Scopriamo le differenze tra le vipere e i serpenti

Nei paesi europei i serpenti non sono pericolosi, però si continuano ad uccidere in molte occasioni per semplice ignoranza. Per questo, si devono conoscere le differenze tra i serpenti e le vipere, che sono le due principali specie presenti in Europa.

Quanti tipi di serpenti ci sono in Italia?

In Itali esistono circa 17 specie di serpenti, tra le quali 4 sono velenose. Queste sono: la Vipera comune, la piccola Vipera dell’Orsini, la Vipera del corno e il marasso. Sebbene siano velenose, non vengono considerate pericolose: i serpenti temono le persone, infatti tendono a fuggire. Se le mordono lo fanno accidentalmente, perché magari vengono pestati per errore.

Le vipere sono pericolose?

Le vipere difficilmente possono iniettare grandi quantità di veleno, a meno che non vengano toccate. Inoltre, il loro veleno non è molto tossico, e le zanne che lo inoculano si trovano nella parte posteriore della bocca.

Per questo, il motivo per cui si devono conoscere le differenze tra le vipere e i serpenti è che la maggior parte dei morsi velenosi sono di vipera.

In genere, i casi di morte si attribuiscono ad un ritardo nel trattamento, nel caso di morsi in zone dal difficile accesso. Anche quelli su persone con la salute compromessa, o su bambini e anziani, possono sfociare in tragedia, nonostante alcune specie non siano mortali.

Tuttavia, è necessario conoscere le differenze tra serpenti e vipere, in modo da essere facilitati se accade qualche incidente con questi animali.

Differenze tra serpenti e vipere

Conoscere le differenze tra serpenti e vipere è semplice in teoria; il problema sorge dal fatto che non si osservano questi animali nelle migliori condizioni di visibilità, quindi conviene prestare attenzione.

Una delle principali differenze sono gli occhi: le vipere li hanno a mandorla, con la pupilla allungata in verticale. I serpenti invece hanno degli occhi grandi con una pupilla arrotondata, che gli donano un aspetto più affabile e ricordano quelli dell’essere umano.

Le pupille sono una parte dell’occhio che si adatta alla luce, quindi in situazioni di scarsa luminosità perfino la pupilla di una vipera può sembrare rotonda.

Le squame sono un’altra differenza: i serpenti presentano delle squame di diverse dimensioni sulla testa, e alcune di queste sono molto grandi. Tuttavia, quelle delle vipere sulla testa sono piccole, e di dimensioni simili al resto del corpo.

Inoltre, le vipere hanno una testa triangolare, mentre quella dei serpenti è più ovale.

Posizione attorcigliata tipica dei serpenti

La biscia viperina, il serpente che si crede una vipera

Esistono dei serpenti, come la biscia viperina, che basano la loro difesa nel sembrare una vipera, e si comportano anche come tale, quindi la forma della testa non è sempre facile da identificare.

D’altro canto, anche se è difficile da valutare, i serpenti sono più longilinei e con una coda lunga e sottile, mentre le vipere sono ofidi più grandi, con la coda corta e conica. I disegni a zig-zag sono abbastanza tipici delle vipere, anche se la biscia viperina ha deciso di adottare questo aspetto per spaventare i suoi nemici.

Tutte queste informazioni vi possono aiutare in caso di incidente con i serpenti, però ricordatevi di mantenere la calma, poiché questi animali non sono pericolosi e non meritano gli attacchi delle persone.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche