Gatto pescatore, un felino in pericolo di estinzione

Per sfatare il mito secondo cui i felini non amano l’acqua, in questo articolo vi parleremo del gatto pescatore. Come suggerisce il nome, questo animale si nutre principalmente di pesce. Noto anche come gatto viverrino, vive in Asia (nel sud e sud-est del continente) ed è in pericolo di estinzione, principalmente a causa della distruzione del suo habitat.

Molto probabilmente non avrete mai sentito parlare di questo bellissimo felino e siamo certi che, semplicemente guardando la foto iniziale, siete rimasti sbalorditi nel vedere questo gatto pescatore che nuota tranquillamente. Siete pronti per conoscerlo meglio?

Distribuzione geografica del gatto pescatore

Questo piccolo felino può essere trovato in diverse aree dell’India, ma principalmente nel nord-est di questo paese. Vive anche ai piedi dell’Himalaya – in Nepal – e nella valle dell’Indo del Pakistan. Altri luoghi in cui abita sono:

  • Bangladesh
  • Sri Lanka
  • Sumatra e Giava (isole appartenenti all’Indonesia)
  • Bhutan
  • Malaysia
  • Thailandia
  • Vietnam
  • Cambogia
  • Myanmar
  • Cina

Di solito preferisce stabilirsi nei pressi di zone umide: paludi, laghi poco profondi, fiumi e località dove crescono mangrovie, generalmente fino a un’altitudine di 1.500 metri.

Il gatto pescatore (o gatto viverrino) è un piccolo felino che vive nel sud e nel sud-est dell’Asia. È in pericolo di estinzione, soprattutto a causa della distruzione delle zone umide in cui vive.

muso e testa di un Gatto pescatore adulto

Caratteristiche fisiche del gatto pescatore

Alcuni attribuiscono alle sue zampe la capacità di aver sviluppato una grande abilità nel nuotare ed immergersi. Tuttavia, la membrana che ha tra le dita dei piedi non è più sviluppata rispetto ad altri felini.

Altre caratteristiche fisiche del Prionailurus viverrinus sono:

  • Peso: tra 6 e 16 chilogrammi.
  • Dimensioni: misura tra 66 e 86 cm tra testa e corpo (le femmine sono più piccole).
  • Corpo: lungo e robusto.
  • Zampe: relativamente corte.
  • Coda: spessa e corta, di circa 30 centimetri.
  • Testa: larga.
  • Muso: allungato.
  • Cappotto: ha un doppio strato di colore grigio oliva. Mostra strisce scure lungo collo e viso e macchie marroni lungo il corpo. Inoltre, sulla coda si apprezzano una specie di anelli.

Alimentazione e riproduzione del gatto viverrino

Possiede abitudini solitarie e prevalentemente notturne. Oltre a cacciare le sue prede, con le zampe, stando seduto sul bordo di laghi e fiumi, il gatto pescatore si tuffa in acqua e nuota per afferrare pesci e altro cibo.

La sua dieta è molto ricca e può includere molti animali diversi. Come ad esempio:

  • Rane
  • Crostacei
  • Serpenti
  • Uccelli
  • Roditori

D’altra parte, si stima che, come i gatti domestici, il Prionailurus viverrinus abbia la capacità di riprodursi durante tutto l’anno. In ogni caso, il numero più alto di nascite, almeno nel nord-est dell’India, si osserva da marzo e maggio.

Il periodo di gestazione dura circa 63 giorni e vengono dati alla luce da uno a quattro cuccioli. Vengono allattati dalla madre per un anno e mezzo. Quattro mesi dopo, i giovani gatti viverrini diventano completamente indipendenti.

il profilo di un Gatto pescatore

Un felino a rischio di estinzione

Con un’aspettativa di vita di 12 anni, il gatto pescatore è a rischio di estinzione nonostante il fatto che in molti paesi in cui vive è un animale protetto dalle legislazioni nazionali.

Appare nella lista rossa dello IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) come specie vulnerabile e anche nell’appendice II del CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione). Sono necessari molti permessi per poterlo esportare internazionalmente.

Il gatto pescatore rischia di estinguersi per tre cause principali:

  • Distruzione del suo habitat (le zone umide sono state invase da insediamenti umani, in special modo per via delle bonifiche realizzate nell’ottica di favorire l’agricoltura).
  • Bracconaggio (alimentazione, vendita di pellicce, ecc.)
  • Pesca distruttiva e indiscriminata, che riduce drasticamente le sue principali fonti di cibo.
Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche