Favole sugli animali per bambini scritte da Esopo

31 Luglio 2019
Le favole sugli animali sono un utile strumento per insegnare importanti lezioni ai più piccoli.

Ancora oggi le favole sugli animali sono un utile strumento per educare i bambini. Di certo vi sarà capitato di leggere qualche favola di Esopo o l’avrete raccontata ai vostri figli.

Favole sugli animali di Esopo

Le opere di Esopo hanno tuttora un grande peso e sono fonte di ispirazione per molti racconti o cartoni animati per bambini. Esopo è stato un favolista dell’Antica Grecia e la maggior parte delle sue opere hanno per protagonisti gli animali.

Sebbene i fatti che segnarono la vita di Esopo non siano supportati da prove certe, e non si è nemmeno sicuri dell’attribuzione di alcune opere, il suo lascito è ben noto in tutto il mondo.

A seguire vi presentiamo alcune delle più conosciute favole sugli animali di Esopo, utili insegnamenti che, anche da adulti, possiamo applicare alle nostre vite.

1. La rana e lo scorpione

La favola della rana e lo scorpione (immagine che apre questo articolo) è senz’altro una delle favole sugli animali più famose e conosciute. La favola inizia con una rana in un fiume e uno scorpione che prova ad attraversare il corso d’acqua. All’inizio la rana si mostra reticente ad aiutarlo, in quanto teme di essere punta dallo scorpione, dunque quest’ultimo le promette che non le farà nulla; se la pungesse, morirebbero entrambi affogati.

Quando sono sul punto di raggiungere la sponda opposta, lo scorpione punge la rana. Questa, incredula, gli chiede: “Come hai potuto farlo? Moriremo entrambi!”. Allora lo scorpione risponde: “Mi è stato impossibile evitarlo, è nella mia natura”.

La morale di questa storia è non ingannare se stessi credendo che un’altra persona si comporterà come noi. Alcune persone agiscono sempre allo stesso modo, senza badare alle conseguenze delle loro azioni, semplicemente perché sono così e non cambieranno.

2. Il leone e il topo

Questa favola ha un finale meno amaro della precedente. Un leone va a caccia e cattura un topolino. Il topo lo supplica di non mangiarlo e il leone, provando pietà per lui, lo libera.

Favola il topo e il leone

In seguito, lo stesso leone resta intrappolato in una rete che era stata messa da alcuni cacciatori e inizia a chiedere aiuto, temendo per la sua vita. È allora che appare il topo che aveva lasciato libero qualche tempo prima e che, con i suoi denti, lo aiuta a scappare dalla rete. Il leone, grato, gli offre la sua amicizia.

Questa favola ci insegna a non disdegnare gli altri per il loro aspetto e che alla fine le buone azioni vengono ricompensate.

3. La cicala e la formica

Una delle più importanti favole sugli animali scritte da Esopo. La cicala si stava godendo l’estate, senza lavorare, cantando e riposandosi sulle foglie.

La cicala e la formica

Quando aveva fame, chiedeva il cibo alla sua vicina formica. La formica era una lavoratrice instancabile, che non smetteva di raccogliere frutti e semi per avere a disposizione una ricca dispensa in inverno.

La cicala derideva la formica dicendole che non si stava godendo l’estate, dunque che era poco intelligente. Allora l’inverno arrivò, iniziarono le gelate e il cibo cominciò a scarseggiare.

La cicala non trovava di che nutrirsi e si rivolse alla formica, ma stavolta la sua vicina non poté aiutarla. Non c’era abbastanza cibo per entrambe e le rimproverò la sua pigrizia in passato invece di aver raccolto le provviste per essere pronta per affrontare la stagione fredda.

Siamo certi che avrete già sentito questa storia; genitori e professori la raccontano per farci capire che il duro lavoro viene ricompensato, mentre l’ozio viene punito.

4. Favole sugli animali: la lepre e la tartaruga

Con una morale simile a quella della favola appena vista, in questa la lepre e la tartaruga un giorno fanno una gara di velocità. La lepre sapeva di essere molto più veloce e decise di addormentarsi a metà corsa, mentre la tartaruga era ancora lontana. Quando si svegliò, la tartaruga aveva raggiunto la metà; a poco a poco era riuscita ad avanzare fino a vincere la gara.

Favole sugli animali lepre e tartaruga gara

La morale di questa favola è di non lasciarci vincere dall’arroganza, poiché molte volte le persone che sottostimiamo riescono ad andare più lontano avanzando poco per volta, ma essendo costanti.

Le favole sugli animali contengono insegnamenti molto importanti che ci serviranno durante tutta la nostra vita. Gli animali antropomorfi di queste favole ci appaiono più vicini e ci aiutano a impartire validi insegnamenti ai nostri figli.