Il vostro gatto graffia i mobili? Ecco come farlo smettere

· 6 maggio 2017

Avere un gatto in casa è davvero una bella esperienza. Vi fa compagnia, è semplice da tenere e vi strappa sempre un sorriso, quando più ne avete bisogno. Esiste però un problema ricorrente che interessa, nella maggior parte dei casi, i mici in giovane età. Se il vostro gatto graffia i mobili può essere un vero problema, specie se la vostra casa è arredata con elementi di un certo valore. Non si tratta però di un comportamento irreversibile ed esistono trucchi per poter risolvere il problema.

Da un punto di vista biologico, come sapete bene, il graffiare è un’esigenza dell’animale ed è parte della sua personalità. Vediamo insieme una serie di informazioni e consigli per fare in modo che il vostro micio smetta di graffiare qualsiasi cosa.

Perché i gatti graffiano?

Il vostro gatto graffia i mobili Ecco come farlo smettere

La parola chiave che risponde all’interrogativo è: istinto. Non parliamo solo di semplice divertimento. I gatti sono soliti graffiare ciò che li circonda, sia in un ambiente esterno, selvatico, che nel nuovo habitat domestico.

Graffiano per eliminare gli strati superiori del tessuto delle loro unghie. Un modo per tenerle affilate e corte al punto giusto. In parole povere, è come la manicure per gli esseri umani.

Allo stesso tempo è un valido sistema per marcare il territorio, comunicando con gli altri felini. Una superficie graffiata invia un segnale chiaro ad altri gatti: in questa zona vive un altro esemplare ed è pronto a farsi rispettare (anche con le unghie…).

Infine, si tratta di un valido sistema per scaricare ansia e stress. Graffiando una superficie molto grezza, ad esempio, l’animale potrà allungarsi e stirarsi, mantenendo allenate e in buona salute articolazioni e legamenti. Eccoci alla domanda chiave: come impedire ad un gatto di graffiare i mobili della casa?

Il gatto graffia i mobili: 4 consigli utili per evitarlo

Graffiatoio

Graffiatoio, tiragraffi o raschietto per gatti. Chiamatelo come volete, però a parte il nome buffo, si tratta di uno strumento indispensabile per chiunque abbia un gatto un casa. Sono oggetti semplici ma efficaci, che catalizzeranno l’attenzione del vostro animale domestico. Un piccolo felino che non ne possiede uno, inevitabilmente sarà portato verso altri oggetti di stoffa e legno, come appunto i vostri amati mobili.

Ne esistono tanti modelli, diversi per forma e colori. Potrete scegliere tra quelli più semplici, ed economici, o altri più completi, e divertenti, che includono magari una piccola cuccetta, che i gatti trasformeranno in un simpatico nascondiglio.

Cercate di prendere un graffiatoio adeguato all’età e dimensione dell’animale, oltre che allo spazio disponibile. Cercate di osservare quali superfici preferisce graffiare, per poter così comprare un tiragraffi più adatto e giusto per il vostro amico a quattro zampe.

Basterà dunque prediligere oggetti che ricordano i vostro mobili, per forma, colore o tessuto. Un piccolo stratagemma che ingannerà il micio portandolo a graffiare, senza problemi, il suo nuovo giocattolo. Per esempio, se notate che ama graffiare i piedi dei letti, delle sedie o delle poltrone, una buona idea potrebbe essere prendere un raschietto per gatti a forma di colonna.

Infine, se proprio siete indecisi, portate il vostro gatto con voi nel negozio di animali. Lasciatelo libero nei pressi dei graffiatoi, tenendolo d’occhio. Vedrete che in poco tempo sceglierà quello che più gli piace. Ecco fatto: problema risolto!

Coprire i mobili

E’ ovvio che risulta praticamente impossibile coprire e proteggere tutti i mobili della casa. Però, se notate che il gatto mostra un comportamento compulsivo verso uno di essi, dedicate un po’ di tempo a proteggerlo con un lenzuolo o altri parti di stoffa dura, nei punti più critici.

L’obiettivo non è obbligare il gatto a cercare un altro punto da graffiare. Semmai scoraggiarlo dall’usare una determinata superficie che, ora non più liscia, risulterà meno confortevole e piacevole per l’animale. In poco tempo non frequenterà più il mobile in questione.

Usare diversi graffiatoi

Il vostro gatto graffia i mobili Ecco come farlo smettere

Se avete un gatto particolarmente attivo, in giovane età o che dimostra una predilezione per graffiare, ecco la soluzione. Basterà posizionare, in diversi punti della casa, diversi tiragraffi. In tal modo l’animale sarà invogliato a giocarci senza doversi spostare troppo. Insomma, rendeteglielo il più facile possibile.

Evitate i rimproveri

Sappiamo perfettamente che può essere frustrante e farvi arrabbiare scoprire che il vostro mobile preferito ha ricevuto una buona dose di graffi. Ma, tra i consigli che vi diamo, uno dei più importanti è di non sgridare mai il vostro gatto. Come abbiamo visto all’inizio, si tratta del risultato di un atteggiamento istintivo. E nessun animale ha colpe, dinanzi allo stimolo della sua natura.

Il risultato di punizioni e grida avrà solo connotazioni negative e il gatto sentirà paura, senza comprendere il motivo. Semplicemente, pronunciate un secco “No!” e spostatelo subito sul graffiatoio. In tal modo capirà che l’unico luogo che può graffiare è proprio il raschietto. Insomma, come vedete, esistono vari trucchi per convincere il vostro amico felino a lasciare in pace i vostri poveri mobili.

Chiudiamo l’articolo con una piccola preghiera: per favore, evitate di estirpare le unghie al vostro gatto. E’ una vera e propria menomazione, un’amputazione forzata: un atto crudele.