatiche, se rimosse forzatamente dal loro habitat e inserite in un ambiente completamente sconosciuto e artificiale, possono soffrire di stress, ammalarsi e sviluppare problemi comportamentali, come l’aggressività.

Ma quando parliamo di animali selvatici con un forte istinto di caccia, l’idea di adottarli come animali domestici diventa ancora più pericolosa. Oltre a mettere a rischio la nostra salute e integrità, condanniamo anche un essere che dovrebbe essere libero nel suo ambiente a una vita di prigionia e limitazioni.

Tigre affettuosa con umano

Va anche detto che il possesso di queste specie è generalmente legalmente proibito nella stragrande maggioranza dei Paesi. E gli esemplari in vendita di solito provengono dal mercato illegale, quindi acquisirli indirettamente significa finanziare il traffico illecito di animali.

La convivenza non è necessaria, ma la coesistenza si

Il fatto che non dovremmo confonderli con gli animali domestici non significa che dobbiamo temere l’esistenza di predatori selvatici o imporci al loro habitat. Al contrario: sebbene sia estremamente pericoloso convivere con loro, è ancora più urgente e necessario imparare a coesistere.

I predatori sono una parte essenziale della natura e, senza di loro, gli ecosistemi in cui tutti viviamo sarebbero in pericolo. Ma il loro habitat, la loro routine, il loro comportamento e il loro comportamento sociale non sono compatibili con la vita domestica di un cane, di un gatto o di un criceto.

La coesistenza con predatori selvatici significa essenzialmente rispettare la loro natura e non cercare di sottometterla ai nostri codici sociali e ai nostri desideri personali. Allo stesso modo, l’espansione della nostra civiltà e i progressi tecnologici devono smettere di mettere a rischio l’habitat di queste specie.

L’ambiente ci unisce a tutte le specie e solo aumentando la consapevolezza della popolazione, raggiungeremo la necessaria coesistenza. Che siano grandi predatori selvaggi o organismi microscopici, tutti gli esseri viventi sono essenziali per il mantenimento della vita sul nostro pianeta.

  • researchgate.net/publication. 2009. El fenómeno de la domesticación animal en el siglo XXI. Extraído de: https://www.researchgate.net/publication/303484190_El_fenomeno_de_la_domesticacion_animal_en_los_albores_del_siglo_XXI
  • Organización Mundial de Sanidad Animal. 2008. Animales salvajes. Extraído de: http://www.oie.int/fileadmin/Home/esp/Publications_%26_Documentation/docs/pdf/bulletin/Bull_2008-3-ESP.pdf