Come eliminare i parassiti dagli uccelli

· 13 febbraio 2018

Gli uccelli sono animali che richiedono cure piuttosto semplici. Tuttavia, bisogna tenere conto delle loro malattie. Quando bisogna eliminare i parassiti dagli uccelli? Prendersene cura in questi casi è più difficile rispetto ad altri animali domestici, come i gatti o i cani.

Il clima influisce sulla comparsa dei parassiti

L’aumento della temperatura ambientale a causa dei cambiamenti di stagione genera le condizioni favorevoli per la comparsa dei parassiti. Con l’arrivo della primavera, e poi dell’estate, i rischi sono maggiori. Possono arrivare i pidocchi rossi, gli acari, gli afidi e le zecche che si attaccano al piumaggio dei volativi e nuocciono alla loro pelle. Questi sono parassiti esterni.

Gli uccelli, però, possono contrarre anche parassiti interni che causano malessere gastrico e intestinale.

Pappagallo colorato

Come sapere se è il momento di eliminare i parassiti dagli uccelli?

Per sapere se è necessario portare il proprio volatile dal veterinario a causa dei parassiti, bisogna osservare l’animale. Si consiglia di rivolgersi al professionista se l’animale presenta uno di questi sintomi:

  • Nervosismo senza causa apparente.
  • Si gratta ripetutamente tra le piume con il becco.
  • Presenta zone del corpo senza piume.

Perché somministrare degli antiparassitari?

I parassiti possono causare malessere gastrico, dolori addominali, alterazioni dello stato d’animo, fastidi e persino la morte dell’animale. Non è comune che gli uccelli trasmettano malattie agli esseri umani. Tuttavia, alcuni parassiti possono colpire le persone più vulnerabili.

È il caso di bambini, anziani o persone con deficit o malattie del sistema immunitario. L’ideale per gli animali e i loro padroni è somministrare ai primi degli antiparassitari.

Tipi di antiparassitari 

Il veterinario è la persona adatta per determinare il tipo di parassita che si trova nel corpo dell’animale e per indicare il trattamento adeguato. Nei negozi di animali si trovano due tipi di antiparassitari:

  1. Antiparassitari interni. Vengono somministrati per via orale. Sono indicati per pulire l’apparato digerente del volatile. Ve ne sono diversi tipi, alcuni ad ampio spettro e altri per parassiti specifici. Il veterinario dovrà stabilire le dosi e il prodotto da somministrare all’animale.
  2. Antiparassitari esterni. Sono insetticidi creati appositamente per gli uccelli, dunque non nuocciono alla loro salute. Si applicano sulle piume. La loro funzione è eliminare gli organismi intrusi e proteggere il volatile per diverso tempo durante la loro fastidiosa presenza.

Nei negozi di animali è possibile trovare diversi antiparassitari per uso topico:

  • Polveri. La maggioranza viene prodotta con ingredienti naturali inoffensivi per gli animali.
  • Spray. La loro applicazione è la più semplice e meno traumatica per il volatile, poiché possono essere applicati a una certa distanza senza dover toccare l’animale.
  • Pomate. Per applicarle bisogna prendere il volatile tra le mani. I loro effetti sono più ampi, ad esempio combattere infezioni, infiammazioni e dolore.

A prescindere dal tipo di antiparassitario scelto, si consiglia di leggere il foglietto illustrativo del prodotto. Bisogna seguirne le indicazioni, così come quelle del veterinario.

Canarino sul trespolo

Ogni quanto eliminare i parassiti dagli uccelli?

La frequenza ideale per eliminare i parassiti dagli uccelli è di due volte all’anno. Una di queste volte deve coincidere con l’inizio della primavera, in seguito al cambiamento climatico. Il veterinario stabilirà il tempo appropriato in base alle condizioni del volatile.

Prevenzione

La gabbia dell’uccello, oltre a essere adatta alle sue dimensioni, deve essere sempre pulita. Si consiglia una pulizia profonda settimanale. Nel caso in cui l’animale abbia contratto i parassiti, non è sufficiente somministrargli un antiparassitario; è altrettanto necessario eliminare gli organismi intrusi della gabbia. In questo modo si eliminano anche possibili uova e larve tramite cui si riproducono.

Per mantenere il volatile in salute

Per mantenere il vostro animale in buone condizioni di salute, ricordate alcune raccomandazioni:

  • Comprare una gabbia ampia affinché si senta a proprio agio. L’uccello dev’essere libero di muoversi.
  • Collocare la gabbia in un luogo che goda di abbondante luce naturale e ventilazione. Questo riduce la sensazione di reclusione, che può causare nervosismo e agitazione.
  • Munire la gabbia di strutture con cui esercitarsi. Le più comuni sono le altalene e i trespoli. In questo modo, il volatile avrà zampe più forti.
  • Fornire un’alimentazione appropriata in base alla specie. Ogni volatile richiede un’alimentazione specifica per il suo peso e la sua struttura fisica.
  • Controllare che abbia acqua a disposizione. Un uccello ha bisogno di avere ogni giorno acqua pulita da bere.