Come mai le galline mangiano le loro uova?

25 maggio, 2018

Le galline sono gli uccelli più numerosi sulla Terra, a causa del loro allevamento a fini commerciali. In generale, si tratta di un business semplice e redditizio, che richiede un investimento iniziale non troppo elevato. Molti allevatori, però, rimangono sbalorditi quando le galline mangiano le loro uova. In questo articolo vi spiegheremo le ragioni di questo strano comportamento. Inoltre, vi daremo alcuni consigli utili per evitarlo.

Un comportamento insolito delle galline

In primo luogo, dobbiamo capire che qualsiasi cambiamento nel comportamento di un animale può essere un sintomo di squilibrio. Non importa se l’allevamento di galline è commerciale o semplicemente ricreativo. Bisogna stare attenti a eventuali comportamenti insoliti, per proteggere la buona salute di questi uccelli.

Questi animali da cortile non dovrebbero mai nutrirsi delle proprie uova, poiché ciò costituirebbe un rischio per la sopravvivenza della loro specie. Naturalmente, la prassi è opposta. Con la mamma chioccia che si prende cura delle sue uova dopo la deposizione, assicurando la nascita dei suoi pulcini.

Se gli uccelli consumassero le loro uova, bloccherebbero il loro ciclo naturale di riproduzione. E questo non avrebbe alcun senso.

Tuttavia, di fronte alle avversità o agli squilibri nel loro habitat, alcuni uccelli possono adottare comportamenti insoliti per sopravvivere. La carenza di cibo, ad esempio, potrebbe spingere le galline a nutrirsi con le uova appena deposte, in una sorta di cannibalismo di sopravvivenza, inevitabile. Ma ci sono altre possibili cause, che elencheremo qui di seguito.

gallina e uovo

Perché le galline mangiano le proprie uova?

In generale, questo comportamento può essere innescato per errore. Una gallina colpisce un uovo involontariamente, con il becco, e scopre una sostanza ricca all’interno. A partire da questo momento, può iniziare un’abitudine. E inizia a rompere le uova, proprie o di altri, per consumare i grassi e le proteine ​​presenti all’interno. Per questo motivo, l’incubazione artificiale è generalmente raccomandata.

Come potete vedere, una dieta insufficiente può portare una gallina a cercare fonti alternative di cibo, come le sue stesse uova. Generalmente, si tratta di una carenza di proteine ​​o calcio, che si trova abbondantemente nel tuorlo e nell’albume. Anche una scarsa idratazione può portare la gallina a rompere le uova.

Un errore nell’allestimento del pollaio può generare comportamenti insoliti. L’eccesso di luminosità sui nidi, ad esempio, può favorire il fatto che le galline mangino le loro uova. Così come se i nidi si trovano sul terreno o hanno poca consistenza.

Come evitare che le galline mangino le loro uova?

Alcune semplici misure preventive sono di solito molto efficaci per scongiurare questo nefasto comportamento. Vediamo 3 consigli utili che vi faranno sicuramente comodo:

1. Dieta equilibrata

In primo luogo, è fondamentale offrire sempre una dieta equilibrata, ricca di proteine, grassi, vitamine e minerali. Una gallina ben nutrita non verrà mai spinta a cercare i nutrienti essenziali per il suo sviluppo in altri alimenti che non siano il mangime. Per evitare carenze di calcio, è possibile aggiungere conchiglie in polvere o gusci d’uovo tritati.

Inoltre, dovete ricordare che le galline ovaiole di solito richiedono una dieta speciale. Esistono mangimi commerciali appositamente elaborati per galline ovaiole, con valori nutrizionali già bilanciati. Investire in una dieta di alta qualità significa avere galline più sane e uova di qualità migliore.

È inoltre fondamentale lasciare buone quantità di acqua fresca e pulita a disposizione delle galline durante il giorno. L’idratazione è un fattore chiave per migliorare la qualità delle uova.

un pollaio con delle galline che svolazzano

2. Un corretto allestimento del pollaio

È essenziale rivedere l’organizzazione del pollaio e pensare in modo strategico alla posizione dei nidi. Sarà necessario evitare che i nidi rimangano a terra o ricevano poco materiale di riempimento all’interno. I nidi devono avere abbastanza materiale per essere stabili e protetti, evitando qualsiasi incidente prima, durante e dopo la deposizione.

Inoltre, il luogo di posa deve essere silenzioso e con poca luce, in modo da non stressare le galline ovaiole. Un uccello stressato può presentare numerosi problemi comportamentali. Tra cui, appunto, il consumo delle proprie uova.

3. Identificare e isolare la gallina “problematica”

Se, all’improvviso, iniziano a scarseggiare le uova o ne trovate diverse rotte e vuote, sarà fondamentale identificare le galline responsabili. Questi uccelli sono estremamente intelligenti e, purtroppo, possono imparare rapidamente dagli altri simili con il rischio di imitare determinati comportamenti.

Osservate tutti i momenti: dalla deposizione alla cova, per capire quali sono le galline che mangiano le uova. Successivamente, sarà necessario separarle dagli altri uccelli per impedire loro di fare una vera e propria strage. Allontanare gli esemplari problematici è fondamentale e previene che tale comportamento compulsivo si estenda ad altri membri del pollaio.