Differenze tra conigli e lepri

29 Aprile 2018

Anche se appartengono alla stessa famiglia (i Leporidi), sono molte le differenze tra conigli e lepri. A seconda della specie, queste discrepanze possono apparire in modo più o meno evidente.

Sin dalla nascita è possibile apprezzare dei punti di discontinuità tra questi due tipi di roditori. Per esempio, mentre una lepre nasce già con la pelliccia e completamente sviluppata, il ciclo della vita di un coniglio è molto più graduale e lento. Inoltre, anche le sue capacità motorie sono ridotte, finché non raggiunge l’età adulta.

Anche le loro abitudini sono diverse. Per natura, il coniglio si nasconde in situazioni di pericolo. Invece, la lepre tende a fuggire via, abbandonando la zona pericolosa.

una lepre che salta tra il grano

Per questi motivi, tra gli altri, la lepre è stata scelta come animale da caccia sportiva, mentre una parte significativa dei conigli è oggi allevata in fattorie o persino viene scelta dalle famiglie, come animale domestico.

Differenze tra conigli e lepri

Le differenze tra conigli e lepri riguardano sia la fisionomia che le loro abitudini. Fisicamente, i conigli hanno una testa più rotonda e occhi ai due lati. Il  corpo e le zampe sono più corte di quelle di una lepre, che mostrano una struttura più allungata e muscolosa.

Dimensioni e peso

Le lepri sono generalmente più grandi dei conigli, le loro orecchie e gli arti sono molto più stilizzati. Questa caratteristica rende la lepre un eccellente corridore, assai migliore rispetto al coniglio, che è portato a spostarsi con piccoli salti.

Il corpo del coniglio è più grasso di quello della lepre e le sue orecchie sono molto più corte. Il suo peso medio varia dai 1,5 ai 2 kg, mentre le sue dimensioni possono raggiungere i 50 centimetri, in età adulta.

coniglio dal veterinario

Da parte sua, la lepre può pesare tra i 3 e i 4 chili e la sua misura standard è di circa 40-60 centimetri. Può raggiungere anche i 70 centimetri, come nel caso della lepre polare.

Nelle lepri si distingue la dimensione delle orecchie, che può raggiungere misure superiori agli 11 centimetri.

una lepre in posizione di pericolo tra l'erba

Pelliccia

Anche se la pelliccia varia a seconda delle specie di coniglio o di lepre, esistono alcune differenze identificabili. Ad esempio, le lepri mostrano delle macchie nere sulla loro pelle. Inoltre, come abbiamo detto prima, i loro piccoli nascono con il corpo già completamente coperto di pelo. Anche la muta interessa le due specie in modo diverso. Le lepre cambia pelo in autunno e primavera, assumendo un colore bianco nelle zone fredde. Al contrario, i conigli lo fanno durante l’inverno.

Abitudini che differenziano conigli e lepri

Habitat

A differenza dei conigli, che vivono all’interno di tane, le lepri preferiscono spazi aperti. Per proteggersi, scelgono cespugli o nidi costruiti poco sopra il terreno. Queste abitudini rendono le lepri più vulnerabili alla caccia.

Riproduzione

Sia i conigli che le lepri sono considerati dei grandi riproduttori. Tuttavia, si apprezzano differenze anche nel rituale di accoppiamento e nel periodo di gestazione.

tre conigli pascolano tra fiori e erba

Per scegliere il suo partner, la lepre fa correre il maschio a grande distanza dietro di lei. In questo modo, non solo mette alla prova il suo interesse, ma verifica anche la sua resistenza. Quando la femmina non è pronta per l’accoppiamento, affronta il maschio alzandosi e proteggendosi con le due zampe anteriori.

Il periodo di gestazione dei conigli è di 30 giorni, mentre nella lepre dura 42. I cuccioli di coniglio nascono con gli occhi chiusi, senza pelliccia e senza poter camminare. Di conseguenza, mamma coniglio mostra un atteggiamento iperprotettivo nei confronti dei suoi piccoli.

Attività quotidiana

La lepre è per sua natura indipendente e solitaria. I conigli, d’altra parte, sono abituati a vivere in colonie patriarcali. In situazioni di minaccia, la lepre fugge, mentre il coniglio si nasconde nella sua tana.

tre conigli grigi si riposano

Un’altra differenza, degna di nota, è che i conigli hanno un livello di domesticazione più alto delle lepri. Le fattorie di conigli sono molto comuni e, per la loro docilità e aspetto, oggi sono spesso tenuti in casa come veri e propri animali domestici. Di contro, nessuna lepre sarà mai compatibile alla vita in uno spazio recintato o in un appartamento chiuso.

Somiglianze tra conigli e lepri

Come avete visto, esistono diversi elementi che rendono conigli e lepri non tanto simili come potrebbero sembrare. Ovviamente però, esistono altrettanti punti in comune, che abbiamo riassunto nel seguente elenco:

  • Sia i conigli che le lepri sono mammiferi appartenenti all’ordine dei Lagomorfi.
  • Sono animali erbivori. La loro dieta è esclusivamente vegetariana.
  • Usano le zampe posteriori per saltare. Anche se la lepre preferisce usarle per correre.
  • Sono caratterizzati da un alto livello di riproduzione. Possono avere da quattro a otto figliate nello stesso anno, e avere tra i tre e gli otto piccoli in ciascuna di esse.
  • Entrambi sono animali selvatici la cui pelle e carne sono consumate dall’uomo. I loro arti sono considerati trofei nei tornei di caccia sportiva.