Il mio gatto fa rumore con i denti quando vede una preda, perché?

· 26 agosto 2017

È proprio vero che gli animali presentano numerose similitudini con noi. Tuttavia, è altrettanto vero che hanno molti atteggiamenti che non hanno nulla a che vedere con i nostri e che ci rendono più difficile comprenderli a pieno. Se qualche volta vi siete chiesti perché il vostro gatto fa rumore con i denti quando vede una preda, in questo articolo troverete la risposta.

Gli studiosi, infatti, hanno visto in tale atteggiamento un’opportunità di ricerca. In questo articolo, dunque, vi parliamo delle conclusioni a cui sono giunti. Qual è il motivo per cui i gatti fanno rumore con i denti in presenza di una preda?

I motivi per cui un gatto fa rumore con i denti quando vede una preda

Quando vede una possibile preda

Quando un gatto individua una possibile preda, batte i denti. Lo fa in presenza di un uccello, ma anche di un topo o un insetto, insomma di qualsiasi animaletto che possa attirare la sua attenzione e che vorrebbe mangiare.

Un modo per sapere se tale suono è relazionato con questo fatto è osservare il linguaggio corporeo del proprio animale. Quando un gatto vede qualcosa che lo attrae, muove la coda da un lato all’altro e mantiene la vista fissa sulla sua futura preda.

Osservate il vostro gatto, perché se avete anche un uccellino in casa, potrebbero sorgere non pochi problemi. 

Preparazione alla caccia

I gatti fanno rumore con i denti anche quando si preparano a cacciare. Secondo gli studiosi, questo suono viene prodotto in seguito ad un sentimento di frustrazione generato dall’impossibilità di raggiungere la preda che hanno davanti.

A volte si emozionano tanto per aver individuato una nuova preda, che la loro stessa eccitazione li paralizza e gli impedisce di darle la caccia. Questo suono a mo’ di rabbia verso se stessi, dunque, serve loro per sfogarsi.

Allenamento alla caccia?

Le teorie sulle cause e le funzioni di questo suono sono varie. Alcune di esse affermano che il gatto produce tale suono istintivamente, come se volesse riflettere il morso al collo che usa come tecnica di caccia.    

È come se stesse riscaldando la mandibola e preparando i denti a tale scopo.

Per un gatto, è di estrema importanza uccidere la sua preda non appena la afferra, poiché quest’ultima proverà di certo a scappare e potrebbe ferire il felino. Ripetere questo gesto, dunque, può essere un modo per allenarsi e non fallire nel suo obiettivo.

Oltre ad allenarsi, pertanto, gli serve come garanzia e difesa nel caso in cui dovesse cacciare qualcosa.

Imitazione

denti-del-gatto

Una nuova teoria su questo gesto è che i gatti provano ad imitare il suno delle loro prede per attrarle più facilmente.

A questa conclusione è giunto un team di ricercatori grazie ad alcune prove realizzate su primati dell’Amazzonia e alcuni felini selvatici.

I primati producevano un suono molto particolare. Era una strana forma di comunicare tra di loro. Quando i felini li vedevano avvicinarsi, emettevano con i loro denti un suono quasi identico a quello delle scimmie.  

Gli studiosi, dunque, hanno dichiarato che: “i gatti sono noti per la loro agilità fisica, ma questa capacità di manipolazione vocale indica che anche il loro ingegno psicologico è incredibile”.

Non si può certo dire che i gatti smettano di sorprenderci e, nonostante ci appaiano ancora esseri misteriosi, li conosciamo sempre meglio.  

Conoscere il perché dei loro atteggiamenti o del loro linguaggio corporeo ci aiuta a comprenderli e a rafforzare il nostro vincolo con loro. Ricordate che leggere e informarsi sui gatti oppure osservarli in prima persona sarà debitamente ricompensato.

Il gatto è un animale misterioso e forse con cui è difficile convivere; ma di certo sarebbe più facile se ci sforzassimo di conoscerlo un po’ meglio. Non sottovalutate mai l’importanza dell’osservazione e della lettura sui gatti, potranno aiutarvi a soddisfare le sue necessità, a comprenderlo meglio e a godere di una migliore convivenza.