Parassiti e malattie parassitarie negli animali

I parassiti che colpiscono gli animali possono essere interni o esterni. Essi, inoltre, non si limitano a trasmettersi tra cani e gatti, talvolta possono diventare fonte di malattie anche per le persone. Nell’articolo di oggi vi racconteremo tutto quel che c’è da sapere su questi organismi che vivono nei nostri animali.

Parassiti negli animali: interni ed esterni

I parassiti sono organismi che vivono alle spese di altri esseri viventi, cibandosi di essi senza ucciderli. Il problema insorge quando la popolazione dei parassiti è troppo elevata e può avere conseguenze sulla salute dell’”anfitrione”.

Molte volte non sappiamo che il nostro animale è infestato da parassiti, già che alcuni di questi possono trovarsi nell’intestino o nei polmoni. Altri sono più facili da individuare perché, come nel caso di pulci e zecche, vivono nel pelo.

cane affetto dai parassiti si gratta

Tra i sintomi generati dai parassiti negli animali possiamo individuare vomito, diarrea, perdita di pelo e peso e altri problemi alla cute.

1.Quali sono i parassiti interni negli animali?

Alcuni sono condivisi tra cani e gatti, vari possono essere passati alle persone. Vediamo i principali:

1.Toxocara Canis

È un parassita intestinale che può essere contagiato all’uomo. Nei cani adulti provoca diarrea e problemi respiratori, nei cuccioli tosse, gonfiore dell’addome e aumento della mucosità.

2.Ancylostoma caninum

È un parassita che infesta soltanto i cani. I sintomi causati sono diarrea con sangue, anemia e debolezza generale. Un altro organismo simile è il Trichuris Vulpis, che causa anche perdita di peso.

3.Dipylidium Caninum

Sebbene sia più comune nei cani, può colpire anche i gatti. È uno dei parassiti più comuni nei cani e si chiama comunemente “tenia canina”. Può crescere moltissimo ed ha le sembianze di un vermiciattolo.

Inizialmente non genera sintomi, più avanti causa però diarrea o stitichezza, debolezza, gonfiore di pancia e persino ritardi nella crescita dei cuccioli.

4.Coccidia

Quest’organismo colpisce in ugual misura cani e gatti. I sintomi sono lievi (principalmente diarrea) e si manifestano soprattutto negli animali giovani che sono nati in condizioni di sovraffollamento.

5.Giardia

Si contrae dopo aver bevuto acqua contaminata e può colpire cani e gatti. Provoca diarrea anche se molte volte non presenta sintomi.

6.Dirofilaria immitis

È un parassita più comune nei cani e si trasmette con la puntura di una zanzara. È conosciuta come “malattia del verme del cuore” perché è proprio in quest’organo che le larve si depositano per poi trasformarsi in vermi.

La filariosi canina provoca debolezza, stanchezza, mancanza di appetito, problemi respiratori e in ultimo persino il decesso. In Italia è diffusa in particolare nella Pianura Padana, così come in Piemonte, in Lombardia, in Veneto, in Friuli Venezia Giulia e nell’Emilia Romagna.

7.Leishmania

Anche questa si trasmette attraverso le zanzare e presenta sintomi vari. La leishmaniosi è una malattia che al momento non ha cura. Provoca ulcerazioni, desquamazione, perdita di peso, vomito e lesioni cutanee.

Se non è trattata per tempo, può causare la morte del cane.

2.Quali sono i parassiti esterni negli animali?

Oltre ai parassiti sopra elencati che colpiscono gli organi interni di cani e gatti, esistono anche parassiti di tipo esterno:

1.Zecche

Questi parassiti colpiscono cani e gatti in termini uguali. Si localizzano sulla cute, sono di forma arrotondata e di colore marrone. Si alimentano del sangue dell’animale e possono trasmettere malattie.

2.Pulci

Infestano soprattutto i cani e provocano dermatite allergica, irritazioni e prurito con conseguente perdita di pelo a causa di un eccessivo grattarsi. Le pulci possono colpire facilmente anche l’uomo.

3.Acari da rogna sarcoptica

Si tratta di un problema principalmente canino. I parassiti in questo caso si nascondono tra la pelle e il pelo e in particolare dietro alle orecchie, dietro ai gomiti e al garretto. Possono provocare alopecia, ferite purulenti, croste, prurito, bruciore e irritazione.

4.Acari da rogna demodettica

Questi parassiti vivono nei follicoli piliferi negli animali e provocano arrossamento, desquamazione e alopecia soprattutto nella zona degli occhi, vicino alle sporgenze ossee (per esempio la colonna vertebrale) e sul muso.

bagno al cane

5.Acari da rogna otodettica

Possono colpire cani e gatti e tendono ad insinuarsi nell’orecchio medio. Causano secrezioni scure, infezioni, otite, cattivo odore e prurito.

Esistono diversi antiparassitari somministrabili agli animali domestici tramite vaccini. Nel caso dei parassiti interni, si tratterà di un trattamento preventivo, mentre le soluzioni per combattere quelli esterni sono varie: collari, pipette, shampoo, lozioni e persino pasticche. È fondamentale evitare che i nostri animali si ammalino a causa di questi organismi.

Categorie: Salute Tags:
Guarda anche